lunedì 24 aprile 2017

Tredici ragioni per non perdere 13 Reasons Why





Tredici
(stagione 1)

Titolo originale: TH1RTEEN R3ASONS WHY
Rete: Netflix
Serie creata da: Brian Yorkey
Tratta dal romanzo: 13 di Jay Asher
Cast: Dylan Minnette, Kathleen Langford, Miles Heizer, Alisha Boe, Christian Navarro, Brandon Flynn, Justin Prentice, Ross Butler, Devin Druid, Amy Hargraves, Derek Luke, Kate Walsh, Brian d'Arcy James, Michele Selene Ang, Ajiona Alexus, Josh Hamilton


1
È una serie teen, ma non è una serie scema. E trovare serie teen non sceme non è roba da tutti i giorni. Ve lo dice uno che di serie teen sceme se ne intende e gli piacciono pure, quindi credeteci. Era forse dai tempi della storica My So-Called Life che non vedevo una serie adolescenziale così profonda e matura e così poco teen e scema. Che poi questo se andiamo a vedere è anche il suo difetto principale, per fortuna uno dei pochi.



2
Bullizza il tema del bullismo, offrendo una rappresentazione della vita liceale dura e spietata, come un Mean Girls molto meno comedy. A tratti esagerando, forse, ma riuscendo comunque a risultare parecchio realistica. Non capita così spesso di trovare prodotti del genere. Mi vengono in mente giusto il film Elephant di Gus Van Sant e la seconda ottima e sottovalutata stagione di American Crime. Solo che qui in 13 Reasons Why il coinvolgimento è ancora più alto e la tensione thriller cresce episodio dopo episodio.



3
Non ci sono vampiri, licantropi, zombie, maghi e supereroi.
No, nemmeno uno tra questi.

"In compenso ci sono le musicassette...
Hey, un momento: cosa sono le musicassette?"


4
Ha una colonna sonora cool che alterna bene brani di oggi a cult del passato. Non un cool fighetto, o troppo studiato da risultare hipster. Ogni canzone suona solo semplicemente perfetta per quella determinata scena.

"Oh mio Dio, le musicassette! Ma dove siamo finiti, nel Medioevo?"


5
Ha un'atmosfera da Le regole dell'attrazione remixato con Il giardino delle vergini suicide con l'aggiunta di una spruzzatina di Donnie Darko che – non so voi – ma a me me gusta. Un sacco.



6
È una serie prodotta da Selena Gomez. E Selena Gomez va amata incondizionatamente per tutto ciò che fa di buono per il mondo. Peccato solo che non compaia nemmeno in un episodio.



7
Il protagonista maschile principale è il figlio di Jack di Lost e tutto ciò che riguarda Lost, ora che la serie è finita da diversi anni, fa venire un certo senso di nostalgia che si va ad aggiungere al senso di inquietudine che provoca la vicenda narrata, e così è davvero difficile restare indifferenti a 13 Reasons Why. Può provocare sensazioni anche poco piacevoli, ma se non altro non può lasciare indifferenti.



8
A livello narrativo è raccontata attraverso due piani temporali differenti ed è vero che, da Lost in poi, circa il 50% delle serie tv in circolazione ha compiuto la stessa scelta narrativa, solo che qui l'alternarsi tra presente e passato è sviluppato particolarmente bene.



9
È una serie incentrata su una ragazza scomparsa ma, a differenza di Twin Peaks e di tutti i prodotti che ha ispirato, qui la domanda non riguarda chi l'ha uccisa, bensì il motivo per cui lei ha deciso di togliersi la vita. Il motivo, o meglio i 13 motivi che è intrigante (oltre che inquietante) scoprire.



10
Kate Walsh è fenomenale. Chi l'avrebbe detto, ai tempi di Grey's Anatomy? Sarà che all'epoca per recitare al fianco di Ellen Pompeo e Patrick Dempsey ha probabilmente dovuto abbassare i suoi livelli. Lo spin-off incentrato sul suo personaggio, Private Practice, si era poi rivelato il peggior prodotto con lo zampino della grande Shonda Rhimes mai realizzato. Ed è vero che già nella prima stagione di Fargo la Walsh si era fatta notare, però qui è davvero inaspettatamente grandiosa.



11
È una serie cui affezionarsi piano piano. I primi due episodi ad esempio non è che mi avessero convinto più di tanto. Dal terzo in poi invece ho cominciato a essere risucchiato dall'angosciante storia e dai tormentati personaggi, e con la quinta puntata (quella del ballo studentesco) me ne sono innamorato totalmente. Questo è ciò che succede solo con le serie davvero valide, non come quelle che si bruciano tutte le idee col pilot e poi non hanno più niente da dire.



12
Se vi state chiedendo: “Ok, ma c'è figa?”.
La risposta è: “Non è la serie più piena di figa della Storia, non è Baywatch, però sì, un po' di figa c'è. E c'è pure un bacio lesbo!”.



13
13 Reasons Why è così bella che fa star male.
Decidete voi se questa è una ragione valida per iniziare a vederla, oppure per decidere di non guardarla mai.
(voto 13/10)


8 commenti:

  1. Più ci penso, purtroppo, e meno mi è piaciuta.
    Di una paraculaggine esagerata, e Hannah (sono un mostro, lo so) l'ho trovata davvero odiosa nel colpevolizzare tutto e tutti. Sembrava una vendetta, la sua. E il pressappochismo, secondo me, porta a prendere alla larga (ma non alla leggera) un tema delicato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di collaborazione con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi, e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, ha lanciato l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

      1) Incantesimi d'amore
      2) Incantesimi di amore persi
      3) Divorzio Incantesimi
      4) Incantesimi di matrimonio
      5) Incantesimo legante.
      6) Incantesimi di rottura
      7) Sfilare un Amore passato
      8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
      9) vogliono soddisfare il tuo amante
      Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
      Tramite drogunduspellcaster@gmail.com

      Elimina
    2. Theresa mia, ma ce l'hai sempre con me, eh?!

      Elimina
  2. Mi accodo a Mr Ink, Hannah odiosa ed esagerata anche nell'ottica dell'ormonosità adolescenziale, Clay troppo tonto, la storia presenta punti un po' contraddittori che mi hanno allontanato dall'emotività. Il tema delicato secondo me non può permettersi questi scivoloni.

    RispondiElimina
  3. Non so bene per te a quale voto corrisponda 13/10, però posso dire che anche a me questa serie è piaciuta abbastanza, intrigante sin dal primo episodio e molto più profonda di quanto possa sembrare all'apparenza.

    RispondiElimina
  4. Questa volta sono dalla tua parte e non in quella di Michele, incredibile.
    Sofferente e davvero capace di mettere in scena dubbi, problemi, crisi dell'adolescenza, ma anche del rapporto in famiglia. I riferimenti ai film che ricorda sono tutti azzeccati, e abbiamo avuto lo stesso approccio, con i primi due episodi visti in lentezza e con qualche perplessità -più sul minutaggio- per poi divorare tutto per sapere e scoprire, e rimanere con tanta amarezza e profondità da smaltire.

    RispondiElimina
  5. Ne stanno parlando tutti, sono molto curioso di scoprire cosa accadrà quando prossimamente passerà al Saloon.
    Io confido in un ritorno ai tempi delle Blog Wars. Vediamo che succede.

    RispondiElimina
  6. 13/10 è il voto giusto! Stavolta siamo totalmente d'accordo, carissimo :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com