sabato 25 aprile 2015

LOST RIVER - RYAN GOSLING E LA MALEDIZIONE DI ESSERE FIGO





Lost River
(USA 2014)
Regia: Ryan Gosling
Sceneggiatura: Ryan Gosling
Cast: Iain De Caestecker, Christina Hendricks, Saoirse Ronan, Ben Mendelsohn, Matt Smith, Eva Mendes, Barbara Steele
Genere: delirante
Se ti piace guarda anche: Come un tuono, Strade perdute, Solo Dio perdona, Bully, Gummo

Ryan Gosling è bello bello in modo assurdo, ma questo non gli basta. No. Per lui è troppo poco. Ryan vuole anche dimostrare di essere bravo. Finora come attore gli è riuscito?
Più o meno. Secondo me in film come Drive, Come un tuono, Le idi di marzo, Formula per un delitto e The Believer è pressoché perfetto. Se però andiamo a fare i rompi e a vedere più da vicino, non è che sia il massimo assoluto dell'espressività. Ryan allora adesso ci prova pure come regista e sceneggiatore, e cosa ne è uscito?

venerdì 24 aprile 2015

LA SCOMPARSA DI JESSICA CHASTAIN





La scomparsa di Eleanor Rigby - Loro
(USA 2014)
Titolo originale: The Disappearance of Eleanor Rigby: Them
Regia: Ted Benson
Sceneggiatura: Ted Benson
Cast: Jessica Chastain, James McAvoy, Viola Davis, Bill Hader, Jess Weixler, Ciaran Hinds, Isabelle Huppert, William Hurt, Nina Arianda
Genere: desaparecido
Se ti piace guarda anche: The Affair, Blue Valentine, Alabama Monroe, La guerra è dichiarata

Dov'è finita la Jessica?
Dove l'hanno nascosta?
Non lo so, non la vedo!
Negli ultimi mesi ha avuto tre film fuori, uno da protagonista, questo La scomparsa di Eleanor Rigby, e altri due da non protagonista, Interstellar e A Most Violent Year, e quelli dell'Academy hanno deciso di ignorarla. Farla sparire del tutto, dopo che negli anni passata l'avevano (giustamente) candidata due volte, per The Help e Zero Dark Thirty, sebbene in entrambi i casi (ingiustamente) non abbia vinto. Quest'anno invece niente. Perché? Perché dovevano dare la 129esima nomination a Meryl Streep, tra l'altro per un film orripilante?

giovedì 23 aprile 2015

PRIDE, ORGOGLIOSO DI NON ESSERE CINEOMOFOBO





Pride
(UK, Francia 2014)
Regia: Matthew Warchus
Sceneggiatura: Stephen Beresford
Cast: Ben Schnetzer, George MacKay, Joseph Gilgun, Faye Marsay, Andrew Scott, Dominic West, Paddy Considine, Jessica Gunning, Imelda Staunton, Bill Nighy, Kyle Rees, Jessie Cave, Karina Fernandez, Russell Tovey
Genere: battagliero
Se ti piace guarda anche: Grazie, signora Thatcher, Full Monty, Billy Elliot, Sunshine on Leith

Oggi faccio coming out: mi piacciono i gay.
Non è che mi piacciono nel senso che vorrei prendergli il sedere. E non mi piacciono nemmeno tutti. Mi piacciono quelli che hanno il coraggio di battersi per i loro diritti, di mostrare ciò che sono, di gridarlo a gran voce, non importa quali possano essere le conseguenze. E mi piacciono anche le pellicole a tematica gay.
Faccio un altro coming out e dico una cosa che mai avrei immaginato di dire: mi piacciono i minatori. I minatori inglesi anni '80, quelli che hanno scioperato contro la Thatcher. Su di lei non devo certo fare coming out. Ho sempre detto che non mi piace e continuo a ripeterlo anche ora che quella strega è morta.

mercoledì 22 aprile 2015

AVENGERS: AGE OF FORDON





Un team di superblogger paladini del buon cinema capitanati da Iron Kid combatterà contro il nemico più pericoloso e soprattutto più schifoso di sempre: l'anticinema Fordon. A grandi linee dovrebbe essere questa la trama della pellicola più attesa della settimana nonché uno dei probabili campioni di incasso dell'intera annata, Avengers: Age of Ultron, in uscita in via eccezionale di mercoledì.
In una manciata di sale arriveranno da domani giovedì 23 aprile anche alcune altre pellicole, che al box office dovrebbero uscire asfaltate dai Vendicatori, ma chissà che in termini di qualità non possano dire la loro...

Avengers: Age of Ultron
"Chris, sai che imbarazzo andare in giro per davvero conciati così?"
"Dovresti chiedere a Ford, Chris 2, questi sono i suoi abiti da tutti i giorni."

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com

Google Analytics