mercoledì 3 aprile 2013

GAME OF THRONES VS. THE WALKING DEAD


La notte di Pasqua negli USA sono andati in onda il gran finale della terza stagione di The Walking Dead e il debutto della nuova season, anch’essa la terza, di Game of Thrones.
Chi ha vinto la sfida a distanza tra due delle serie tv più amate e seguite del globo?

Devo anche aggiungerlo? Da qui in poi ovviamente leggete solo a vostro rischio e pericolo.
ATTENZIONE SPOILER

Game of Thrones
(stagione 3, episodio 1)

Un anno d’attesa, tanti promo, trailer, poster, immagini, anticipazioni e poi…
Tutto qui?
La terza stagione di Game of Thrones è partita in sordina, con un episodio che stende sul tavolo molte carte, molti personaggi, non tutti del tutto appassionanti, ma al momento sembra andare avanti con il freno a mano tirato. Sono sicuro che crescerà, come era già accaduto alla seconda stagione, eppure manca ormai l’effetto sorpresa che aveva reso la season 1 qualcosa di davvero nuovo e sconvolgente all’interno non solo del fantastico mondo fantasy, ma anche del panorama seriale. Non è che GOT si starà standardizzando eccessivamente?


"Non bastava che fossi nano, ora sono pure sfigurato. Ma gli autori vogliono
proprio mandarmi a una puntata di Drammi micidiali del TG di Maccio Capatonda?"
Ma come se la stanno cavando i nostri prediletti?
Daenerys continua a volare basso insieme ai suoi little dragons, mentre per il nano fissato con le prostitute, non sto parlando di Silvio Berlusconi bensì di Tyrion Lannister, si preannunciano tempi sempre più grami e lo spumeggiante personaggio che abbiamo conosciuto nei primi tempi difficilmente tornerà. Quanto al giovane Jon Snow e alla sua rossa, ciuleranno finalmente sì o no? Eddaje.

"Bocca storta io? Bah..."
Tra i personaggi nuovi è arrivato Ciaran Hinds, attore che non sopporto e da cui non mi aspetto grandi cose.
Quella invece che potrebbe sparpagliare di più le carte in tavola sembra essere Natalie Dormer, attrice che con quella bocca storta possiede un fascino molto particolare e che interpreta la nuova fidanzatina del perfido Joffrey, da lei stessa definita la “Kate Middleton di Westeros”.
E poi ci sono un sacco di altri che in questa season premiere non si sono manco visti. Il problema di Game of Thrones è proprio questo: ci sono persino troppi personaggi e il rischio è quello di abbozzarne una marea e approfondirne pochi.
Delusione, allora?
È ancora presto per parlare di delusione vera e propria però, ora come ora, tra le serie sullo stesso genere, Vikings è più appassionante di Game of Thrones. Ebbene sì, l’ho detto.
(voto 7/10)

The Walking Dead
(stagione 3 completa)

Pazzeschi, questi dannati zombie. Più vanno avanti, e più diventano vivi.
La terza stagione di The Walking Dead è molto meglio delle prime due messe insieme. Nonostante i cambi di showrunner e di sceneggiatori e nonostante i molti personaggi odiosi sempre presenti, la serie è in miglioramento costante. Una fetta del merito va al miglior personaggione visto finora nell’intera serie. Parlo naturalmente del Governatore, un concentrato di cattiveria pura interpretato da David Morrissey, questo pacifico ometto inglese qui…


