giovedì 13 dicembre 2012

Colpi di fulmine cinematografici

Uno scatto di Mr. James Ford. Da giovane.
Il Natale si avvicina, contenti?
Sì?
Sicuri?
Allora forse dimenticate che il Natale non è un periodo particolarmente positivo, almeno non nei cinema italiani. È infatti pronta ad arrivare un’infornata di pellicole per tutta la famiglia, di commedie cinepanettose, più qualche altra ciofeca gratuita così, come bel regalo sotto l’albero. Insieme a una serie di uscite da maledire Babbo Natale, le sue renne, i suoi elfi aiutanti e pure il mio nuovamente rivale Mr. James Ford, che maledirlo è sempre cosa buona e giusta, arriva però anche qualcosina di interessante.
Vediamo cosa, con la solita carrellata sui film in uscita questo weekend in Italia in versione doppio audio: da una parte i saggi suggerimenti cannibali, dall’altra le farneticazioni di un Ford tornato cattivo. Certo, cattivo quanto può esserlo un duro dal cuore tenero come lui...

"Ciao Ford, sono il tuo regalo di Natale.
Da Cannibal Kid, con tanto affetto!"
Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato di Peter Jackson
Il consiglio di Cannibal: un viaggio aspettato
Una cosa che mi sono sempre chiesto è: ma perché il romanzo di J.foR.R.d Tolkien The Hobbit in Italia l’hanno tradotto Lo Hobbit e non ad esempio L’Hobbit o Hobbit e basta?
A parte questo mio dubbio esistenziale, il ritorno nella Terra di Mezzo insieme a Peter Jackson fa piacere, visto che la trilogia del Signore degli anelli è stata qualcosa di notevole. Però io guardo sempre con un po’ di diffidenza ai sequel o in questo caso ai prequel. Considerando pure che la pellicola è stata sdoppiata in due parti per raddoppiare gli incassi, un po’ di odore di operazione commerciale si sente. Comunque, più che un viaggio inaspettato, mi sa che ci si può aspettare un viaggio molto in stile Signore degli anelli e probabilmente senza enormi sorprese. Come quando capita di andare su WhiteRussian e sai già che sarà un’esperienza terribile peggio che finire a Mordor buahahah!
Il consiglio di Ford: un ritorno atteso.
Finalmente è tornato. No, non lo hobbit. Non Peter Jackson. Bensì il vero Ford, pronto a spedire il Cucciolo eroico a calci nel culo dritto indietro nella Contea. Ora, la trilogia de Il signore degli anelli è una delle poche cose in grado di mettere d'accordo il sottoscritto e quel pappamolle del Cannibale, quindi questo prequel dal sapore vagamente commerciale potrebbe rivelarsi una lieta sorpresa di fine anno: certo, mancano le battaglie e l'epicità della saga precedente, eppure se lo spirito dovesse restare lo stesso de La compagnia dell'anello - il mio preferito senza dubbio dei film tolkeniani di Jackson - non mi dispiacerebbe affatto.
E poi, c'è Gollum. Mica Cannibal!

"Uff, ma perché accettiamo consigli di moda da Ford?"
La parte degli angeli di Ken Loach
Il consiglio di Cannibal: basta che non sia la parte di Ford
Mi piace la britannicità di Ken Loach, sebbene il suo eccessivo (neo)realismo non me lo faccia amare particolarmente come nel caso del mio (vecchio)realista rivale Mr. Ford.
Una visione comunque di certo la merita e finora, nella settimana delle uscite natalizie, questo si sta rivelando un viaggio inaspettato, con ben due pellicole interessanti. Continuerà così o finiremo dalla parte degli angeli a un inferno cinematografico manco Ford avesse organizzato una maratona dedicata ai “film” interpretati dal nano più celebre del Belgio dopo il Manneken Pis?
Il consiglio di Ford: dalla parte di Ford, uniti contro Cannibal.
Di quest'ultimo film di Loach - polemiche per il rifiuto al Festival di Torino a parte - ho sentito parlare e letto solo bene, quindi ho grande fiducia che possa rivelarsi una di quelle visioni di fine anno in grado di ritagliarsi uno spazio all'interno delle classifiche dei prossimi Ford Awards: inoltre, Loach normalmente da il suo meglio quando si mette a confronto con storie molto sociali e neorealiste come questa. Quindi allargate le spalle e preparate a far "piovere pietre" su quella testa di rapa del Cucciolo.

