martedì 23 settembre 2014

GUIDA ALL'ACQUISTO DI UN DOMINIO PERSONALE PER IL PROPRIO BLOG





Grandissime novità qui su Pensieri Cannibali!
Finalmente ho comprato un dominio personalizzato e l'indirizzo ufficiale ora è:
www.pensiericannibali.com


Fine delle grandissime novità. Per il resto il sito resta sempre lo stesso. Decidete voi se questa è una cosa positiva o meno. Se seguite già il blog, se siete registrati alla mailing list, se l'avete tra i preferiti o tra i siti da evitare, nulla cambia. Il vecchio indirizzo http://pensiericannibali.blogspot.com reindirizza in automatico a quello nuovo.

Perché ho deciso di fare questo grande salto?
Perché a detta di addetti ai lavori, esperti o semplici amici, fa più sito professionale. Per me non c'è tutta 'sta grossa differenza e non mi metterò a guardare dall'alto in basso chi ha ancora un indirizzo con il blogspot, però prima o poi era un passo da compiere e mi sono finalmente deciso leggendo il post di Siboney su Diario di un'ex stacanovista, un blog che vi consiglio di seguire perché potrebbe cambiarvi la vita, o se non altro la vita del vostro sito.


Volete eliminare anche voi il .blogspot e rimanere solo con il .com, oppure il .it o il punto cosa diavolo preferite?
Vi spiego in maniera sintetica come fare.
Il mio blog esiste da anni ed è sempre aggiornato, ma in quanto a informatica o a linguaggio HTML vi assicuro che non ne capisco una cippa. Quindi, se ce l'ho fatta io, ce la può fare chiunque. Tranne forse chi non riesce manco ad accendere la tv come il mio blogger rivale Mr. James Ford, ma quello è un caso disperato.

Per prima cosa, dovete comprare un dominio.
So già cosa state pensando: UUUH, chissà quanto costa. Cannibal Kid l'ha acquistato perché è stato nominato ai Macchianera Awards e ormai c'ha i soldi che gli escono dal buco del c...
Non è proprio così. Registrare un dominio per fortuna costa poco. Io vi consiglio di comprarlo su Aruba. Non perché mi hanno pagato per fare pubblicità – se in futuro volessero farlo, li invito a contattarmi – ma perché io mi sto trovando bene e poi ho trovato una guida sul web per configurare l'indirizzo con Aruba. Inoltre hanno dei prezzi vantaggiosi: 1 dominio + la gestione DNS costa di solito 9,99 euro + IVA all'anno ma, se vi sbrigate, fino al 30 settembre 2014 c'è l'offerta a soli 5.99 euro + IVA all'anno. In pratica, con 7 euro annuali mi sono registrato www.pensiericannibali.com. Mi sembra un prezzo onesto.


Cosa fare nel dettaglio?
Andate su Aruba, selezionate Domini o Registrazione domini o quello che è, a questo punto verificate sulla stringa di testo in alto “Registra un dominio” se il nome del dominio che volete prendere tutto per voi è disponibile. Se sì, selezionate l'indirizzo che volete prima che vada a-ruba (scusate per l'agghiacciante battuta, ma non ce l'ho fatta a trattenermi) e seguite la procedura. Nel riepilogo finale, io ho tolto tutte le opzioni aggiuntive e ho tenuto il pacchetto Gestione DNS e basta (senza mail o altro): totale comprensivo di IVA: 7 euro e spiccioli all'anno. Si può pagare con carta di credito, bonifico bancario o anche con Paypal. Potete registrare il dominio per quanti anni volete, io l'ho fatto per 2, ma potete farlo anche solo per 1, tanto si può rinnovare in futuro.

Fase 1 finita. A questo punto vi arriveranno da Aruba la mail di conferma che vi siete registrati, con tanto di login e password per accedere ai servizi del sito, la mail di conferma dell'ordine, la mail relativa al pagamento, e poi la mail che vi dice che il vostro dominio “è stato attivato e sarà operativo nelle prossime 24 ore.” A questo punto aspettate almeno 24 ore, o anche di più. Siete stati per anni con l'indirizzo .blogspot, potete attendere ancora qualche ora.

Adesso è il momento di passare alla fase 2. Andate sul pannello di controllo del vostro blog, quindi su Impostazioni di base e qui su Pubblicazione. Il vostro solito indirizzo .blogspot.com non lo modificate. Cliccate invece sul link sotto che vi consente di aggiungere un dominio personalizzato. Qui inserite il dominio che avete comprato, senza http:// ma con il www davanti (io ad esempio ho inserito il mio nuovo dominio www.pensiericannibali.com). A questo punto vi compare un messaggio d'errore. Non bestemmiate! È normale. Dal messaggio di errore che vi compare vi copiate, ad esempio su Word, i codici CNAME che blogger vi dà. Segnateveli che vi serviranno! A questo punto cliccate su Annulla.

