domenica 29 agosto 2021

Serial Killer: le serie dell'Agosto 2021 da iniziare o da lasciar perdere

 

Un mese caldissimo. Non sto cercando di rubare il mestiere ai meteorologi, anche se potrebbe essere un'idea. Sto parlando delle proposte televisive di queste settimane estive che, tra novità assolute e serie che amavo giunte al termine, hanno regalato varie cose interessanti da vedere.




Serie Top ðŸ‘

Al nuovo gusto di ciliegia (Brand New Cherry Flavor)
(stagione 1)

Da piccolo, ebbi un brutto incidente che mi confinò a letto per quasi un anno. La cosa peggiore fu non poter andare al cinema. Il cinema era la mia religione, era tutto per me. Quindi, mi immaginavo i film che volevo vedere dall'inizio alla fine”.

È questo ciò che dice uno dei personaggi nell'episodio pilota di questa nuova serie Netflix. Brand New Cherry Flavor è proprio il film, o meglio la serie TV, che io mi immaginavo nella mia testa, anche senza essere confinato a letto, e che ora è diventata realtà.


Dentro ci sono tutte cose che mi piacciono: è ambientata negli anni '90 a Los Angeles più per la precisione nel mondo del cinema, ha un'ottima e non scontata colonna sonora con pezzi non troppo noti del decennio, sembra scritta da Bret Easton Ellis e diretta da David Lynch, è onirica e visionaria ma allo stesso tempo ha una trama che si riesce a seguire senza che il cervello esploda, c'ha un pizzico di cattiveria vendicativa stile Una donna promettente, e ci sono pure un sacco di gattini miii che dolci. Per quanto tutt'altro che perfetta, Brand New Cherry Flavor è una visione nuova di zecca davvero gustosa. Se dovessi pensare a una serie che vorrei vedere, francamente non riuscirei a immaginare di meglio.

"Adoro questa serie... intendevo dire: miao."


Heels
(stagione 1, episodi 1-2)

Friday Night Lights con il wrestling al posto del football. Se devo “vendervi” Heels in pochi secondi, me la gioco così. Il ring in cui si disputa questa nuova serie non è quello milionario della WWE, bensì quello più poraccio del wrestling di provincia. La vita della “white trash” americana che sogna una via di fuga attraverso i combattimenti di due fratelli lottatori (Stephen Amell di Arrow e Alexander Ludwig di Vikings): uno è il buono, quello per cui tutti fanno il tifo, l'altro è il cattivo, quello che la gente ama veder perdere. Nella realtà, invece, le cose sono diverse e una volta scesi dal palcoscenico... pardon dal ring, forse il fratello cattivo è quello buono, e viceversa.


Lontano dalle atmosfere più ironiche di GLOW, recente serie sul mondo del wrestling femminile anni '80, Heels ci scaraventa dalle parti di un dramma umano che ricorda Sons of Anarchy e per il rapporto di rivalità sportiva e non solo tra due fratelli One Tree Hill, oltre al già citato Friday Night Lights e ai film The Wrestler con Mickey Rourke e Una famiglia al tappeto con Florence Pugh. Uno spettacolo avvincente e vero anche per chi, come me, non è certo un fan di quella pagliacciat... ehm, di quell'inno alla finzione che è il wrestling.


Mr. Corman
(stagione 1, episodi 1-4)

Joseph Gordon-Levitt è uno dei nomi più imprevedibili in circolazione a Hollywood. Ha iniziato a farsi conoscere come attore bambino nella sitcom Una famiglia del terzo tipo, è diventato una star del cinema indie con film come (500) giorni insieme, Mysterious Skin, Hesher è stato qui e 50 e 50, ha preso parte a titoli celebri come Inception, Il cavaliere oscuro - Il ritorno e Looper, ha esordito alla regia con un'anti-romcom originale come Don Jon, è diventato uno specialilsta nei biopic con The Walk su Philippe Petit (l'uomo che ha camminato su un cavo d'acciaio fra le Torri Gemelle) e con Snowden su Edward Snowden (l'ex dipendente della CIA che ha rivelato diverse informazioni governative segrete), ha la faccia da bravo ragazzo, ma anche uno sguardo triste che sembra aver ereditato da Heath Ledger, con cui aveva recitato in 10 cose che odio di te, ed è pure un musicista e cantante di talento. Poi, proprio quando sembrava sul punto di raggiungere la fama interplanetaria e fare incetta di Oscar, è sparito nel nulla, o quasi.