"Un Natale senza er cinepanettone? Ma er Forde me muore!"
Colpi di fulmine di Neri Parenti
Il consiglio di Cannibal: meglio essere colpiti da un fulmine vero
Ed eccolo, il cinepanettone non-cinepanettone dell’anno. Quest’anno il classico Natale a… non ci sarà, visto che il progetto di un Natale a Lodi non è riuscito a convincere i produttori. Al suo posto arriva però una pseudo commedia romantica di quelle classiche con Christian De Sica. L’unica cosa da fare è sperare in un flop totale, così non solo ci leviamo dalle pall… dalle scatole i cinepanettoni veri, ma pure quelli finti.
A voi lettori invece tocca sorbirvi ancora un po’ i De Sica & Boldi della blogosfera, (per ora) più resistenti persino dei cinepanettoni.
Il consiglio di Ford: colpite il Kid con un fulmine.
Ogni anno io ci spero, con tutto il cuore. E ogni anno vedo le mie speranze disilluse.
Basta cinepanettoni, finti o no. Piuttosto, prometto, mi sparo una maratona di film cannibali e non li
prendo neppure a bottigliate. Ma questa roba, per favore, basta.



Tutto tutto niente niente di Giulio Manfredonia
Il consiglio di Cannibal: niente niente, grazie grazie
Una volta mi piaceva anche, Antonio Albanese. Ai tempi di Mai dire gol e pure del suo esordio cinematografico Uomo d’acqua dolce, che non era malaccio. Dopo aver visto Qualunquemente però non ce la faccio. Sto male al solo pensiero di dovermi sorbire di nuovo una pellicola con Cetto La Qualunque. Buone le intenzioni di prendere per il culo il sistema politico italiano, ma purtroppo la realtà supera di gran lunga il personaggio di fiction di Albanese e quindi oltre a non far ridere, mette addosso solo una gran tristezza. Non proprio il massimo, per un film comico.
Quest’anno ho già fatto dei sacrifici, per la gioia di Ford ho guardato ben 2 film con Jean Claude Van-Damme (JCVD e I Mercenari 2), ma una nuova pellicola con Albanese proprio no!
Il consiglio di Ford: Ford è tutto, Cannibale niente.
Nonostante abbia una discreta stima di Albanese, trovo che ormai il suo macchiettismo stia diventando piuttosto irritante. Avevo digerito molto faticosamente Qualunquemente, dunque credo che questo nuovo capitolo delle avventure di Cetto finirà senta troppe cerimonie nel dimenticatoio. In fondo, roba interessante da recuperare - anche non uscita qui nella disgraziata Terra dei cachi - ce n'è in abbondanza.

"Ho un sogno: un film con protagonisti Ford e Cannibal.
Ho già anche il titolo: I soliti idioti!
L'hanno già fatto? E sta arrivando pure il sequel?
Ho un altro sogno: la smetto di fare film!"
L’innocenza di Clara di Toni D’Angelo
Il consiglio di Cannibal: il silenzio dell’innocenza
Non solo arrivano due film comici presumibilmente molto poco comici e molto poco film, non solo è tornato il Sauron de’ noantri a oscurare i cieli della politica e dell’economia, ma l’Italia questa settimana ci regala pure una pellicola pseudo autoriale di cui facevamo volentieri a meno. Purtroppo il paese è e sarà sempre questo, certe cose non cambieranno mai, Mr. Ford continuerà a lottare travestito da wrestler anche se ormai gli acciacchi dell’età gli permetterebbero a mala pena una partita con l’XBox, e filmetti trascurabili del genere arriveranno nelle solite due sale e poi spariranno senza lasciare traccia. This is Italy.
Il consiglio di Ford: Clara que no.
Ovviamente non poteva passare una settimana senza che la distribuzione nostrana ci deliziasse con l'ennesima proposta da bottigliare e che presumibilmente vedranno soltanto - sotto costrizione - i parenti
stretti di chi ci ha lavorato. Penso che per un istante abbandonerò la crociata contro il Cucciolo ammazzavampiri per unirmi a lui in modo da porci a selezionatori delle pellicole made in Italy. Sarebbe un buon modo per snellire la rubrica e non farci venire troppo sangue amaro per questa robaccia.

"E' tornatooo? E ci sarà pure gente che lo votaaa? Ancoraaa?
Meno male che noi viviamo ventimila leghe (non nord) sotto i mari..."
Sammy 2 - La grande fuga di Ben Stassen
Il consiglio di Cannibal: facciamo un fugone, sì!
Natale è alle porte, vuoi non fare uscire una pellicoletta d’animazione dedicata a tutti i bimbetti fordiani d’Italia?
Onestamente, ammetto la mia ignoranza e confesso di non sapere dell’esistenza di un Sammy 1. Con tranquillità, faccio finta di niente e fuggo alla grande. Questa settimana non solo, e non tanto, scappo da Ford, ma da Sammy 2, dai Cinepanettoni 2 e, soprattutto, da Silvio 2.
Silvio 2?
Silvio 10, semmai, o a che numero siamo arrivati? Ormai è una saga più lunga e spaventosa di quella di Nightmare…
Il consiglio di Ford: scappate da quest'oceano di schifezze!
Già il primo Sammy era più triste e patetico della più spenta e mestruata delle Katniss Kid, figuriamoci questo numero due, che già dal trailer si presenta come una di quelle cose in grado di far vomitare anche i bambini tanto da costringervi a chiamare l'esorcista anche la notte di Nachele.
Evitatelo come la peste. O come il Cannibale. Ahahahahahahah!

