lunedì 13 maggio 2019

La diseducazione di Cannibal Kid





I kissed a girl, and I liked it. Mi stavo baciando con una ragazza, quand'ecco che mi hanno prelevato e portato via. Senza manco fare in tempo a ribattere qualcosa. Mi sono ritrovato all'improvviso in un centro di conversione. Un centro di conversione per eterosessuali. Avevo già visto qualcosa del genere, ma solo nei film e si trattava di terapie di conversione per omosessuali. È quanto avevo assistito in Boy Erased - Vite cancellate di Joel Edgerton con lo stesso inespressivo Joel Edgerton e con Lucas Hedges, un film un po' troppo tradizionale, ruffianotto e da Oscar per i miei gusti. E a quanto pare troppo ruffianotto e non abbastanza da Oscar persino per l'Academy, che alla pellicola non ha sganciato manco mezza nomination. Nemmeno per comprimari di lusso, e qui parecchio svogliati, come Nicole Kidman e Russell Crowe.


Decisamente più nelle mie corde l'altra pellicola recente dedicata allo stesso tema. La diseducazione di Cameron Post, diretto da Desiree Akhavan con stile indie e Sundance, non a caso è stato presentato in concorso al Sundance Film Festival 2018, impreziosito da un ottimo cast guidato dalla giovane star Chloë Grace Moretz e che comprende anche John Gallagher Jr. (quello della sottovalutata serie The Newsroom) e le sempre più promettenti Sasha Lane (rivelazione del film American Honey) e Quinn Shephard (idola de Il sole a mezzanotte - Midnight Sun). Il tutto accompagnato da una piacevole ambientazione anni '90 e da una valida colonna sonora.


Mio malgrado, sono così stato costretto a iniziare la terapia di conversione per eterosessuali. Tra i “docenti” di questa struttura figurano nomi altisonanti come quelli di Platinette, Vladimir Luxuria e Alfonso Signorini.


Come ospite internazionale è atteso anche Ricky Martin, sempre che non sia già troppo impegnato con Amici di Maria De Filippi. Tra i vari “corsi” da seguire c'è quello di ballo, in cui vengono suonate unicamente le hit di ABBA, Lady Gaga e Madonna. Cosa che devo ammettere non mi dispiace più di tanto. C'è poi il corso di cinema, in cui un posto d'onore viene occupato dalla visione di film come I segreti di Brokeback Mountain. Nella versione integrale, non quella proposta da Rai 2. Pure in questo caso non posso certo lamentarmi.

Dopo qualche giorno in questo centro di conversione, ho finalmente potuto parlare con il megadirettore galattico della struttura, Cristiano Malgioglio.


“Come mai mi avete rinchiuso qua dentro?” gli ho subito chiesto.
Lui mi ha risposto: “Siamo nel 2019. Una volta non era accettato essere gay. Adesso non è accettato essere un semplice comune noioso eterosessuale. A te ti hanno beccato mentre ti facevi una ragazza, e ciò non va mica bene”.
Al che io gli ho fatto: “Veramente non è che fosse proprio una ragazza-ragazza. Lei si sente una ragazza, vuole essere considerata una ragazza, si fa chiamare come una ragazza, Lara, ma non ha ancora completato del tutto la transizione anatomica. Tecnicamente quindi è ancora un ragazzo, sebbene sembri del tutto una ragazza, ed è pure una bella fighetta, me lo lasci dire. Ha presente il film Girl, una visione davvero potente, soprattutto nella parte finale?”
”.
“Ecco la Girl che ho baciato è lei... cioè lui... cioè, non so come si possa definire di preciso senza che nessuno si offenda o si senta discriminato...”


Aaah, ma dovevi dirlo subito. In tal caso puoi essere considerato anche tu un po' omosessuale, o comunque bisessuale, o forse pansessuale. O meglio... come si chiamano quelli a cui piacciono i trans? Quelli come Lapo e Marrazzo. Ecco, non so se ci sia una definizione più scientificamente corretta di questa. Puoi quindi considerarti esonerato dalla nostra terapia e puoi andartene a casetta tua”.
“Perfetto. Anche se devo confessare che un po' mi dispiace: mi stavo trovando bene qua insieme a voi, soprattutto a livello cinematografico e musicale. Prima di lasciarvi comunque posso chiederle ancora una cosa?”
Certo cara, volevo dire caro. Chiedimi tutto quello che vuoi. E intendo proprio TUTTO...
“Ehm, no, non è una richiesta di quel tipo. Più che altro è una curiosità che ho. Ho sentito dire che anche il cantante Povia è stato portato in uno di questi centri di conversione. È vero?”
Non è del tutto corretto. Lui è stato sì rinchiuso in un centro di conversione, ma non per eterosessuali. Si trova in un centro di conversione per stupidi. A quanto pare però nel suo caso non sembra proprio esserci alcuna possibilità di recupero”.



Boy Erased - Vite cancellate
Regia: Joel Edgerton
Cast: Lucas Hedges, Russell Crowe, Nicole Kidman, Joel Edgerton, Joe Alwyn, Xavier Dolan, Troye Sivan, Cherry Jones Flea
(voto 5,5/10)

La diseducazione di Cameron Post
Regia: Desiree Akhavan
Cast: Chloë Grace Moretz, Sasha Lane, Forrest Goodluck, John Gallagher Jr., Jennifer Ehle, Kerry Butler, Quinn Shephard
(voto 6,5/10)

Girl
Regia: Lukas Dhont
Cast: Victor Polster, Arieh Worthalter, Olivier Bodart, Tijmen Govaerts
(voto 7,5/10)


7 commenti:

  1. Girl bellissimo, delusione esagerata Cameron Post e per me molto solido Boy Erased, con una aria da thriller che comunica perfettamente il disagio e la paura del buon Hedges.

    RispondiElimina
  2. Mi fa strano -e anche un po' paura- che nel 2019 ci sia ancora bisogno di fare film a tema conversione/transizione per smuovere coscienze e aprire al dialogo. Detto questo, a modo loro, mi sono piaciuti tutti. Intenso Boy Erased -nonostante Crowe-, molto indie e dalla chiusa perfetta Cameron Crowe e doloroso Girl.
    Quanto al tuo centro di conversione mi ci sarei trovata perfettamente anch'io tra musica e film :)

    RispondiElimina
  3. Questo è un annuncio pubblico per tutti coloro che vogliono vendere un rene, abbiamo pazienti che hanno bisogno di un trapianto di rene, quindi se siete interessati a vendere un rene, contattateci sulla nostra email all'indirizzo iowalutheranhospital@gmail.com
    Puoi anche chiamarci o scriverci su whatsapp al +1 515 882 1607.

    NOTA: la tua sicurezza è garantita e il nostro paziente ha accettato di pagare grandi somme di denaro a chiunque accetti di donare un rene per salvarlo. Speriamo di sentirti, così puoi salvare una vita.

    RispondiElimina
  4. Ho visto solo Boy Erased di questi e sono d’accordo con te, un film fatto apposta per gli Oscar ed è talmente ovvio che anche l’Academy l’ha snobbato 😂 Girl lo guarderò sicuramente

    RispondiElimina
  5. Boy erased lo voglio vedere! Al cinema me lo sono perso, devo recuperarlo in DVD...

    RispondiElimina
  6. Boy erased l'hai come sempre per le cose interessanti sottovalutato, mentre gli altri li segno, voglio scoprire se le nostre "classifiche" sono opposte! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com