Adesso scopriamo che non è che se ne sia stato a girarsi i pollici. Stava preparando Mr. Corman, una nuova serie TV da lui creata, scritta, diretta, prodotta e interpretata. La storia di un insegnante delle elementari in crisi esistenziale. Non un lavoro autobiografico, ma si sente che Mr. Gordon-Levitt dentro a Mr. Corman ha messo tutto se stesso. Proprio come il suo creatore e protagonista, è imprevedibile, con un notevole potenziale e dopo i primi episodi non si sa dove andrà a parare. Credo però che sarà bello scoprirlo.


Pose
(stagione 3)

Se c'è una serie TV che in questi anni mi ha fatto capire il vero concetto di famiglia, è Pose. Alla faccia di tutti i Pillon e Adinolfi di questo mondo, il gruppo formato da vari personaggi trans e gay afro-americani e latini nella New York a cavallo tra gli anni '80 e '90 è riuscito a dare vita a una delle famiglie più belle e unite, malgrado divisioni e contrasti non siano certo mancati, mai viste sul piccolo schermo. Altroché i Camden di Settimo cielo.


Pose si è chiusa con una terza stagione ricca di emozioni forti, episodi e scene memorabili. Tra le varie creature seriali di Ryan Murphy, forse quella complessivamente più riuscita dai tempi di Nip/Tuck. Dall'adorabile Blanca (credo il personaggio più buono non in maniera stucchevole che abbia mai visto) allo stiloso Pray Tell, passando per la scatenata Elektra Evangelista, ci ha regalato numerosi personaggi da portare nel cuore anche ora che il viaggio si è concluso. Con un sacco di lacrime, ma pure con un sorriso di speranza nell'umanità. Grazzie.




Serie Flop ðŸ‘Ž

Nove perfetti sconosciuti (Nine Perfect Strangers)
(stagione 1, episodi 1-4)

Nine Perfect Strangers. Titolo alternativo: Nine Perfect Assholes. Tratta da un romanzo di Liane Moriarty, l'autrice di Big Little Lies, questa nuova serie racconta di un gruppo di persone che partecipa a un ritiro spirituale di 10 giorni in una Spa di lusso, che si chiama Tranquillum House, ma in cui potrebbero accadere delle cose non proprio tranquille, gestita da una ridicola misteriosa guru russa.

Chi più chi meno, i protagonisti di questa nuova serie sono tutti incasinati, quindi in teoria si potrebbe anche entrare in connessione con loro. Solo che sono anche quasi tutti piuttosto o parecchio irritanti, quindi amarli e provare compassione per loro e per i loro problemi è dura. A loro 9 si aggiunge poi Nicole Kidman in versione santona new-age che appare in scena circondata da una luce che manco Barbara D'Urso.

"Col cuore!"

Se da una parte Nine Perfect Strangers intriga e fa venire curiosità di vedere cosa succederà ai partecipanti di questa specie di Grande Fratello psicologico, dall'altra è troppo patinato e glaciale per emozionare e convincere in pieno, o solo vagamente. Per il momento, il mio giudizio è un grosso MAH. L'impressione è quella di assistere a TV spazzatura mascherata da prodotto di qualità con grandi attori e una confezione impeccabile, ma magari mi sbaglio. Magari è solo TV spazzatura e basta.


Invincible
"Tu meriti di avere una serie supereroistica tutta per te."
"Ma vai a quel paese tu e le serie supereroistiche."

Io e i supereroi non ci prendiamo proprio. Pure con questa serie animata da altre parti tanto celebrata non è scattato l'amore. Anzi, non ho proprio capito cosa c'abbiano visto di così originale o interessante. Dopo aver guardato il primo episodio, non ho trovato manco mezzo motivo per proseguire nella visione. WandaVision a parte, l'unica cosa che per quanto mi riguarda resta Invincible è il mio odio verso i supereroi e tutto ciò che li riguarda.


Turner e il casinaro - La serie

Il film con Tom Hanks non era abbastanza?
Cosa abbiamo fatto di male per meritarci pure questo?

P.S. Viva le serie con i gatti, abbasso quelle con i cani!

Ecco un'altra celebre serie con protagonisti cani

 

Guilty Pleasures del mese 😎
Non ho mai... (Never Have I Ever)
(stagione 2)

Love, Victor
(stagione 2)

Piacevoli, divertenti, ispirate, profonde (a modo loro). Never Have I Ever e Love, Victor non saranno due serie fondamentali o fenomenali, ma continuano a fare il loro dovere di intrattenimento non scemo a dovere. Avanti così.



