giovedì 17 ottobre 2013

ESCAPE PLAN – FUGA DAI CINEMA




La stagione cinematografica stenta a entrare nel vivo. Se i distribuitori italiani si risparmiano d’estate per tenere in caldo le grandi uscite per l’autunno, finora non l’hanno dato molto a vedere. Anche questa settimana sono infatti ben poche le uscite interessanti, forse a mala pena una. Per il resto, si preannuncia un weekend all’insegna del trash più sfrenato, con il ritorno della scoppiatissima accoppiata di residui bellici anni ’80: il sottoscritto Cannibal Kid e il suo blogger rivale Mr. Ford?
No, sto parlando di Stallone & Schwarzenegger.

"Ford, Silvio... che state aspettando? Vi vogliamo qui con noi dietro alle sbarre."
Escape Plan – Fuga dall’inferno di Mikael Hafström
Il consiglio di Cannibal: questo film è l’Inferno cannibale
Stallone e Schwarzy di nuovo insieme e questa volta entrambi protagonisti?
Cos’è, un sogno erotico di MrFord che si materializza?
O è un desiderio che ha chiesto al Genio della lampada?
Ford, adesso di desideri te ne restano soltanto altri due, e uno mi sa che l’hai sprecato per veder realizzata quella che si preannuncia come una delle minchiatone più clamorose dell’annata cinematografica, il triste canto del cigno di due ex icone di un tipo di cinema fortunamente relegato nel passato. Più che un film, una celebrazione della brutta recitazione. Più che una pellicola, un vero Inferno.
Il consiglio di Ford: meglio regnare all'Inferno, che servire il Cannibale!
Stallone. Schwarzenegger. Insieme.
Devo aggiungere altro?

"Ti prego, Dio Moccia, fa che Cannibal & Ford non parlino male del nostro film."
Una piccola impresa meridionale di Rocco Papaleo
Il consiglio di Cannibal: una grande impresa vederlo
Dio, cos’ho fatto di male che mi punisci così?
Non bastavano Stallone e Schwarzenegger insieme, mi devi pure mandare un film con l’odioso Rocco Papaleo?
Ma perché? Sono stato troppo cattivo con Ford, ultimamente?
D’ora in poi cercherò di essere più buono, ma solo se mi prometti che per Natale mi porterai una Emma Watson.
Ah, non sei Babbo Natale?
E vabbè, ma tra di voi divinità VIPs vi conoscerete, quindi mettigli una buona parola per me.
Il consiglio di Ford: un'impresa non bottigliarlo.
Rocco Papaleo. Really?
Dopo Basilicata coast to coast. Really?
Potrei lussarmi la spalla a furia di bottigliate. Passo.

"Tu sei Harry Potter, quello che non voleva farsi Hermione!"
"Chiii? Io??? Ma figurati, hai sbagliato persona."
Giovani ribelli – Kill Your Darlings di John Krokidas
Il consiglio di Cannibal: Giovani ribelli cannibali – Kill your Ford
Oh, in mezzo a tanta merda, finalmente un film che si preannuncia un minimo interessante. Certo, tra i protagonisti c’è il pessimo Daniel Radcliffe, il maghetto che dopo Harry Potter trasforma in porcheria tutto ciò su cui posa la sua bacchetta arrugginita, però il resto del cast non è male e la pellicola potrebbe anche rivelarsi una specie di L’attimo fuggente per le nuove generazioni. O magari no, però se non altro una visione sembra meritarsela. Al contrario del resto della robaccia fordiana della settimana.
Il consiglio di Ford: roba per Cuccioli poco eroici.
Filmetto adolescenziale di quelli che fanno andare in brodo di giuggiole il mio rivale che snobberò felicemente per godermi gli Expendables in azione, alla facciazza di tutti gli Harry Potter del mondo, primo di essi quel finto serpeverde del buon Peppa.

"Ah, che pace. Come si sta bene senza internet
e lontane da quei cineblogger criticoni!"
Two Mothers di Anne Fontaine
Il consiglio di Cannibal: se si intitolava Two motherfuckers lo guardavo di sicuro!
Mah, una pellicola che mi sa di drammone strappalacrime stracciapalle senza fine.
Però c’è la mia preferita Naomi Watts, e quindi una possibilità gliela si potrebbe anche dare, se solo non avessi già altri 3 milioni di film e serie tv più promettenti da recuperare, più anche qualche visione fordiana da bottigliare come si deve.
Il consiglio di Ford: mi basta un Cannibale, grazie.
Film che non ho alcuna voglia di vedere e che da qualche tempo galleggia nella chiavetta in attesa di una recensione nei giorni appena successivi all'uscita.
L'impressione è che si scateneranno bottigliate, neanche avessi tra le mani il nuovo lavoro di Malick, o un qualsiasi post del Cannibale. Posso solo sperare di essere smentito.

