sabato 7 maggio 2022

Figa, in città è arrivato il Batman





The Batman

Figa, in città è arrivato il Batman. Quale città?
Boh, non riesco a capire se siamo a Milano o a Gotham City, in fondo si assomigliano, entrambe avvolte nella scighera come sono. In tutto il mondo lo chiamano solo Batman. Qua a Milano invece lo chiamiamo il Batman. Anche se, più che il solito Batman pieno di danè playboy e cummenda, figlio di un baùscia, sembra un incrocio tra il Kurt Cobain e lo Sherlock Holmes.

"Veramente, più che altro io mi ispiro ai My Chemical Romance"

Nonostante il regista e sceneggiatore Matt Reeves abbia dichiarato di essersi ispirato soprattutto al Kurt, finisce per ricordare soprattutto lo Sherlock. Anzi, lo Sherlock gli fa una pippa. Figa, com'è che il Batman capisce subito tutti gli indizi e risolve immediatamente ogni indovinello? Chi è, Mandrake?

Nei panni del Batman darkone c'è il Robert Pattinson. Sì, quello che faceva il vampiro fighetta, l'Edward Cullen di Twilight. Uno che non deve aver mai preso un giorno di sun in vita sua. Figa, quasi quasi per Natale gli regalo un abbonamento al mio solarium, e anche una bella scorta di crema protezione children che se no mi si scotta il bel visino, povera stella. Té, ciapa lì 'sta crema.

"Ricordo che una volta da piccolo presi il sole... cioè, sì, insomma, forse."

Poi c'è il Pinguino, che mi ricorda qualcuno...
Sul serio è il Colin Farrell? Ma che ha fatto? Il Pinguino se l'è mangiato per breakfast?
Nonostante la sua impressionante trasformazione fisica, il personaggio finisce presto nel dimenticatoio. Dopo un po' comunque ho capito chi mi ricorda. Più che il Colin Farrell, sembra il Robert De Niro imbruttito.


Chi non è imbruttita di certo è invece la Zoë Kravitz, la figlia del Lenny. La novella Catwoman. Ho sempre avuto un debole per i gatti, ma lei li batte tutti.


Il villain principale della pellicola è l'Enigmista, quello che fa tutti gli indovinelli che il Batman risolve in un nanosecondo. Mi viene il doubt che siano un po' troppo semplici. Roba che sulla Settimana Enigmistica non troverebbero mai spazio. Figa, quello sulla giustizia ad esempio l'ha risolto pure un pirla come il sottoscritto che non ha mai azzeccato un indovinello in vita sua.

L'Enigmista dovrebbe provare a fargli l'inganno della cadrega. Voglio vedere se il Batman riuscirebbe a superare anche quello.

"Che sonno!
Ma non finisce più 'sto film?"

Nella sua parte c'è un Paul Dano che sinceramente mi aspettavo più inquietante, invece finisce per essere più che altro insipido. A 'sto punto ho preferito l'Enigmista sopra le righe interpretato da uno scatenato Jim Carrey in Batman Forever di Joel Schumacher. A dirla tutta, ho preferito Batman Forever in generale a questo The Batman eccessivamente ambizioso e serioso.

"Anche io ero serioso!"

No, non gli ho preferito pure il catastrofico Batman & Robin, però questo The Batman m'è sembrato partire bene, e poi diventare sempre più inconcludente e sfiancante. Tre ore di film su un uomo pipistrello sono davvero troppe. Anche solo un'ora e mezza sarebbe bastata per 'sto cinecomic emo, un vorrei essere Seven ma non posso.


Esteticamente ha il suo fascino da bello e dannato, il Batman, solo che la sceneggiatura è ben poca cosa, ricca com'è di dialoghi banalotti, personaggi senza spessore e una trama thriller dallo sviluppo prevedibile.

Siamo quindi ben lontani dal Capolavoro di cui hanno starnazzato alcuni, e siamo pure lontani da Il cavaliere oscuro che, complice la pazzesca interpretazione di Heath Ledger, resta sempre un gradino sopra gli altri batmovies e di cui questo pare giusto una brutta copia.


The Batman ha comunque un indubbio merito: aver fatto conoscere “Something in the Way” e più in generale i Nirvana a una nuova generazione di bimbiminkia.

Per il resto, ma va a da' via i ciapp, faccia da pirla mascherata!
(voto 5/10)




5 commenti:

  1. A me, a sorpresa, piaciuto moltissimo. Cupo e disperato, lontano dai blockbuster e anche dagli sbadigli impegnati di Nolan.

    RispondiElimina
  2. La smettessero di pensare che da malati di serie TV ci va bene anche starcene in poltrona per 3 ore di film, magari poteva uscirne un capitolo più asciutto e quindi più riuscito.
    L'universo dark e realistico della DC mi è affine, ma il Batman, alla lunga, stanca.
    Ringrazio, però, per i brividi di Kurt.

    RispondiElimina
  3. I due Batman di Schumacher a me erano piaciuti proprio per la vena fumettistica che avevano, così colorati e trash come se fossero una versione aggiornata della serie tv.

    RispondiElimina
  4. Per me, "solo" un bel film. Ma passato un mese e ne ho più che altro un ricordo abbastanza sbiadito...

    RispondiElimina
  5. ทดลองเล่น Pg slot ฝาก 20 รับ 100 ฟรีที่ pg slot สัมผัสประสบการณ์ที่ความเพลิดเพลินแล้วก็ความเพลิดเพลินกันอย่างจุใจไปกับเกมสล็อตกว่า 500+ทำให้เกมสามารถปฏิบัติงานก้าวหน้าผ่านเว็บไซต์

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com