lunedì 22 marzo 2010

Maledetta primavera

È tornata la maledetta benedetta primavera e dopo il folgorante “Volume One” ecco tornare belli freschi anche She & Him, lei & lui, ovvero Zooey Deschanel & M. Ward con… “Volume Two”.
La musica degli She & Him ti trascina là dove era tutto gioia e correre in mezzo ai prati e non pensare a nulla e solo lasciarsi andare e godersi la vita. È andare alle giostre senza tamarri dietro l’angolo che ti fracassano le ossa se solo provi a salire su un autoscontro. È il passato che non hai mai vissuto perché sei nato in un’epoca in cui tutto era già finto e di plastica.

L’iniziale “Thieves” funziona da Delorean e ci trasporta immediatamente in quel passato remoto delle caramelle che avevano il sapore di caramelle e non di coloranti, dei bambini che si parlavano con barattoli legati a un filo e non con cellulari, della musica che si sentiva su radio scassate e Internet si chiamava ARPA ed era ancora un progetto militare segreto degli Stati Uniti.
“In the sun” è il primo inno della nascente primavera, almeno nel mio mondo immaginario e “Don’t look back” un inno al guardare avanti, sempre nel mio mondo immaginario.
Ci sono anche un paio di ottime cover. “Ridin’ in my car” originariamente degli NRBQ e “Gonna get along without you now”, già capolavoro di Skeeter Davis. Si potrebbe definire questa una versione moderna di quel pezzo, ma la realtà è che di moderno per fortuna v’è ben poco. Anzi, quasi quasi potremmo definire quella di Skeeter Davis come la moderna versione della canzone.
A chiudere il disco ci pensa solenne il gospel di “If you can’t sleep”, una splendida ninna nanna che traghetta felicemente anche i più insonni tra le braccia di Orfeo. O magari tra quelle di Zooey.

L’incanto dell’esordio si è replicato. Solo il tempo ci dirà se l’effetto è persino più inebriante del precedente, ma certo ve lo consiglio caldamente. Certi dischi ti cambiano la vita, altri te la rendono migliore. Il “Volume Two” degli She & Him forse non appartiente alla prima categoria, sicuramente alla seconda sì. Senza questo gioiellino nelle orecchie la vostra primavera suonerà un poco più triste. Poi fate voi…

Potete trovare il disco QUI



5 commenti:

  1. che fretta c'era maledetta primavera, che fretta c'era :-) ahahaha

    RispondiElimina
  2. hai usato una parola che zippa tuttoil contenuto del tuo post...INEBRIANTE.. sto facendo il download..lo sento appena esce un po' di sole, quindi spero in questo secolo

    RispondiElimina
  3. l'ascolto di questo disco è un godimento continuo; la dimostrazione di quanto sia necessaria la musica pop.

    RispondiElimina
  4. *mago di oz
    che poi tutta sta primavera io non l'ho ancora vista. non smette mai di piovere :(

    *io
    uso la parola inebriante solo per le occasioni speciali!
    ehi, sto intravedendo ora spuntare un timido raggio di sole, ma mi sa che tra poco si ritira di nuovo..

    *harmonica
    se moretti dice che è sempre il momento di fare una commedia, io dico che è sempre il momento di fare un disco pop!

    RispondiElimina
  5. Adesso sembra che la primavera stia sbocciando per davvero :) Ho ascoltato In the sun e come suono l'ho trovato quasi vintage.
    Piccola correzione: non è tra le braccia di Orfeo che si dorme, ma tra le braccia di Morfeo.
    Orfeo è il mitico cantore della Grecia antica, quello che ha cercato di salvare Euridice dall'Ade. Invece è Morfeo, figlio di Ipno, a far dormire.
    Scusa questa mia incursione mitologica.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com