Che però per The Walking Dead è diventato così…


"Uffa, nell'uovo di Pasqua avrei preferito trovare una pistola..."
È lui ad aver dato una bella scossa alla serie e a farla sprofondare fino in fondo nel baratro della malvagità. Alla faccia degli zombie che al suo confronto appaiono persino tra i buoni della serie.
La stagione 3 ci ha poi regalato delle belle soddisfazioni facendo fuori alcuni personaggi davvero insopportabili. Non mi riferisco tanto a Lori, che sì proprio Miss Simpatia non era, ma se non altro era (ed è ancora quando appare nelle visioni di Rick) gnocca. Mi riferisco soprattutto all’inutile T-Dog, e poi - SCOOP DELL’ULTIMO EPISODIO ATTENZIONE SPOILERISSIMO - Andrea. L’odiosa Andrea.
A questo punto spero che facciano fuori anche Carol, quella tizia con i capelli bianchi che però credo gli autori abbiano intenzione di tenere visto che è molto più agghiacciante di qualunque zombie, e poi Carl. Il bimbominkia ammazzatutti Carl.
Quanto godrò quando verrà sbranato da un’orda di zombie affamati (cioè un’orda di zombie qualunque, visto che sono sempre affamati), oppure quando si troverà di fronte al Governatore?
Oltre al terzetto sopra citato, purtroppo se n’è andato anche Merle, il mitico Merle, la cui scomparsa ci ha regalato uno dei momenti più toccanti della stagione. E poi vabbè, è morto anche Milton, ma di lui a nessuno frega niente.

"A me puoi dirlo, Michonne: non sono i tuoi veri capelli quelli.
Indossi una di quelle parrucche da Gullit che andavano negli 80s, giusto?"
Quanto al resto, segnalo che la biondina Beth (Emily Kinney) e Maggie (Lauren Cohan) stanno diventando sempre più gnocche pur trovandosi in mezzo a un’Apocalisse zombie e a uno scontro da vecchio West tra Rick e il Governatore. Non proprio come essere in un centro benessere. Segnalo anche che la presenza degli zombie per l’economia della serie si sta facendo sempre meno importante. D'altra parte questo non è una serie horror vera e propria, quindi pazienza. Segnalo quindi che gli uomini appaiono sempre più crudeli di quei poveretti degli zombie, ma questo credo sia il messaggio più evidente dell’intera serie. Segnalo che Rick (Andrew Lincoln) più diventa pazzo e più mi sta simpatico. Segnalo che il personaggio di Michonne (Danai Gurira) è cresciuto con gli episodi ma l’impressione è quella che il meglio debba ancora offrirlo. Segnalo inoltre che a me è piaciuto particolarmente il season finale, dove si è evitato uno scontato scontrone finale tra Rick e il Governatore, che non avrebbe avuto molto senso visto che i due si erano già confrontati pochi episodi prima, e visto che eliminare uno dei due sarebbe stato prematuro. Nella quarta stagione se no poi cosa sarebbe successo? Avremmo visto Beth e Maggie pettinare la bambole zombie? Beh, la cosa potrebbe anche avere il suo fascino...
E segnalo infine che non ho ancora capito la forza di questa serie.
I dialoghi?
Ce ne sono persino troppi. Alcuni logorroici.
Le sceneggiature?
Qualche episodio è piuttosto originale, altri sono riempitivi.
I personaggi?
Bah, anche se ne fanno fuori qualcuno, non è che si senta troppo la loro mancanza.
Gli zombie?
No di certo. Sono giusto un pretesto.
E allora, qual è la grande forza di The Walking Dead?
Forse il fatto che più la guardi, e più ti rendi conto che il mondo in cui vivi non è poi così male, al confronto. Ci sarà anche la crisi, non ci sarà un Governo (e per fortuna nemmeno un Governatore), ma se non altro non ti devi guardare sempre alle spalle perché uno zombie può trasformarti nella sua cena o perché un bimbominkia come Carl ti vuole piantare un proiettile nel cervello.
(voto 8/10)

30 commenti:

  1. Carol deve rimanere, da brava bimbaminkia inside sono una feroce sostenitrice di una futura relazione tra lei e Daryl (la aspetto da 2 stagioni, hai visto mai che nella quarta...!).
    Per il resto, d'accordo con te su tutto tranne per Carl: l'anno scorso lo volevo morto, adesso il piccolo Chuck Norris in erba mi sta dando enormi soddisfazioni. Continua così, bimbo!

