martedì 19 aprile 2022

Film che sono piaciuti a (quasi) tutti tranne a me

 



Spider-Man: No Way Home

Spider-Man: No Way Home è stato accompagnato da un hype clamoroso come non si vedeva dai tempi del Titanic, è stato accolto alla grande da pubblico e critica, è diventato il maggior incasso mondiale in epoca di pandemia, c'è chi lo voleva persino candidato agli Oscar per la miglior pellicola dell'anno. Ma solo io l'ho trovato uno dei film più ridicoli usciti negli ultimi tempi?


La trama sembra quella della parodia di un cinecomic. In pratica, l'incontentabile Peter Parker costringe a una serie di modifiche continue un incantesimo dello stregone Doctor Strange, cosa che provoca l'arrivo di tutti quelli che conoscono la sua vera identità dai vari multiversi paralleli. Un espediente narrativo allucinante, che si rivela giusto una scusa per riportare sul grande schermo i precedenti interpreti di Spider-Man. Posso ancora capire la nostalgia per Tobey Maguire, ma quella per Andrew Garfield no. Ai tempi dell'uscita dei suoi poco Amazing Spider-Man non se l'era filato nessuno, e adesso tutti lo vogliono?!?
Di questo passo a cosa arriveremo: alla rivalutazione dei cinepanettoni con Massimo Boldi e Christian De Sica?

"Perché, non sono già stati rivalutati?"

Spider-Man: No Way Home si salva parzialmente grazie all'uso dell'ironia e a Zendaya, ma non è comunque abbastanza per giustificare tutto l'entusiasmo nei confronti di quello che è a tutti gli effetti un episodio medio-scarso del già scarso Marvel Cinematic Universe. Ma forse sono io che provengo da un multiverso strano in cui l'esaltazione nei confronti di questi risibili cinecomichini non esiste.
E poi, sinceramente, a me di Spider-Man ne bastava e avanzava uno solo. Tre tutti insieme anche no, grazie.
(voto 5/10)




Tick, Tick... Boom!

Con Andrew Garfield ho un rapporto strano. Alcuni dei suoi film più celebri ed esaltati, come il sopracitato Spider-Man: No Way Home, Silence, La battaglia di Hacksaw Ridge, Gli occhi di Tammy Faye e questo Tick, Tick... Boom! mi hanno fatto pena. A questo punto si potrebbe pensare che odi tutto ciò che fa, ma così non è assolutamente. Ero tra i pochi ad aver apprezzato il suo ingaggio come nuovo Peter Parker in The Amazing Spider-Man, dopo averlo visto nell'interessante Boy A, nel notevole Non lasciarmi e nel capolavoro dei nostri tempi The Social Network. E sono tra i pochi al mondo ad aver adorato i sottovalutati Under the Silver Lake e Nessuno di speciale (Mainstream).


Insomma, di solito il mio pensiero nei confronti di ciò che fa Andrew Garfield è l'opposto di ciò che pensa il resto del mondo. Così la sua interpretazione in Tick, Tick... Boom! è stata accolta come una performance da Oscar, mentre a me è solo sembrata la brutta copia di quanto il gatto Garfield aveva fatto nel sopracitato Nessuno di speciale, dov'era davvero qualcuno di speciale.

Quanto al film in generale, Tick, Tick... Boom! è tutto ciò che non mi piace in un musical, con le sue canzoncine da Broadway e i suoi personaggi sopra le righe in maniera esasperante. D'altra parte i musical sono come i lavori con Andrew Garfield: o li amo o li odio, non ci sono vie di mezzo.
(voto 4,5/10)



La fiera delle illusioni - Nightmare Alley

Guillermo del Toro illude, con una prima parte che possiede un certo fascino retrò stile La forma dell'acqua - The Shape of Water. Solo che il titolo italiano del film è più premonitore che mai. Questo film è una fiera delle illusioni, che non decolla mai e anzi nella seconda parte precipita, trasformandosi in un thrillerino inverosimile, pieno di buchi di trama, svolte assurde, personaggi femminili stereotipati e monodimensionali, un protagonista maschile con un livello di carisma prossimo allo zero e una conclusione tragicomica.

"Cosa stiamo guardando?"
"Noi che buttiamo all'aria un film promettente."

E il tanto vociferato nudo frontale di Bradley Cooper?
Non che mi interessasse particolarmente, ma è anch'esso soltanto... un'illusione.
(voto 5/10)



Il potere del cane
"Guarda quella montagna: non ti sembra che abbia la forma di un cane?"
"Veramente a me sembra più che altro un culo."

Bau bau bau.
Bau bau bauuu, bau!

Traduzione: Il potere del cane è un film sopravvalutato.
E comunque, con un titolo del genere ci aspettavamo come protagonista un cane, e che cazzo!
(voto 5,5/10)

"Il film si chiama Il potere del cane e noi andiamo in giro con dei cavalli."
"Qua c'è qualcosa che non ci dicono. Sento odore di gomblottoh."
"Mi sa che questo è odore di qualcos'altro..."




7 commenti:

  1. Per me sono film molto scarsi con scopiazzature evidenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fiera delle illusioni non è una scopiazzatura, ma un remake dichiarato, però in effetti oltre alla stupenda fotografia ti rimane ben poco.

      Elimina
  2. Solo Tick e il Cane, che piaciuti nel mio caso è dire troppo, il secondo salvato in calcio d'angolo, il primo sopportato solo in parte.

    RispondiElimina
  3. Con qualche anno di ritardo e proprio grazie a Mainstream e Under the Silver Lake, mi è partita la cotta per Garfield, quindi figurati se non mi innamoravo anche del suo debutto in musical!
    Ragni, bestie e cani lasciamoli lì, anche se il romanzo di Savage te lo consiglio come aveva fatto con me Mr. Ink: molta più profondità, molta più bellezza, ma sempre nessun cane.

    RispondiElimina
  4. Il potere del cane grande sçla, sono d'accordo.. ma ci metto pure Licorice Pizza (che a te piace tanto) e lo strombazzatissimo Drive my car..

    RispondiElimina
  5. Grazie. Per me Spider-Man: No Way Home è un film terrificante. Avessi avuto 11 anni lo avrei detestato ancora di più. Ridicolo, imbarazzante e persino noioso.

    RispondiElimina
  6. Mi chiamo SANDRA GOMIR e sono una badante. Noto che in questo momento sono come il più felice. Vengo a testimonianza di un prestito tra privati che ho appena ricevuto. Ho ricevuto il mio prestito grazie al servizio del Sig. Virgolino Claudio. Ho iniziato le procedure con lei venerdì scorso e martedì 11:35 poiché le banche non lavorano il sabato, poi ho ricevuto conferma che il bonifico dell'importo della mia richiesta di 70.000€ mi è stato inviato sul mio conto e avendo consultato il mio conto bancario molto presto, con mia grande sorpresa il trasferimento è andato a buon fine. Ecco la sua e-mail : virgolinoclaudio7@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com