martedì 5 novembre 2013

BLANCANIEVES, LA RECENSIONE MUTA E IN BIANCO E NERO





















































Blancanieves
(Spagna, Francia, Belgio 2012)
Regia: Pablo Berger
Sceneggiatura: Pablo Berger
Cast: Macarena García, Sofía Oria, Maribel Verdù, Daniel Giménez Cacho, Inma Cuesta, Ángela Molina, Sergio Dorado
Genere: fiaba muta e in b/n
Se ti piace guarda anche: The Artist, Once Upon a Time, Biancaneve, Biancaneve e i sette nani
(voto 6,5/10)


16 commenti:

  1. A parte che la recensione è geniale, il film ce l'ho lì da vedere. Mi ci butto a pesce una di queste sere.
    Ho già detto che la recensione è un capolavoro? XD

    RispondiElimina
  2. Niente da dire sulla recensione (a parte che alcune scritte con quel font erano da illusione ottica ma posso capire il fascino del font). Solo una cosa. La matrigna dice: "Specchio, SERVO delle mie brame..."
    P.S.: Lo sai che nella primissimissimissima versione della fiaba colei a voler morta Biancaneve era la madre e non la matrigna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PROPRIO COSI'
      negli ultimi secoli sono circolate le versioni addolcite; ma all'inizio, nella notte dei tempi, era una tragedia che Edipo manco se la sognava!
      MADRE CONTRO FIGLIA: d'altra parte bisogna capirla, la madre; giorno dopo giorno vedeva la piccola attirare sempre più le attenzioni dei maschi... quella stessa smorfiosa a cui aveva appena tolto i pidocchi...

      Elimina
    2. la madre?
      e perché poi l'hanno cambiata con la matrigna?
      per addolcire il tutto?
      chi è stato a farlo per primo, la disney?

      Elimina
    3. No, sono stati gli stessi Grimm. Ci sono state diverse edizioni delle loro fiabe. Nella prima le fiabe erano intatte, loro non avevano fatto nessuna modifica. Poi con le diverse edizioni, hanno posto alcune modifiche alle fiabe.
      Per esempio sempre su Biancaneve e secondo l'ultima edizione, lei cadeva addormentata, il principe la vede e s'innamora e decide di portarla col feretro nel castello, ma durante il tragitto un sasso urta il feretro e il pezzo di mela viene sputato. così Biancaneve si sveglia. Nella primissimissimissima edizione il principe porta il feretro e c'è proprio un desiderio su Biancaneve che è una bambina e sembra morta!!!!!!! Il finale della madre/matrigna che viene invitata al matrimonio ed è costretta a indossare calzature roventi fino a morire è rimasto.
      Io ho trovato queste primissimissimissime edizioni in un libro di Jack Zipes intitolato Principessa Pel di topo

      Elimina
  3. Oddio questa cosa è geniale!!! Troppo...^_^

    RispondiElimina
  4. bellissimo post, ma The artist resta un buon film sopravvalutato. Blancanieves è di un'altra razza

    RispondiElimina
  5. Le scritte in Parchment: adoro! :D
    (anche la tua rece, by the way)

    RispondiElimina
  6. Un pò come la riedizione della recensione muta. Niente male, ma perde il confronto con l'originale. ;)

    RispondiElimina
  7. L'ho dovuta rileggere 3 volte da capo la recensione...
    Non riuscivo a finirla di leggere dalle risate!

    RispondiElimina
  8. Grande Cannibal.
    Recensione a livello di "Vita di Pi"
    bravo!

    RispondiElimina
  9. ASSOLUTAMENTE GENIALE ! Grande Cannibale ! :)

    RispondiElimina
  10. Non avevo notato che i nani erano 6... :D

    RispondiElimina
  11. Al di là del resto io sono del parere che questo sia un grandissimo film e rimando qui di seguito la mia scomposta -seppur non muta- recensione : http://are-steroid.blogspot.it/2013/11/blancanieves-di-pablo-berger-2012_6.html

    RispondiElimina
  12. C'è poco da fare, sei un genio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com