Ora andate sul pannello di controllo di Aruba e inserite login e password che Aruba vi ha fornito via e-mail. Una volta entrati nel vostro pannello di controllo personale, seguite passo a passo le preziose indicazioni fornite dall'ottimo sito PietroWeb, a partire da dove dice: PROCEDURA Mia DI CONFIGURAZIONE DNS ARUBA – BLOGGER.
Ci sono anche le figure che vi dicono cosa fare, quindi non potete sbagliare. Per quanto riguarda il secondo CNAME da inserire, mettete i codici che blogger vi aveva segnalato nel messaggio d'errore e che voi vi eravate appuntati come vi avevo detto di fare sopra.
Una volta fatto quanto vi dice la guida di PietroWeb, aspettate qualche ora. Uscite a farvi una birra e proseguite con la terza fase il giorno dopo. Affinché il server di Aruba aggiorni la vostra configurazione ci va infatti un po' di tempo, quindi non abbiate fretta.

Lasciate passare alcune ore, ora potete tornare sul pannello di controllo del vostro blog su Blogger. Andate su Impostazioni, quindi su Pubblicazione, quindi sulla scritta per aggiungere un dominio personalizzato. Aggiungete di nuovo il vostro dominio, come prima, solo che questa volta non dovrebbe comparirvi alcun messaggio di errore e tutto dovrebbe essere a posto. Il vecchio indirizzo reindirizzerà in automatico a quello nuovo e avrete finalmente un sito con il dominio che volete, senza .blogspot.com.
Se vi compare di nuovo un messaggio d'errore, invece, significa probabilmente che siete stati impazienti e, se lasciate passare alcune ore, tutto dovrebbe funzionare a dovere. In caso contrario, meglio se contattate PietroWeb, oppure l'assistenza di Aruba.

Raccontata così sembra una procedura lunga e complessa, in realtà se seguite i consigli miei e soprattutto di PietroWeb ce la potete fare senza problemi.
Se ci sono riuscito io, buon dominio personale a tutti!

50 commenti:

  1. Bueno!!!!!
    Spiegami però perché il tuo BLOGROLL CANNIBALE è sparito dal mio campo visivo
    Tisaluto.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello non c'è più, non so perché.
      spero che nei prossimi giorni venga riattivato...

      Elimina
  2. Tanti Auguri per questa novità!!! :)
    Segno questo post per quando, tra qualche anno, dopo tanta gavetta, anche io vorrò un dominio tutto mio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. segna pure questa guida per babbani alle cose inutili del web :D

      Elimina
  3. Ma... io non ho capito solo una cosa. A parte non avere più il .blogspot, che cosa cambia? Perché pensavo di farlo pure io ma.. a parte spendere qualche euro e dover rileggere tutto il tuo post non ci trovo grandi vantaggi. No? boh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì per favore ci spieghi perché fare il passaggio al dominio personale? Mi interessa parecchio. Grazie! :*

      Elimina
    2. perchè fa più figo.
      fine dei vantaggi :)

      Elimina
    3. Ok, lo sospettavo. Prima o poi lo faccio anch'io xD

      Elimina
    4. Nel mio caso era utile per accorciare un indirizzo del sito lunghissimo, ad esempio. Poi penso che un indirizzo semplicemente in .com o .it sia anche più "facile" da trovare per i motori di ricerca.
      Prima di fare il cambio mi sono letta alcune guide SEO e consigliavano proprio questa scelta ai fini delle ricerche ad esempio su Google.

      Elimina
  4. Ti ringrazio per il post! Semmai abbandonerò il mio blospot.it, passerò a rileggerlo.
    Neanch'io ho capito cosa comporta il passaggio, cioè ho capito che non comporta niente, però è vero che il .com fa più professionale. E bravo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, non comporta niente. però ora mi sento molto professional :D

      Elimina
  5. Lo vorrei cambiare pure io. Ti faccio una domanda difficile: Ma se oltre ad eliminare il blogspot, cambio la parte iniziale mi reindirizza ugualmente al mio blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, puoi scegliere il dominio che vuoi.
      puoi ad esempio scegliere l'indirizzo www.vivalapatata.com e, se non l'ha ancora preso nessuno, puoi farlo reindirizzare al tuo 50/50 thriller :)

      Elimina
    2. Ahah no pensavo qualcosa di più attinente al mio blog :P bene sn sempre più convinto dello spostamento, perché la prima parte del mio dominio c'entra anche meno del vivalapatata :D