    GOT mi manca, devo essere l'unica sul pianeta ad avere trovato i libri incredibilmente ammorbanti e ad avere evitato la serie come la peste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carl deve morire.
      e basta :D

      Elimina
    2. d'accordissimo con babol su WD, non su GOT, che invece seguo da appassionata (ma non ho letto i romanzi)

      Elimina
  2. penso che l'eccesso di personaggi sia un problema dell'intero GOT. Purtroppo secondo me, mettono di mezzo troppa roba per consentire ad uno spettatore di seguire le puntate più "tranquille" senza confondersi o peggio ancora annoiarsi. Se da un lato anche solo nominare qualcuno rende la storia meno piatta, dall'altro si perdono un po' i filoni principali.
    concordo col tuo sette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me dovrebbero sfoltire un po'.
      nella prima stagione tutti i personaggi erano notevoli e fondamentali, adesso ne farei fuori tranquillamente diversi...

      Elimina
  3. Sì, è vero, GOT è iniziato molto al rilento, non succede davvero niente di niente, però che DIALOGHI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non sono un fan dell'action, quindi non mi lamento del fatto che non succeda un granché da quel punto di vista. ben contento che ci siano soprattutto dialoghi.
      però ci sono una miriade di personaggi e fargli fare una scenetta l'uno a episodio è un po' dispersivo...

      Elimina
  4. l'hai detto,Vikings ormai è diventato bellissimo e non si discute!!!
    Su game of thrones secondo me vi state preoccupando troppo, come mi è capitato di dire diverse volte nelle ultime ore il primo episodio è sempre introduttivo e la serie inizia a carburare tardi, non allarmatevi prima del tempo...Natalie Dormer è nata per fare la futura regina arrivista, è stata la migliore Anna Bolena di sempre!(si,molto molto più brava anche della tua amata Natalie Portman, sorry)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho vista in quel ruolo, ma non ci credo che qualcuno possa fare meglio di natalie (e non ho nemmeno visto il film con natalie :)

      Elimina
    2. fidati per una volta,la tua Natalie quella volta non è stata all'altezza della MIA Natalie.

      Elimina
  5. Mah, per me è tutto l'opposto. Non ci voleva certo The Walking Dead a farmi capire che il mio mondo va più che bene, oltre ad essere una valangata di clichè. 28 giorni dopo e Lost mescolati, il problema è che da due capolavori ne esce una cosa abbastanza triste. GOT è incasinato semplicemente perchè sintetizzano la storia, per cui o fai attenzione oppure amen, mica possono fare una serie per libro... E poi non ditemi che Tolkien (e Jackson) fossero facili, che mi arrabbio. Ci metti un pò, ma alla fine ricordi tutto. E poi: Vikings più appassionante di GOT, e andiamo, capisco il voler andare controcorrente come tutti i critici, però è indubbio che GOT è il capostipite di qualcosa che non esisteva, e poi gli intrecci sono fe-no-me-na-li.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 28 giorni dopo capolavoro? non esageriamo. i punti di contatto con the walking dead si fermano poi credo ai primissimi (spenti) episodi, dopo prende tutta un'altra piega e te lo dice uno che all'inizio questa serie non la sopportava.
      il fatto che game of thrones abbia avuto una prima stagione esplosiva non significa comunque che adesso debbano dormire sugli allori... :)
      vikings nella sua semplicità per il momento mi convince parecchio. pochi personaggi, tutti intriganti, mentre alcuni di quelli nuovi di game of thrones insomma...

      Elimina
  6. il mondo in cui viviamo non è così male? io chissà cosa darei per uccidere zombie tutto il giorno! mica sono un cucciolo radical come te che sta tutto il giorno a giocare con i conigli! ahah :D
    cmq bella stagione, anche se cazzo il finale è moscissimo... è come per dire : "volemose bene e mò ndo' cazzo andiamo?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido però sul fatto che Carl deve morire! :D

      Elimina
  7. Per Game of Thrones: io ho letto i libri e ti garantisco che questa stagione sarà l'equivalente emotivo di uno stupro di gruppo da parte di un branco di cavalieri e cavalli Dothraki.
    Per The Walking Dead: va bene l'humanitas ma io voglio anche ingegno, varietà e soprattutto un po' di trama tesa e turgida, dove sono finiti i finali badass di una volta? Grande serie, comunque.