"Tornare a fare Glee? Stai scherzando, vero?"
Cose nostre – Malavita di Luc Besson
Il consiglio di Cannibal: per me ‘ste Cose possono anche rimanere vostre
Ecco un nuovo film di Luc Besson, regista discontinuo tanto disprezzato da Ford, un giorno mi dovrà spiegare il perché, che a me è sempre stato piuttosto indifferente. Una cosa che in genere non sopporto sono invece le pellicole sulla Mafia e ancor meno mi piacciono le commedie sulla Mafia. L’unico motivo per vedere un film come questo è allora Dianna Agron, che era anche l’unica ragione per cui continuare a vedere Glee e da quando non c’è più lei, adios Glee!
Il consiglio di Ford: Besson, tieniti pure le tue cose!
Di norma, non sono un grande fan dei film di mafia - fatta eccezione per quelli firmati da gente che sappia stare dietro una macchina da presa -.
E non sono un grande fan neppure di Besson, uno dei registi più inutili e sopravvalutati della Storia recente.
Una doppietta del genere potrebbe, dunque, risultare potenzialmente letale.
Penso, a questo punto, che mi darò ai recuperi.

Immagine non tratta dal film, però mi piaceva
La prima neve di Andrea Segre
Il consiglio di Cannibal: la prima neve, l’ultima delle visioni
Okay che l’estate è finita, però cominciare già a pensare alla prima neve mi sembra prematuro. Soprattutto, mi sembra una cosa triste. Triste quanto leggere WhiteRussian, o guardare un film italiano non girato da Paolo Sorrentino.
Il consiglio di Ford: la prima neve, e speriamo anche l'ultima.
Considerato com'è andata la scorsa settimana, prima di pensare anche solo alla lontana di approcciare qualche inutile film italiano ci penserò qualche migliaio di volte.
Piuttosto preferisco schiaffarmi le stronzate generazionali che sponsorizza il mio antagonista.


"Piuttosto che vedere 'sto film, mi bendo anche gli occhi."
Il flauto di Luciano Capponi
Il consiglio di Cannibal: Ford, sai dove puoi infilartelo, quel flauto?
Pellicola fantascientifica partenopea che solo per il trailer meriterebbe un Oscar al trash.
Io non ho veramente idea di come “film” come questi possano venire realizzati e pure distribuiti. Così come non ho idea del perché WhiteRussian continui a essere un pessimo blog sul cinema, quando potrebbe essere un ottimo blog sul wrestling…
Il consiglio di Ford: Cannibal, non voglio toglierti questo privilegio. Prima le signore! :)
Alla visione del trailer ho pensato che non fosse vero, o al massimo uno scherzo poco spiritoso di Peppa Kid. E invece no, come diceva Lucarelli nel suo Blunotte.
Paura, eh!?
Paura davvero.



12 commenti:

  1. Roccopapaleo? NO GRAZIE
    E comunque noto che la tua cotta per Emma Watson continua (resisterà al prossimo film, dove Emma si imbarca sulla Arca Concordia?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'arca di noè?
      il tema non mi ispira certo però, considerando che il regista è dio aronofsky, emma non potrebbe finire in mani migliori.
      eccetto le mie... :)

      Elimina
    2. conoscendo Aronofsky non posso escludere che nel film succedano cose turche, tipo Noè che cerca di farsi tu-sai-chi (e siccome riceve un rimpallo, inventa il vino per consolarsi) e non escluderei un'orgia finale, a diluvio finito, di cui l'arcobaleno sarebbe il simbolo...

      Elimina
    3. adesso voglio che il film sia proprio così!

      Elimina
  2. non sono d'accordo su Danielino Radcliffino, secondo me è migliorato tantissimo da Harry Potter..avete visto a young doctor's notebook con Jon Hamm? ecco lì azzarderei che è molto bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nonostante la presenza del mio idolo jon hamm, sono arrivato a mala pena alla fine della prima puntata...
      harry potter lì è terribile come al solito

      Elimina
    2. ma dai era brevissimo! Io l'ho trovato davvero ben fatto e anche piuttosto divertente...per la tua gioia faranno anche una seconda serie! :D

      Elimina
  3. L'unico che mi ispirerebbe vagamente è Giovani ribelli ma dalle mie parti non s'è proprio visto. Questa settimana credo rimarrò a casa a recuperare vecchi film anche se Schwarzy e Sly... nmah! :)

    RispondiElimina
  4. Meno male che con Sly e Schwarzy puoi consolarti della cocente sconfitta nella Blog War! ;)

    RispondiElimina
  5. ma davvero esiste un film chiamato Il flauto di Luciano Capponi?
    madonna mia.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com