lunedì 28 novembre 2016

Let It Snowden! Let It Snowden! Let It Snowden!





Snowden
(USA, Francia, Germania 2016)
Regia: Oliver Stone
Sceneggiatura: Kieran Fitzgerald, Oliver Stone
Cast: Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Rhys Ifans, Nicolas Cage, Zachary Quinto, Melissa Leo, Tom Wilkinson, Joely Richardson, Timothy Olyphant, Scott Eastwood, Logan Marshall-Green, Ben Chaplin
Genere: informatico informativo
Se ti piace guarda anche: Il quinto potere, The Social Network, S.Y.N.A.P.S.E. - Pericolo in rete

Ho fatto richiesta all'ANSIA (Agenzia Nazionale Sicurezza Italiana Associata) per poter accedere ai dati riservati delle persone su Internet. Ho specificato che mi servivano per condurre “importanti analisi e ricerche per il mio blog Pensieri Cannibali”.
Loro mi hanno risposto: “Uhm... sì, ok, ci sembra una motivazione sufficientemente valida”. E così ora posso controllare in rete chi voglio in qualunque posto del mondo.

Chi guardare?
Diamo un'occhiata a quello che combina il mio blogger rivale, Mr. James Ford.
Vediamo la sua cronologia web: è andato sul suo White Russian, da buon egocentrico narcisista quale è, quindi su WWE.com, che speravo fosse un'associazione animalista e invece come prevedibile è un sito di wrestling, quindi è stato per circa 2 ore su www.beimaschionimuscolosi.org, e anche qui niente di sorprendente, e poi ha fatto un salto su www.bruttifilm.it, che credo sia il sito dove trova le pellicole di cui parlare sul suo blog.
Controlliamo la sua presenza sui social: su Facebook non è iscritto, su Twitter nemmeno, su Instagram figuriamoci, non ha manco WhatsApp sullo smart phone...

Certo che, se fossero tutti come Mr. James Ford, le preoccupazioni presentate da Oliver Stone nel suo ultimo film Snowden sarebbero del tutto vane. Nella pellicola si parla di come il governo degli Usa abbia controllato per anni il comportamento online di qualunque persona volesse. Non solo terroristi. Non solo criminali. Chiunque.


Con Ford però fallirebbero clamorosamente. Se, come teorizza Stone, un giorno il controllo dei dati online finisse nelle mani sbagliate, tipo quelle di un tiranno, la situazione potrebbe farsi parecchio allarmante. A salvare il sottomesso popolo della rete potrebbe allora esserci qualcuno che con Internet, computer e smart phone ha ben poco a che fare come Ford. Questa sì che sarebbe un'ipotesi preoccupante. Grazie tante, Oliver Stone!

"Attento a ciò che dici, Kid, che posso controllare il tuo telefono."

Tralasciando il mio blogger rivale, andiamo un po' a vedere cosa fa oggi Edward Snowden, il personaggio su cui è incentrato il film di Stone.
Snowden non c'è su Facebook, su Twitter o su Instagram e non ha manco un blog. Certo che questo è peggio persino di Ford!
Dopo aver guardato la pellicola a lui dedicata, la cosa in effetti non stupisce più di tanto. Con tutto quello che ha scoperto su cosa fa il governo americano alle spalle di noi poveri internauti ignari, viene proprio la voglia di sconnettersi dalla rete...

Naaah! Se no poi come passiamo il nostro tempo, se non possiamo comunicare al mondo intero quante volte al giorno andiamo in bagno e quali nuovi episodi di serie tv abbiamo visto mentre siamo in bagno?

Visto che in rete ormai è impossibile rintracciarlo, c'è un solo modo per saperne di più su Edward Snowden e su quanto gli è capitato. A dire il vero ci sono due modi. Il primo è recuperare Citizenfour, che si è aggiudicato l'Oscar 2015 di miglior documentario e che io colpevolmente non ho ancora visto. Il secondo è vedere Snowden, la pellicola di Oliver Stone che vi racconterà tutta la sua vicenda in una maniera di certo migliore di quanto potrei fare io qui. Qualcuno potrà dire che il docu è molto meglio della versione fiction e può anche darsi che abbia ragione, chissà?

"Fino ad ora questo post fa schifo, vediamo se adesso migliora..."
"Seeeh, figuriamoci!"

Io che ho visto soltanto la pellicola con Joseph Gordon-Levitt posso solo dire che, ancora una volta, non sono rimasto deluso da un lavoro di Oliver Stone, uno dei registi migliori nel raccontare la Storia recente degli Stati Uniti, in tutte le sue contraddizioni. Lo stesso cinema di Stone è ricco di contraddizioni: da una parte sa realizzare lavori adatti anche a un pubblico mainstream. Questo Snowden ne è la più lampante delle dimostrazioni visto che, nonostante il tema non semplice affrontato, non si perde troppo in nerdate e discorsi informatici – giusto in qualche momento – e riesce a essere un prodotto di intrattenimento solido e robusto, che rapisce dal primo all'ultimo istante, riuscendo a tratti a emozionare parecchio, in una maniera persino un pochetto ruffianotta. Per certi versi questo film è una ammereganata pazzesca. Dall'altra parte è però anche una critica feroce nei confronti del governo Usa, che non concede sconti a nessuno, tanto a George W. Bush quanto a Barack Obama. Inoltre innalza a eroe un personaggio come Ed Snowden, che molti negli Stati Uniti considerano un traditore della patria. Questa pellicola in pratica è un'americanata antiamericana e il suo bello è proprio questo.