    RispondiElimina
  8. Non seguo game of thrones quindi non posso giudicare, ma Walking si sta confermando come una delle serie più belle in assoluto e concordo con la recensione nel dire che gran parte del merito lo si deve al mitico Governatore, cazzo che personaggio e che attore, IMMENSO.

    PS: @ marco goi
    e' vero carl è odioso però in quest ultima puntata ha riguadagnato qualche punto, mi garba il fatto che stia diventando cattivo, che nella quarta stagione si possa alleare col governatore???? Non sarebbe male ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come cattivo carl non è minimamente credibile.
      io lo voglio in pasto agli zombie al più presto :D

      Elimina
    2. eh eh si in effetti dovendo scegliere lo preferisco anche io come dessert per gli azzannatori ;-)

      Elimina
  9. tutte le stagioni di Game of Thrones sono partite in sordina...e sono finite quasi allo stesso modo. ormai c'ho fatto il callo ma adoro lo stesso la serie. Speriamo almeno che Mastino butti giù dalla torre quel moccioso che sta al trono

    RispondiElimina
  10. TWD l'ho schifato dopo la prima serie, quindi a morte.
    GOT l'ho adorato ma sono fermo a un terzo della seconda e non c'ho voja de chiuderlo. Ci faccio un penserino.

    RispondiElimina
  11. Mi starà fregando la lettura del fumetto, ma TWD terza stagione è calato paurosamente... Ti posso assicurare che il day after Governatore ha spunti per altre dieci stagioni... Spero non allunghino il brodo con questo personaggio.
    Talmente contenta della fine di Andrea che ero più dispiaciuta per Milton e per Michonne che piangeva che per la biondina...

    RispondiElimina
  12. Vero l'inizio di GOT è moscino, ma credo sia fisiologico, si rifaranno, l'ho letto nelle fiamme.
    Il finale di WD è una mezza boiata, alla pari del finale di Fringe, purtroppo per Fringe non c'è rimedio, per WD si rimedia con la 4 season confermata. Io avrei ucciso il governatore all'incontro, sarebbe stato ancora meno scontato e non avrebbero trascinato la situazione, magari introducendo un nuovo cattivo per gli episodi della 4° stagione. Forse gli sceneggiatori non sanno come fare a crearne un altro e stanno allungando il brodo?

    RispondiElimina
  13. The walking dead mi aveva annoiato con il pilota e non l'ho più ripreso o continuato, quindi a priori sto con Game of thrones, che mi vedo stasera, tra l'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e come al solito fai male, visto che the walking dead è oggi probabilmente la serie più fordiana e western in circolazione....

      Elimina
  14. Mah, a me piacciono tutte e due e in egual misura, ma la 3x01 di GOT batte di brutto il finale della terza stagione di TWD, troppe puntate per un telefilm di quella stazza...

    RispondiElimina
  15. sii dovrei iniziare vikings.. però non potevamo aspettarci un grande inizio di stagione.. ricordiamoci che è tratto da un libro e che i libri non iniziano tutti con memorabili colpi di scena..
    a me è bastato vedere daeneys (fighissima) e son contento così

    carl l'ho odiato per due stagioni, ma questa terza l'ho rivalutato un sacco..

    RispondiElimina
  16. Inizio decisamente sottotono per GOT, hanno solo ripreso le fila e mostrato la situazione da cui ripartono i vari personaggi.. spero che presto si rimescolino le carte perché per il momento mi ha un po' smontato l'entusiasmo.

    RispondiElimina
  17. Why viewers still use to read news papers when in this technological globe all is accessible on net?



    Here is my web blog Online Games

    RispondiElimina
  18. It's really a great and helpful piece of information. I'm satisfied that you shared
    this useful info with us. Please keep us informed like this.
    Thanks for sharing.

    Also visit my web page :: Free Online Games

    RispondiElimina
  19. At this time I am going to do my breakfast, after having my breakfast coming over again to read
    additional news.

    my weblog; Free Online Games

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com