giovedì 20 febbraio 2014

PERCHÉ SANREMO È SANREMO E LA MERDA È LA MERDA




La noia è un concetto relativo, è vero, ma sfido chiunque a dire che la seconda serata del Festival di Sanremo 2014 sia stata divertente. Sfido anche un 90enne a dirlo. Sfido anche un morto a dirlo. La prima puntata al confronto è stata una vera botta di vita. E sì che c'era stata gente che aveva tentato il suicidio...

Ad aprire la serata dei Giovani ci hanno pensato direttamente da Shining le Gemelle Kessler.


A posteriori, posso affermare che sono state le più belle fighe della serata. Fate vobis.

Dicono su Twitter
++Gemelle scomparse dall'ospizio di Dusseldorf. Ricerche dell'Interpol++

Per fortuna c'hanno pensato i Big in gara a regalarci delle belle soddisfazioni.
Ci avete davvero creduto?

Francesco Renga
La voce di Francesco Renga è il Fastidio. Però la sua parrucca non è niente male.
Tra l'altro ormai il Renga sta diventando il simbolo del sanremismo più sfrenato. Una specie di versione aggiornata di Albano o Toto Cutugno. Ma neanche troppo aggiornata.
(voto 4/10 a entrambi i pezzi, che sono indistinguibili l'uno dall'altro)

sta correndo il serio rischio di fare la fine di Albano, resuscitare solo a Sanremo.

Francesco Renga canta "A un isolato da te". Ma purtroppo si sente lo stesso.

Renga canta il pezzo "una canzone qualsiasi di Renga".

Non credevo che il regolamento permettesse di cantare due brani identici.

I 2 pezzi di sono indistinguibili. Come le

Francesco Renga mentre grida. Che strano.

Giuliano Palma
Soliti pezzi 60s di Giuliano Palma. Più uptempo il primo, più melodico il secondo, un gradevole plagio di "You Can't Hurry Love" delle Supremes.
Entrambi ascoltabili. Cosa che a Sanremo è impresa riservata a pochi. Cosa che a Sanremo fa gridare al "Miracolo!".
(voto 6+/10 a entrambe le canzoni)

Giuliano Palma entra in scena con gli occhiali da sole ed è subito Aleandro Baldi.

Le esibizioni fino a questo momento sono state tutte così sottotono che Giuliano Palma sembra Iggy Pop.

Si giuliano, you can't hurry love, abbiamo capito

Giuliano Palma fa la linguaccia. Un omaggio a Miley Cyrus?

Noemi
Unwatchable.
Il look l'ha studiato per lei Cinna di Hunger Games?
Canna pure l'attacco della canzone. A X-Factor Inghilterra non passerebbe manco le selezioni preliminari e Simon Cowell le riderebbe in faccia. Soprattutto per il look.
La prima canzone "Un uomo è un albero" è davvero ridicola. Chi l'ha scritto il testo, Valerio Scanu?
(voto 4/10)

Seconda canzone "Bagnati dal sole" già più carina. Il testo è sempre uno schifo, ma a livello musicale è quasi contagiosa.
(voto 6/10)

Se per Noemi un uomo è un albero allora è normale che un vestito sia un cartamodello Burda.

Noemi la prossima volta che il parrucchiere ti dice "Faccio io" rispondi di no

Non pensavo fosse possibile, ma Fabio Fazio diventa sempre più insopportabile anno dopo anno, serata dopo serata.

Bello è vedere che non dice una banalità. Ah no, quello si chiama sogno.


Renzo Rubino
L'anno scorso Renzo Rubino era tra i Giovani. E non ha manco vinto. In base a cosa quest'anno può essere considerato un Big?
La prima canzone in ogni caso è quasi carina, dai, più grazie ai coretti che non alla sua interpretazione sopra le righe in modo molto sanremiano.
(voto 6,5/10)

La seconda canzone del Rubino è la colonna sonora perfetta di un suicidio. Sarebbe andata bene ieri a inizio serata. Eppure alla fine del pezzo c'è quasi una standing ovation. Il pubblico dell'Ariston non capisce davvero un ca... un cacchio (mi sono fazizzato pure io e quindi devo essere politically correct).
Meno male che al televoto passa la prima, perché a risentire la seconda un'altra volta senza non penso ci sarei riuscito. Non senza volermi suicidare.
(voto 5/10)

I fischi! Come alla Corrida ai tempi d'oro quando qualcuno si suonava le ascelle.


Franca Valeri
Non dico cattiverie nei suoi confronti per rispetto.
Mi chiedo solo: era davvero necessario? Non si può considerare sfruttamento del lavoro secolare?

Franca, vai verso la luce.

penso con orrore a con ospiti Fabio Fazio e Luciana Littizzetto

Insomma, questo festival di Sanremo sta piacendo a tutti quanti. Specie a mia nonna... che è morta.


