martedì 24 dicembre 2019

Cotta adolescenziale 2019





A Natale siamo tutti più boni, e le donne presenti in questa classifica sono tutte più bone.

Battuta sessista?

In tal caso c’ha ragione Checco Zalone, quando sostiene che oggi c’è la “psicosi del politicamente corretto”. Anzi, c’ha ragione in ogni caso. Non si può più dire niente. E allora in questo post cerchiamo di dire il meno possibile, e di far parlare più che altro le immagini.




10. Jennifer Aniston
(Usa, 1969)
e Reese Witherspoon
(Usa, 1976)

La quota MILF quest’anno è garantita da loro due. Anche se tecnicamente la Aniston non ha figli.
Ho sempre avuto una cotta per Jennifer e Reese, ritornata con prepotenza quest’anno che sono tornate insieme sul piccolo schermo, una al fianco dell'altro. Erano state sorelle in Friends, adesso sono colleghe anchorwomen e nemicheamiche nella serie TV The Morning Show. Che poi loro ci provano anche a fare le litigiose e le incazzose, ma alla fine sono troppo adorabili e non si può fare a meno di adorarle.



9. Martina Smeraldi
(Italia, 2000)
Martina Smeraldi è la nuova speranza del cinema italiano…
Okay, ho dimenticato un pezzo di frase: Martina Smeraldi è la nuova speranza del cinema a luci rosse italiano. Non so se possa già essere considerata la nuova Moana Pozzi, ma il titolo di nuova Valentina Nappi per lei ci sta tutto.



8. Florence Pugh
(Inghilterra, 1996)

Attrice stratosferica e incredibilmente versatile, che quest’anno ha dimostrato di sapersi spostare con disinvoltura dalla Svezia da incubo di Midsommar - Il vilaggio dei dannati al ring di wrestling di Una famiglia al tappeto, Florence Pugh nei prossimi mesi è destinata a diventare una star di massa grazie a Piccole donne e a Black Widow. Non è la classica bellona, ma ha un fascino particolare, suo, “strano”, che non mi lascia nient’affatto indifferente.



7. Logan Browning
(Usa, 1989)

Oltre a essere la star della serie Dear White People, quest’anno Logan Browning, che non è parente di Emily Browning, si è fatta notare nel film Netflix horror strambo The Perfection al fianco di Allison Williams. La sua bellezza ha un che di così folgorante da far dimenticare che in tale film è protagonista della scena forse meno sexy del 2019. Cosa non facile.




6. Sofia Boutella
(Algeria, Francia, 1982)

Il climax cinematografico e non solo del 2019?
L’interpretazione di Sofia Boutella nel film Climax. Recitativamente, letteralmente, danzerecciamente e fisicamente e in qualsiasi senso pazzesca.



5. Le ragazze di Euphoria:
Zendaya
(Usa, 1996)

Hunter Schafer
(Usa, 1999)

Barbie Ferreira
(Usa, 1996)

Sydney Sweeney
(Usa, 1997)

Alexa Demie
(Usa, 1994)

e Maude Apatow
(Usa, 1997)


Nella serie Euphoria ce n’è per tutti i gusti. Davvero. C’è l’afroamericana tossica (Zendaya), la transgender tormentata (Hunter Schafer), la latinoamericana curvy (Barbie Ferreira), la cheerleader bionda tettona (Sydney Sweeney), la cheerleader mora stronza (Alexa Demie), e la tipa indie NERD ma non troppo (Maude Apatow). Praticamente, sono come le Spice Girls in versione telefilmica nell’anno 2019.




4. Scarlett Johansson
(Usa, 1984)

Che fosse bella, o meglio stupenda, già lo si sapeva e si vedeva da tempo. Il 2019 è stato però l’anno in cui Scarlett Johansson ha dimostrato al mondo di essere anche un’attrice strepitosa. Cioè, ma l’avete vista in Storia di un matrimonio? Io già lo sapevo che era brava, ma non così tanto. E inoltre stupenda lo è sempre, cosa che non guasta.
Poi, vabbé, è stata anche una delle protagoniste del film dal maggiore incasso di tutti i tempi, Avengers: Endgame, ma questa è una cosa secondaria.



