venerdì 1 febbraio 2013

COGAN IL BARBARO

Cogan - Killing Them Softly
(USA 2012)
Titolo originale: Killing Them Softly
Regia: Andrew Dominik
Cast: Brad Pitt, Scoot McNairy, James Gandolfini, Ben Mendelsohn, Richard Jenkins, Ray Liotta, Sam Shepard
Genere: criminale
Se ti piace guarda anche: Chopper, Slevin, RockNRolla

Bla bla bla blablabla bla bla bla blablabla discorsi noiosi blablablabla cazzate politiche finto impegnate che vorrebbero dire tutto sugli Stati Uniti di ieri oggi e domani in realtà non dicono nulla che non sapessimo già da tipo due secoli blablabla bla bla bla bla sparatoria in slow motion perché fa figo bla bla bla bla bla bla bla bla pezzo di Johnny Cash già suonato in mille altri film e serie tv migliori di questo bla bla bla bla bla bla bla bla bla altri discorsi infiniti che vorrebbero essere come quelli di Tarantino ma col piffero che sono altrettanto divertenti arguti illuminati spassosi geniali bla bla bla bla blablablablablaaaa altra sparatoria con un pezzo retrò che pure questo fa molto Tarantino ma Tarantino di serie B ma che dico? di serie Z bla bla bla bla blaaa e ci mettiamo dentro pure un attacco a tutto il sistema America e pure a Obama che lui non ha cambiato niente change un cavolo bla bla bla bla gli Stati Uniti sono governati dai soldi bla bla ma guarda se non arrivava il regista Andrew Dominik dall’Australia mica lo sapevamo bla bla bla bla bla bla e ci vuole un’ora e mezzo di film per dircelo tra un bla bla e un altro bla bla e pure l’autoradio e le tv non smettono di fare bla bla e c’è pure blad Brad Pitt bla bla e fa il figo e non è che si deve sforzare tanto per fare il figo perché lo è di suo anche se in quella pubblicità di Chanel non sembrava tanto figo ma sembrava imbalsamato bla bla però qui invece torna a fare il figo ma non il figo figo come quando faceva Tyler Durden in Fight Club bla bla bla bla bla bla e parlano ancora quanto e più che in Lincoln bla bla e poi arriva pure James Gandolfini quello dei Soprano e per qualche momento salva il film dalla noia e salva il giovane dallo stress e dall’azione cattolica e a proposito di Zucchero e di gente che ruba lo stile agli altri e cerca di farla franca ma non la fa franca l’ho già detto che il regista di Cogan Andrew Dominik cerca in tutti i modi di copiare Tarantino? bla bla e si vede benissimo anche perché non è che va a copiare un regista di nicchia polacco che nessuno conosce ma copia Tarantino e copiare Tarantino era di moda negli anni Novanta poi tutti si sono resi conto che non si poteva copiare Tarantino perché il suo stile è irreplicabile e chi lo copia fa solo la figura dello Zucchero della situazione e non c’è niente di peggio che fare la figura dello Zucchero della situazione o delle pecore beeeh beeeh ed è proprio ciò che capita qui con Andrew Dominik qualcuno gli spieghi che non sarà mai come Tarantino e laddove i dialoghi di Tarantino sono folgoranti i suoi a me suonano solo come un vuoto inutile bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
bleah
(voto 4/10)

"Tutto il bla bla bla ti è sembrato inutile? Vediamo se preferisci questo, Cannibal..."



Scusate, mi sono confuso. Avevo sbagliato video...



18 commenti:

  1. ah ah ah ah!
    sai già che non sono d'accordo perchè a me il film è piaciuto, però questa è la stessa recensione che mi era venuta in mente per Lincoln! Poi, siccome sono troppo buona, mi tenni! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lincoln al confronto di questo mi è sembrato quasi una visione adrenalinica, figurati ahah :D

      Elimina
    2. ma smettila!!!!
      ah ah ah ah ah

      Elimina
  2. GENGNEGNE NON sento LALALALAlAlAlAlA....Appena ci metto le mani sopra ti so dire che ero molto incuriosito e invece m'è scivolato tra le dita, per intanto non ti credo.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. ah sì?
      a me era venuto in mente anche hulk cogan, ma il blog chicken broccoli aveva già pensato a qualcosa di simile...

      Elimina
  4. Il titolo è geniale.
    Peccato che, per il resto, come al solito tu non abbia capito una ceppa. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vedi!?! Lo SAPAVO.Menomale che ci sei te!

      Elimina
    2. la prima riga del tuo commento è geniale, ford.
      peccato che come al solito tu abbia esagerato e aggiunto una riga di troppo. ;)

      Elimina
  5. Davvero brutto. Si ha la netta impressione che dal film manchi almeno un'ora e mezza abbondante di film (e credo sia effettivamente così, su pressioni dall'alto). - Bartleby Corinzio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma meno male, che se durava 3 ore non so se reggevo fino alla fine :)

      Elimina
  6. Spero almeno che non sia più noioso de La talpa.....

    RispondiElimina
  7. La cosa curiosa è che, secondo alcune riviste specializzate di cui non faccio il nome (Film-TV), la famosa battuta "L'America non è un paese ma è un business", viene citata come migliore battuta cinematografica 2012. Ah, il film non l'ho ancora visto, sebbene il Brad Pitt versione bad guy mi sia sempre piaciuto, vedi "Fight Club" e "Kalifornia".

    Namaste

    RispondiElimina
  8. non ho visto il film ma sicuramente questo post è meglio! sono quasi collassato!

    RispondiElimina
  9. conciso ed efficace, grazie di salvarci dall'ennesima chiavica :)
    la vita è troppo breve per passarla guardando film schifosi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com