28 commenti:

  1. sento le voci.
    nel senso che entro nel tuo blog e si attiva l'audio di nonsochecosa.
    Ma davvero è uscita così poca roba che - ken loach a parte - nemmeno voglio vedere?
    La fine del mondo è vicina.
    Ma non è detto che io ci arrivi viva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. boh, io non sento niente...
      magari era l'audio di una pubblicità
      o più probabilmente senti davvero le voci :)

      Elimina
  2. Lo Hobbit tutta la vita e sicuramente sulla fiucia.
    Il resto o non è uscito da me, oppure è fuffa (vedi il finto cinepanettone e Sammy la tartaruga sminchia).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tartaruga Sminchia non ispira manco i miei nani, il che è tutto dire. Il resto direi che è noia...nonostante Lo Hobbit.

      Elimina
  3. Lo Hobbit su tutti,
    La parte degli angeli mi dice qualcosa ma non sono sicuro: merita per davvero cucciolo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non lo so, non l'ho ancora visto.
      per gli amanti del british come me non dovrebbe essere male, anche se dall'altra parte mi puzza un po' di fordianata :)

      Elimina
    2. nel dubbio lo recupero va...

      Elimina
  4. La mia teoria è che sia stato tradotto come "Lo Hobbit" perche si dovrebbe leggere con la h aspirata. Ad esempio anche hardware sarebbe piú corretto se preceduto da "lo" perche andrebbe letto con la h aspirata.

    Teoria mia ovviamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. teoria interessante, ma lo hardware non se pò sentì! ahah :D

      Elimina
  5. Come dicevo dal "giovine" Ford :) l'obbbit sicuro. Loach, boh!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giovine ford!
      ahahah
      eddy, ti sei aggiudicato il premio per la battuta della settimana ;)

      Elimina
  6. Anche questa settimana non c'è nulla che mi ispiri in particolare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il periodo di natale è particolarmente tragico, per le uscite cinematografiche...

      Elimina
  7. Potrò vedere lo Hobbit solo lunedì: cavolo sto fremendo!!!
    Per il resto: Concordo su quell'orrore di Sammy...
    Per il cinepanettone di "De Sica", se devo essere sincero guarderei solo la parte di Lillo e Greg: che sembra divertente (anche se scontata)

    RispondiElimina
  8. HOBBITTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT!
    Dopo anni di attesa finalmente ce l'abbiamo fatta: ok neanche io ero una super entusiasta della moltiplicazione dei film da uno a TRE (non due Cannibal!) perchè dovrò attendere 2 anni per chiudere il cerchio e non potrò acquistare il doppio cofanetto dvd come avevo preventivato, ma a maggior ragione che stavolta Palermo ( AKA THE END OF THE WORLD) sarà una delle poche città a proiettarlo con L'HFR 3D volete che me lo perda?

    Volevo piuttosto condividere con voi il tradimento che Ciak ha ordito contro di Me, spedendomi per abbonamento la copertina col TRIPLO CETTO LA QUALUNQUE invece che quella con Lo Hobbit....VENGEANCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. addirittura tre film? ma all'inizio non dovevano farne uno solo?
      allora mi puzza ancora di più di operazione commerciale...
      e ciak ha fatto un tripla copertina per cetto?
      mi puzza troppo di più di operazione commerciale ahah :D

      Elimina
  9. Credo che sia il natale peggiore della storia sotto il punto di vista dell'offerta nelle sale.

    Voglio expendables 3.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Expendables 3. Parole sante Alessandro!

      Elimina
    2. expendables? oddio, anche no grazie! :)

      Elimina
  10. Quella di Gandalf è una delle migliori didascalie della storia della rubrica.
    Comunque, nonostante la minaccia della fine del mondo e del nano maledetto, la prossima settimana cercherò di essere cattivo quanto basta per procurarti un bel Nachele da incubo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oserei quasi dire che è una delle migliori didascalie della storia delle didascalie ahaha :)

      Elimina
  11. It's remarkable to visit this web page and reading the views of all friends concerning this piece of writing, while I am also keen of getting knowledge.
    My web site :: kids fishing

    RispondiElimina
  12. We're a bunch of volunteers and opening a brand new scheme in our community. Your site offered us with useful info to work on. You've performed an
    impressive task and our whole community might be thankful to you.
    My web page Web Hosting

    RispondiElimina
  13. We're a bunch of volunteers and opening a brand new scheme in our community. Your site offered us with useful info to work on. You've
    performed an impressive task and our whole community might be thankful to you.
    My web page :: Web Hosting

    RispondiElimina
  14. This post is truly a nice one it helps new internet people, who are wishing in
    favor of blogging.
    My webpage ... 404 Not Found

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com