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Viva la patata sicuramente avrebbe un casino di seguito.
      Me lo appunto, come titotolo ahahah

      Elimina
  6. Io ci sono affezionato e me lo tengo :)
    Però è vero: il ".com" crea tutt'altra atmosfera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto che atmosfera?
      ormai pensieri cannibali ha svoltato ahahah

      Elimina
  7. in questo momento hai tolto blogspot dall'indirizzo ma ancora dipendi da blogger e se Google decide di piantare baracca e burattini...so' cazzi
    il passo successivo è spostare tutto su un server personale basato su wordpress in modo che il sito ti appartenga completamente (operazione un po' più complessa e soprattutto più dispendiosa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per adesso sono contento così.
      e poi google deve proprio fallire?

      Elimina
    2. che fallisca Google è improbabile, intendevo dire che Google potrebbe decidere di chiudere la piattaforma Blogger

      Elimina
  8. Post utilissimo Goi, prima o poi lo faccio, ma in fondo non ho questo seguito da poter fare il figo!

    RispondiElimina
  9. Oooooh ebbravo il cannibale evvaiiii, chissà cosa dirà Ford adesso hihihi :D

    RispondiElimina
  10. Quindi vuoi fare il figo ancor più di quanto tu già non lo faccia dandoti le tue arie da radical, bravo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato la stessa cosa XD

      Marco scherzo, 6 uno dei miei Blogger preferiti! ma adesso che hai il dominio .com non so se puoi esserlo più. ...nel senso che non sei più proprio un blogger ;) il mio blogghino piccino al momento sicuramente non ha la necessità di traslocare, ma se capiterà salvo questo prezioso post per le info tecniche! Grazie ;)

      Elimina
  11. Molto professional si..io son ancora troppo piccolina per un passo del genere...

    RispondiElimina
  12. Bravo Cannibal! Pensa che io già da un anno ho comprato il dominio .it su Aruba, ma la fase due era ignota e non sapevo proprio come fare. Ora, grazie a questo tuo post illuminante, ci riprovo...sono una schiappa pure io con html e cose varie. Che vergogna!!! XD

    RispondiElimina
  13. per un blog avviato, figo e forte come il tuo, secondo me ci voleva il passaggio a sito vero e proprio :D

    RispondiElimina
  14. Capito a fagiolo, sto giusto in questo periodo risistemando il blog :-D

    RispondiElimina
  15. Mi hai convinto... quasi quasi lo compro pure io!!!!

    RispondiElimina
  16. Auguri per il passaggio a .com! In effetti comprare un dominio è semplice, io ricordo solo qualche piccola difficoltà nell'inserimento su Blogger del dominio ma alla fine ce la si fa... Bravo, ora però non ti montare troppo la testa! ;-D

    RispondiElimina
  17. Grazie e Tanti saluti da PIETROWEB :)

    RispondiElimina
  18. Una bella novità è che adesso risultando sito web e non blog,posso leggerti anche dal lavoro(abbiamo dei filtri che ci impediscono di visitare i blog)!!!
    Non riesco a commentare perchè se schiaccio commenta mi si blocca la pagina,ma almeno posso sbirciare ^^

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Salve, vorrei sapere se acquistare il dominio privato da associare a un blog hostato su blogger, è vantaggioso per le visite e l'indicizzazione delle pagine del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Baraddur, a livello di indicizzazione su Google negli ultimi tempi ho notato un miglioramento, non so però se sia dovuto al nuovo dominio.
      A livello di visite invece non mi sembra ci sia stata una grossa variazione. Diciamo che il .com anziché il .blogspot.com è una questione di facciata e di "prestigio", più che un reale vantaggio come visualizzazioni.

      Elimina
  21. Tenn., and could be so tough on her that she clashed at his relentlessness and struggled with his demands until later realizing it was all out of a love of maximizing her potential.Buffalo Bills flags,
    cheap Carolina Panthers flags,nfl sports flags

    RispondiElimina
  22. in queste prime gare. Giocherebbe Parolo in mezzo a copertura della difesa con Sturaro e Giaccherini interni.camisetas Valencia,
    camisetas AC Milan,Camisetas de futbol

    RispondiElimina
  23. https://www.amazon.it/occorre-culto-fallimento-dellItalia-cattolica-ebook/dp/B01EWVGC72/


    https://www.amazon.it/Sun-Myung-Moon-Sindrome-Piccolo-ebook/dp/B011HPKM2C/

    RispondiElimina
  24. This blog is so nice to me. I will continue to come here again and again. Visit my link as well. Good luck
    cara menggugurkan kandungan

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com