giovedì 9 settembre 2010

Lunar Park

Linkin Park “A Thousand Suns
Sa sorprendere, il nuovo dei Linkin Park. Oddio, non è che si può parlare di rivoluzione nel mondo della musica, però la band amerikana ancora una volta dimostra di essere in grado di cambiare il proprio sound senza comunque snaturare i suoi connotati. Il nu metal dei primi tempi (quelli di “Hybrid Theory”) sono davvero lontani, eppure l’approccio hip-hop alla materia rock l’hanno mantenuto eccome. Solo, si è evoluto in forme sonore diverse.
Il materiale qui presente è molto diverso anche dal loro precedente lavoro “Minutes to midnight”, che tendeva a una grandeur epica alla U2 e a suoni da rock da stadio. Stavolta invece il nuovo “A Thousand Suns” è una faccenda piuttosto elettronica, come una versione dei Radiohead in chiave più hard (ma non troppo hard) e meno originale (ma non troppo poco originale); hanno provato a sperimentare, a fare il loro Kid A, sebbene il risultato non sia esattamente lo stesso…

A spiccare non sono tanto le singole canzoni, ma il suono dell’album nel suo complesso. Un amalgama in cui le voci di Chester Bennington e Mike Shinoda si fondono alla perfezione, creando una fusione tra loro mai così riuscita.
Un disco a suo modo coraggioso, con un suono fondamentalmente fichissimo e che strizza poco l’occhio al mercato, non ha grossi ritornelli accattivanti ma è giocato più che altro su atmosfere da colonna sonora di un film, di un videogame o di una fine del mondo imminente. Insomma raramente un suicidio commerciale è suonato tanto bene.
(voto 7+)

(Un appunto sulla copertina: la band ha dichiarato che si tratta della visione dall’alto verso il basso di un fungo dopo l’esplosione di una bomba atomica. Se lo dicono loro…)

9 commenti:

  1. ..sono pronto ad ascoltarlo 24 ore al giorno :(
    Mio figlio e un fan sfegatato.. aiuto..

    RispondiElimina
  2. Li amo, li seguo, li vivo... questo non mancherò di ascoltarlo e farlo penetrare in ogni poro delle mie orecchie!

    RispondiElimina
  3. @daisy ... vuoi conoscere mio figlio così ve ne uscite fuori insieme e vi fate penetrare i pori sempre insieme . ;)

    RispondiElimina
  4. *reanto
    ahaha, hai scambiato questo per un sito d'appuntamenti? :D

    *daisy
    qui c'è il link, se ti interessa
    http://newalbumreleases.net/?p=20625#more-20625

    RispondiElimina
  5. ma le chitarre se le sono vendute? :)

    RispondiElimina
  6. @Marcosai com'è..un genitore i figli li vuol vedere felici ;)

    RispondiElimina
  7. Cazzo, ma sono diventati dance? Ma la strofa spacca, si sente subito al primo ascolto. Niente male.
    Yin e Yang

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com