Fazio è talmente arrapato che ci prova pure con la Valeri.
E ovviamente manco lei ci sta.

Ron
La prima canzone non si può proprio sentire. Vado a Ron-fare.
(voto 3/10)

La seconda, dalle vaghe venature folk, è vagamente più decente. Nella parte del cantante folk sfigato potrebbe ambire al ruolo di protagonista nel nuovo film dei Coen, A proposito di Ron.
(voto 4,5/10)

Vorrei non incontrarti fra cent'anni

Fa piacere vedere come Ron abbia completato il suo lungo processo di trasformazione in una Milf.

Bello il parrucchino di Ron. Ne voglio uno!

Claudio Baglioni
Baglioni comincia a cantare

Poi si limona la Littizzetto con la benedizione del voyeur Fabio Fazio

Quindi fa il cantante-operaio. E come operaio ci può anche stare, ma come cantante?

Più tardi canta ancora...

12 ore dopo...

A chi David Bowie e a chi Claudio Baglioni. La vita è una merda.‪#‎sanremo2014‬

Persino mia madre, che con Baglioni limonó duro, afferma: "si va bhe ma mo basta" E se lo dice lei.

Io devo ancora capire come facciate a limonare con Baglioni in sottofondo.

Vedere Baglioni in HD è come vedere un film della Pixar...a tratti sembra reale

Riccardo Sinigallia
Riccardo Sinigallia mi piace. Solita musica alla Tiromancino, ok, ma è la dimostrazione di come quello bravo dei Tiromancino fosse lui, non Zampaglione.
Dopo 2 ore di frantumazione delle palle poi rischia di diventare il mio nuovo idolo.
Per me è nettamente il migliore della serata (almeno tra i cantanti italiani) e, dopo i Perturbazione, il migliore in assoluto.
(voto alla prima canzone 7/10, voto alla seconda canzone 6,5/10)


Francesco Sarcina
Insopportabile.
E se domani mi fischiano ancora le orecchie ti faccio causa, Francè.
(voto a entrambe le canzoni 4--/10)

A me preoccupa sempre Francesco Sarcina, pare che deve vomitare da un momento all'altro.

E grazie a Sarcina anche la quota-Olmo è stata raggiunta.

Sarcina e i Modà stessa razza stessa fine.

Kekko dei Modà esci da questo corpo.

A me Sarcina sa di uno che ce l'ha piccolo.


Rufus Wainwright
E' mezzanotte, ma finalmente qualcosa che sa cantare, Gesù Cristo.
Sì, ho nominato il nome di Dio invano. Venite a rompere il cazzo anche a me, Papaboys, che vi aspetto con una mannaia.

Sì sì, frocio, blasfemo, quello che vi pare, ma questo sa cantare, sa suonare, sa comporre. Quindi vedete de nun rompe li cojoni, papaboys


Giusto i Papaboys possono aver paura di quello che è apparso l'uomo più pacifico del mondo. La loro prossima mossa quale sarà, dare del guerrafondaio a Gandhi?

Quando ormai è quasi l'alba del giorno dopo, inizia la Gara dei Giovani. Anche se poteva sembrare, le Kessler, Franca Valeri e Claudio Baglioni non facevano parte dei giovani in gara, che sono quelli qua sotto.

Diodato
Questo si chiama Diodato e i papaboys se la prendono con Rufus Wainwright?
In ogni caso non è malaccio, anche se qualche urlo disperato alla Kekka dei Modà potrebbe risparmiarcelo.
(voto 6+/10)


Filippo Graziani
Filippo Graziani è un raccomandato figlio d'arte: suo padre è Ivan Graziani.
Ivan Graziani, proprio lui, quello di canzoni come...
e altri noti pezzi come...
Sì, e poi anche quell'altra...
bellissima, quella.
Il figlio in quest'occasione sanremese ha portato un pezzettino basic semplice semplice, direi infantile. Non dà nemmeno troppo fastidio.
(voto 6/10)


Questo mi arriva col chitarrone e mi canta la canzone dei puffi. Con tutto il rispetto per i puffi

Bianca
Questa non ho capito se mi piace o meno.
Intendo fisicamente.
A livello musicale fa discretamente pena. Neanche troppo, ma certo non mi metterei a comprare i suoi CD.
A parte che: c'è davvero ancora gente che compra i CD?
Nonostante il nome, Bianca ha un fascino dark un po' alla Dita Von Teese dei poveri. Considerando la clamorosa mancanza di figa in questa serata, può andare dai.
(voto 5,5/10)

A parte Kasia Smutniak, la più grande figa della serata. Immaginatevi le altre...