3. Margot Robbie
(Australia, 1990)

Certo che Sharon State era proprio magnifica. A renderle giustizia ci hanno pensato in C’era una volta a... Hollywood Quentin Tarantino e Margot Robbie, che è in pratica l’unica che poteva interpretarla e l’ha fatto in maniera... magnifica. Non che avessi dubbi in proposito.



2. Kristine Froseth
(Norvegia, Usa, 1996)

Avete presente quel luogo comune che dice che le donne vanno pazze per i belli e dannati? Al di là del fatto che, come ha svelato il sito d'informazione Lercio.it, ci vanno pazze perché sono belli, e non perché sono dannati, ma la stessa cosa vale anche per gli uomini. Nel libro di John Green Cercando Alaska (Looking for Alaska), Alaska Young è la ragazza bella e dannata di cui non ci si può non innamorare. A darle il perfetto volto nell’adattamento televisivo c’è Kristine Froseth, attrice nata negli Usa da genitori norvegesi, vista quest’anno anche in un’altra serie non male, The Society, e pure in La verità sul caso Harry Quebert (che non ho visto). Non so se sia dannata anche nella vita reale, comunque di sicuro bella lo è.




A post shared by kristine_froseth (@kristine_froseth) on


1. Maya Hawke
(Usa, 1998)

Nel film fantascientifico con protagonisti Ethan Hawke e Uma Thurman, Gattaca - La porta dell’universo, si immaginava un futuro in cui vengono fatti nascere esseri umani con un preciso corredo genetico, selezionato a tavolino dai genitori. Maya Hawke è uscita pressoché perfetta: è fascinosa, sa recitare e canta pure bene. Questo perché i suoi genitori hanno potuto selezionare per la loro figlia un preciso corredo genetico come in quel film?
No. Semplicemente perché i suoi genitori sono proprio i protagonisti di quel film, Ethan Hawke e Uma Thurman, e lei sembra aver preso il meglio dell’uno e dell’altra.


Dopo aver illuminato la terza stagione di Stranger Things e aver fatto capolino con una piccola parte in C’era una volta a... Hollywood, prossimamente vedremo Maya Hawke in Mainstream, l’opera seconda di Gia Coppola (la nipote di Francis Ford e di Sofia, a proposito di parenti d’arte), e la sentiremo nel suo primo annunciato album da solista. Il futuro è suo, ma noi siamo già cotti di lei ora. O, almeno, io lo sono.








7 commenti:

  1. Concordo. Questa storia del sessismo ha roto las pelotas.
    Qualcuna/o mi spieghi perché non si può dire "Scarlett e Margot (le prime che mi vengono in mente) mi eccitano" quando Scarlett e Margot (y todas las demàs) fanno di tutto per rendersi eccitanti?
    Vestono in modo eccitante, si truccano in modo eccitante, se inchan las tetas para excitarnos e noi dobbiamo far finta di niente?

    RispondiElimina
  2. Mayaaa. Anche la mia numero uno, nonostante Zendaya sia lì lì!

    RispondiElimina
  3. Ottime quasi tutte, l'unica che non mi fa impazzire è Logan Browning (penso sia colpa di quel piercing al naso, proprio non lo posso vedere) le preferisco di gran lunga Allison Williams nello stesso film da te citato. Benissimo soprattutto il cast di Euphoria, grandissime tutte quante...

    RispondiElimina
  4. Harry Quebert credo che l'abbia rovinata alla Forseth, almeno personalmente, perché l'ho odiata....Comunque molte non conosco, a parte il terzo e quarto posto (che meriterebbero sempre), le "ragazze" di Euphoria, la Sofia e la "sorellanza", ed ovviamente Maya, semplicemente adorabile ;)

    RispondiElimina
  5. Sharon Tate
    Sharon Stone
    Per quanto una fusione Sharon State faccia sognare ad occhi aperti, io correggerei.

    P.S. Buon Natale Cannibal.

    RispondiElimina
  6. Sono contento di scoprire che in fatto di donne abbiamo gusti divergenti - quasi totalmente - come rispetto ai film.
    Ho tirato un gran sospiro di sollievo. ;)

    RispondiElimina
  7. Eh, quante belle donnine!
    Niente da ridire, anche se posso professarmi un'innocentina nel non sapere chi sia Martina Smeraldi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com