Cotta del mese ðŸ˜
Leila Farzad (I Hate Suzie)

I Hate Suzie è una serie britannica con protagonista una grandiosa Billie Piper. Ne avevo parlato lo scorso mese dopo aver visto i primi 4 episodi e il consiglio di recuperarla è ancora più forte dopo aver guardato anche i 4 successivi (il sesto in particolare è eccezzziunale veramente). Se la protagonista Suzie nonostante il titolo sa farsi apprezzare, l'idola totale della serie è però la sua migliore amica Naomi. A interpretarla è Leila Farzad, attrice inglese di origini iraniane molto affascinante e talentuosa, oltre che con una naturale propensione per l'ironia, di cui credo sentiremo parlare ancora. Inseritela in ogni serie di prossima produzione e nessuno si farà male.




Episodio del mese ðŸ‘Œ
"L'uccello magico n.2 - Magical Bird #2", S04E08 (Atypical)

Cos’è successo a Simone Biles alle Olimpiadi di Tokyo? Un buon modo per capirlo è guardare l’ottavo episodio della quarta e ultima stagione di Atypical. Una serie che ha come protagonista Sam, un ragazzo con la Sindrome di Asperger. Oltre a trattare il tema dell’autismo in maniera sensibile, ma pure con una buona dose d’ironia, la serie ha il pregio di regalare dei bei ritratti anche di tutte le persone che ruotano intorno alla sua vita. La mia preferita è Casey, la sorella di Sam, una giovane promessa dell’atletica.


ATTENZIONE SPOILER
Nell’ottavo episodio della stagione 4, Casey ha una “crisi di coscienza”. Come Papa Ratzinger, solo che la sua religione è la corsa. O come Simone Biles in queste Olimpiadi. Quando la reclutatrice di un’università prestigiosa viene a vederla, lei resta ferma sui blocchi di partenza e decide di lasciare l’atletica. Troppa pressione. Ha cominciato a odiare ciò che più amava fare ed è corsa via, letteralmente. Per una persona che ha vissuto all’ombra del fratello, che ha sempre ricevuto tutte le attenzioni in famiglia, stare sotto i riflettori non è naturale. C’è chi sogna di diventare una star, e chi vuole solo una vita da mediano, a recuperar palloni. Sto davvero citando il Liga??? 😱
FINE SPOILER

Questa è una piccola grande lezione di vita, una delle tante insegnate da Atypical. Ora che è finita, mi mancherà un sacco. Mi mancherà Sam, mi mancherà soprattutto Casey, mi mancherà persino Paige, l’irritante fidanzata del protagonista. Insomma, mi mancheranno tutti. Trovare delle buone serie oggigiorno non è una cosa così atipica. Trovarne una cui affezionarsi così tanto lo è.




4 commenti:

  1. Brand New cherry Flavor la sto guardando anche io, ovviamente con i miei tempi biblici, e mi sta piacendo parecchio, soprattutto perché lei è davvero cazzutissima. E poi ci sono un sacco di gatti bellissimi u.u

    RispondiElimina
  2. Non ho mai, quest'anno, mi ha annoiato tantissimo. Starò invecchiando?
    Segno subito le tue top (soprattutto la horror). Delle altre sto vedendo Nine Perfect Strangers: un meh con un bellissimo cast (Shannon grandioso). Ieri, invece, ho iniziato quella con Steve Martin e Selena Gomez: sembra un gioiellino, con una New York profondamente alleniana sullo sfondo.

    RispondiElimina
  3. Invincible assume un senso dal secondo episodio in avanti, quando prende forma il vero (e sorprendente) villain della serie.

    RispondiElimina
  4. GET OUT OF FINANCIAL MESS WITH THE HELP OF drbenjaminfinance@gmail.com

    I have been in financial mess for the past months, I’m a single mum with kids to look after. My name is REBECCA MICHAELSON, and am from Ridley Park, Pennsylvania. A couple of weeks ago My friend visited me and along our discussion she told me about DR BENJAMIN OWEN FINANCE of (drbenjaminfinance@gmail.com); that he can help me out of my financial situation, I never believed cause I have spend so much money on different loan lenders who did nothing other than running away with my money. She advised, I gave it a try because she and some of her colleagues were rescued too by this Godsent lender with loans to revive their dying businesses and paying off bills. so I mailed him and explain all about my financial situation and therefore took me through the loan process which was very brief and easy.. After that my loan application worth $78,000.00USD was granted, all i did was to follow the processing and be cooperative and today I am a proud business owner sharing the testimony of God-sent Lender. You can as well reach him through the Company WhatsApp +19292227023 Email drbenjaminfinance@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com