Zibba
Base carina, un po' una "Englishman in New York" in versione Giuliano Palma, fisico da 'O Zulù dei 99 Posse, voce non eccezionale, nel complesso piacevole. E' la conferma che, come al solito, il livello medio delle nuove proposte è parecchio superiore a quello dei Big (?). Anche se certo, di fenomeni pure tra i ggiovani proprio non ne ho sentiti.
(voto 6,5/10)


Passano il turno: Diodato e Zibba.
Per una volta, gli italiani al voto non hanno fatto una cazzata. Ma avranno il tempo di rifarsi. A Sanremo, almeno. Alle urne non si sa.

(Importantissime) Riflessioni finali
Questo Sanremo 2014 verrà ricordato come il Festival con meno figa della Storia. Fazio, novello Walt Disney, è riuscito a desessualizzare completamente la kermesse nazional-popolare che sul pruriginoso c'ha sempre giocato. Quest'anno non c'è stato manco il davanzale di Maria Nazionale. Niente, giusto le pubblicità di Coconuda con Anna Tettangelo.

Kasia Smutniak in realtà non è incinta. Ha solo esagerato un pochino al buffet Rai. E io pago.

Il problema principale di questo Festival comunque è che è vecchio.
Ok, tutti i Festival di Sanremo sono tradizionalmente vecchi, ma questo più che vecchio è MORTO. Non respira più. Staccategli la spina.
Nelle edizioni passate, pure in quelle di Pippo Baudo, almeno con gli ospiti si dava spazio alle tendenze attuali, alla musica che girava nel mondo. Capisco che c'è crisi, però non credo si tratti di questioni economiche. Al di là del bravo Rufus Wainwright, unico momento di Musica Degna della serata,  Fazio non ha voluto chiamare ospiti di richiamo che riflettano la musica di oggi, perché evidentemente per lui la musica di oggi è... Baglioni.
Vabbè, cari lettori, io vado un attimo a morire al pensiero che stasera dovrò sorbirmi un'altra serata del genere (ma per fortuna grazie a Twitter @cannibal_kid diventa molto più godibile), e intanto vi lascio con la mia classifica personale dei "Big", da quello che mi ha fatto meno schifo a quello che mi ha fatto star più male.

  1. Perturbazione
  2. Riccardo Sinigallia
  3. Frankie Hi-nrg
  4. Renzo Rubino
  5. Giuliano Palma
  6. Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots
  7. Cristiano De André
  8. Giusy Ferreri
  9. Arisa
10. Noemi
11. Ron
12. Francesco Renga
13. Francesco Sarcina
14. Antonella Ruggiero

Fazio va a dormire. Si è annoiato da solo.

E intanto, all'Ariston, Baglioni sta ancora cantando...

37 commenti:

  1. Evidentemente il cavallo magggico mi protegge,perché sono tornata a casa sopo il teatro e ho visto Zoro e pure Rufus! (Oddio, quando ho acceso è comparso Baglioni, ma sono svelta di riflessi)
    Andate a vedere Rufus dal vivo che merita, e grazie per queste cronache marziane! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il teatro da cui arrivavi spero non fosse l'ariston eheh ;)

      Elimina
  2. L'immagine delle gemelle kessler mi ha ucciso. kubrick ne sarebbe fiero.
    concordo sul fatto che la figa quest'anno è la grande assente: proprio vero che in rai non sono più capaci di fare la televisione.
    e le canzoni sono inascoltabili. ma che ci vuole a comporre un motivetto orecchiabile? cazzo, nel blu dipinto di blu ha 56 anni ma rimane ancora la canzone più orecchiabile mai uscita da questa parata di buffoni con un microfono. tutte le canzoni sono lunghe agonie per le orecchie, enfatiche e pallose, con testi infarciti di puttanate melense e metafore banali o, peggio ancora, pretenziose, che nessuno si curerebbe mai di capire. un disastro, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avrei voluto organizzare degli GnOscar edizione Sanremo, ma quest'anno è davvero impossibile... :D

      Elimina
  3. Ma Noemi chi la pettina? Ray Charles?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'hai preso in pieno!
      sei per caso a sanremo?

      Elimina
    2. no, ero nello stesso teatro della Tiz là sopra, quella che parla di cavalli magici.

      Elimina
  4. 'Azz meno male che mi sono fermato alla prima mezzora della prima puntata!

    Coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prima mezzora della prima puntata epica!
      raramente su rai1 si vedono degli attori di fiction recitare così bene.