L'altro suo bello è... Shailene Woodley. Qualcuno potrà dire che il suo personaggio è inserito così, tanto per rendere la visione appetibile anche al pubblico femminile, o in generale a quello interessato più ai risvolti sentimentali che non a quelli informatici e socio-politici, e probabilmente anche in questo caso avrà ragione, però ben venga. Attraverso la storia d'amore, è possibile indagare più a fondo dentro Snowden come persona, e non solo come genio informatico e tecnico della CIA. Con questo stratagemma, che può essere considerato una furbata per ammiccare al grande pubblico, passa inoltre con più efficacia anche il messaggio di Snowden come rivoluzionario anti-sistema, ATTENZIONE SPOILER visto che rinunciare a un'agiata vita in compagnia di Shailene per denunciare il comportamento scorretto del governo Usa non è mica da tutti. FINE SPOILER


Adesso però, già che l'ANSIA mi ha fornito gli accessi, andiamo un po' a stalkerar... volevo dire a dare uno sguardo più da vicino a quello che combina Shailene Woodley sul suo computer.
Ecco qua che ho scovato un suo video...



Ma...
ma hey, non è un video piccante, mannaggia!
È solo un video in cui viene arrestata perché stava partecipando a una manifestazione pacifica al fianco dei Sioux, per protestare contro la realizzazione di un oleodotto in North Dakota che li danneggerebbe. Certo che questa qua è impegnata a livello sociale e politico proprio come nel film.

"Guarda, ho sgamato un video di Shailene Woodley senza veli."
"Dove, dove??? Fammelo vedere subito!!!"
"Hey Ed, ma tu non eri il paladino del diritto alla privacy?"

Chissà dove l'ha scovata una tipa così, uno come Edward Snowden.
Considerando che con gli accessi forniti dall'ANSIA l'unica cosa che sono riuscito a trovare su di lui è il suo contatto su WhatsApp, chiediamoglielo un po'...


Cannibal Kid
Buongiorno Ed. Posso chiamarti Ed?
Sono Cannibal Kid, un giornalista del The Guardian Italian Tarocco Version, volevo chiederti una cosa importantissima.


Edward Snowden
Buongiorno Kid. Posso chiamarti Kid?
Sarò felice di rispondere a qualsiasi tua domanda. Voi giornalisti del Guardian siete stati molto importanti per me, di voi mi fido.
Che cosa vuoi sapere?
Qualche nuova rivelazione sui servizi segreti americani e sul loro sordido e illegale modo di violare la privacy delle persone di tutto il mondo?

Cannibal Kid
Ma no, Ed, chemmenefrega a me di quello?
Volevo chiederti una cosa molto più importante: ma dove l'hai conosciuta una come Shailene Woodley, una fotografa amatoriale bella, simpatica, intelligente, impegnata socialmente e che nel tempo libero fa pure l'insegnante di lap dance?

Edward Snowden
Mi spiace, Kid, ma questa è un'informazione troppo riservata.
Non posso proprio rivelartelo.


Cannibal Kid
Dici sul serio?
Tu che non puoi rivelare qualcosa??? 😮


Edward Snowden
Ci sei cascato!
Stavo scherzando, naturalmente. 😆
Non mi sono fatto problemi a sputtanare l'amato governo per cui lavoravo, vuoi che sia capace di mantenere un segreto tutto per me?
Shailene l'ho conosciuta sul sito geek-mate.com.


Cannibal Kid
Ottimo, grazie Ed!
Adesso ti saluto che vado su 'sto sito a cercare la mia personale Shailene.



Edward Snowden
Buona fortuna, Kid.
E stai attento a quello che combini su Internet.
Ci stanno osservando!


Cannibal Kid
Sì, certo, Ed.
Come no?
Sei proprio un paranoico senza speranza.
Quelle sono cose che succedono solo nei film, lo sanno tutti!
(voto 7+/10)

6 commenti:

  1. anche a me è piaciucchiato, il tuo titolo mi ha fatto capire le vere intenzioni di Olivero Pietra, parlarci dei pericoli del Natale ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Film che non ho visto, ma ho apprezzato un casino il tuo post :D

    RispondiElimina
  3. Ne parlerò fra poco pure io, per ora -sempre se non mi hai già spiato tramite l'ANSIA- posso solo dire che la penso diversamente, su Shailene come sul film ;)

    RispondiElimina
  4. Per milioni di motivi questo film mi interessa moltissimo, spero di riuscire a vederlo a breve!

    RispondiElimina
  5. Devo ancora vederlo, ma devo rivelarti che hai azzeccato solo wwe.com, dunque ti consiglio di cambiare i tuoi servizi segreti! ;)

    RispondiElimina
  6. Ne scrissi poco tempo fa su Sentireascoltare. Purtroppo l'ho trovato assai deludente. Non nella sua critica al sistema governativo americano, ma nello stile cinematografico, troppo anonimo e banale per uno come Oliver Stone. Ci si aspettava la retorica che solitamente contraddistingue il suo cinema, ma speravo almeno in un racconto impostato in maniera più originale (se non altro proprio perché così simile a Citizenfour - altro paragone che mi viene in mente è quello tra Man on Wire e The Walk, dove Zemeckis riusciva a tradurre in immagini - tridimensionali - la poesia del doc su Petit).

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com