      Elimina
  5. ahhaha ieri avevo detto che non l'avrei visto poi non sò come l'ho fatto e sono rimasta pure fino alla fine O_O!
    Concordo quasi su tutto come sempre: la NOIA MORTALE è stata la parola d'ordine x tutta la durata, BAGLIONI (che si, continua tutt'ora a cantare) è stato inascoltabile (un campanaccio) e insopportabile anche solo x come è stato presentato: manco fosse arrivato il Messia O_O
    che schifo!
    Le canzoni poi davvero indegne.. x me si "salvava" solo Rubino e Palma.. e cmq ho detto tutto! Stasera, e stavolta dico sul serio non lo vedrò, stasera devo disintossicarmi, vado al cinema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vai a vedere 12 anni schiavo!
      io invece mi faccio 12 ore schiavo di sanremo.
      sperando non siano altre 12 ore di baglioni :)

      Elimina
    2. mi son vista Dallas Buyers Club *_*
      ma sicuramente andrò a vedermi anche 12 anni schiavo ;)

      Elimina
  6. Ho visto il Milan.. arghhh!!! non è che sia andato meglio.. ahahah... sempre stonati erano... ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mi sa che erano anche meno arzilli delle kessler :)

      Elimina
  7. fazio,fazio si è rotto di essere definito buonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, però non si è rotto i coglioni.
      si è rotto in maniera buonista le scatole :)

      Elimina
  8. Ahahah io guardo il Festival solo per godere appieno di questi stupendi post che fai! Sono morto all'immagine delle Kessler oioia :) Qui comunque si profila un Sanremoflop senza precedenti, si salva poco o nulla. E Fazio ha sinceramente stancato col suo salottino. Rivogliamo i Festival nazional-trash-popolari di Pippo :'(

    RispondiElimina
  9. Pare una tortura terribile.
    Quasi mi dispiace per te. ;)

    RispondiElimina
  10. Vabbè. abbiamo capito che l'unica cosa positiva di questo "festival" sono i tuoi post!

    RispondiElimina
  11. Baglioni si è fatto mummificare in anticipo ma siccome non gli hanno finito la piramide ci tocca sorbircelo ancora per un bel po'!!!

    RispondiElimina
  12. ..eheh, nel segno dell'ottimismo: la vita comincia a 90 anni. Puoi cantare se non ti cade la dentiera dalla bocca, ballare, non ti ingrovigli nella flebo che hai attaccata al braccio e attaccata alla carrozzina, puoi suonare il piano se l'artrite te lo consente etc..etc..

    RispondiElimina
  13. ormai all'Ariston di Sanremo svernano i vecchietti di villa Arzilla...meno male che ci sono i tuoi post!

    RispondiElimina
  14. A parte Rufus, tutti in galera!!!

    RispondiElimina
  15. Ahhh questa si che è veramente una chicca da leggere e da non perdere nella maniersa più assoluta...
    I commenti su twitter hanno dell'incredibile, i tuoi voti spesso generosissimi., ma le risate me le sono fatte con il 10 e lode!
    Bravo Marco , grazie ..hai tirato su le sorti della serata!!!!++++++

    RispondiElimina
  16. Farei un Sanremo al mese solo per post come questo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, a confronto delle Kessler, la settantenne sembro io -.-

      Elimina
  17. miiiinchia che criticone....ma esci un po' a cantare, suonare, condurre....sì insomma a goderti la fig...la vita allora! ;-)

    RispondiElimina
  18. Che noia, che barba, che noia.....da suicidio.....

    RispondiElimina
  19. Ho cantato tutte le canzoni di Baglioni a squarciagola sul divano. Non guardavo la tivù da circa 11 mesi, quindi mi è sembrata un gran festa. Stamattina avevo il mal di testa. Saranno fenomeni collegati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ho sentito solo tre cantanti in gara, e sono morta dal ridere..(nel senso che erano ridicoli). Ma i tuoi post sono immancabili..spero non eliminino mai Sanremo dal palinsesto!

      Elimina
  20. Ma perché non sostituire il festival con un bel segnale orario? tic.. tic.. tic.. molto meglio che girino le lancette al posto delle palle.

    RispondiElimina
  21. Ecco chi sono i Big di Sanremo più attivi sui social network... https://twitter.com/rockolpoprock/status/432879980712689664

    RispondiElimina
  22. Ho visto la puntata di ieri sera... poi mi sono ricordato perché non guardo più la TV.

    RispondiElimina
  23. w le canzoni anni 40/50/60

    RispondiElimina
  24. sanremo è tutto un equivoco, nel senso che da passerella della musica italiana ,qual'era negli anni 60-70 , si è progressivamente trasformato in una sotto-specie di talk-show in cui le canzoni sono soltanto una inutile tappezzeria. Bisognerebbe ( ma credo sia utopia) che al festival partecipassero veramente i big della canzone italiana e non dei signor nessuno e, soprattutto, che le canzoni fossero veramente tali e non pezzi scritti con il malcelato intento di agguantare semplocemente una inutile vittoria. Quanto a Fazio e la Litizzetto , stendiamo un velo pietoso: devono pur mangiare anche loro.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com