venerdì 30 maggio 2014

GOMORRA – LA SERIE, CURRE CURRE SAVIANO’





Gomorra – La serie
(serie tv, stagione 1, episodi 1-8)
Creata da: Roberto Saviano, Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi, Giovanni Bianconi
Regia: Stefano Sollima e registi vari
Cast: Marco D’Amore, Fortunato Cerlino, Maria Pia Calzone, Salvatore Esposito, Marco Palvetti, Domenico Balsamo, Enzo Sacchettino, Elena Starace, Pina Turco, Antonio Milo
Genere: savianata
Si te piascè guarda pure: Gomorra (il film), Reality, Il profeta, Cella 211, Il padrino, Scarface

A' prima puntà e' Gomòrra – A' seriè nun me è piaciutà. O' confessò. M’è sembràt ‘na strunzatà. M’è parsà a' solità savaniàt neorealìst fattà appòst ppe fa' contènt Fabiò Faziò. Chillo guardandòl scommètt ca' si sarà fatto tantè e' chille seghè comm io quann veco nu' spòt e' Coconùda cu Annà Tatangèlo. Mannaggià Gigì D’Alessiò ca' si a' scopà. Inòltr c’eràn nu' po’ troppì stereotìp legatì a nuje napoletàn aumma aumma e a' rappresentaziòn ra' camòrr era a' solità già vistà in altre partì. E poi bastà cu e' seriè ca' son trattè ra fìlm ca' song trattè ra librì ca' song trattì ra' rèaltà. Hannò scassat u' cazz!
E poì, diciàm purè questò, Saviàno cu a' camòrr c'hà fatto cchiu' renari isso ca' o' clàn dei Casalesì.

"Ma o' saje ca' cu chesta capà pelatà somìgl propeto a Savianò?"
Chistu ppe quantò riguàrd o' primò episodiò. Dal sicond invecè teng cominciàt a me piglia' bbene e o' terzò me è sembràt fenomenalè, a' livèll e' Diegò Armànd Maradòna a' tiemp ro' Napule d'orò o e' nu' fìlm e' Paolò Sorrentinò. Arrivàt all''ottàv episodiò, Gomòrr - a' seriè ppe me nun era cchiu' na' stronzatà. È diventàt na' figata assai!

A vicènd ro' clàn dei Savastàn è davvèr appassionantè. Gènny è nu' e' noì. Nu' uaglione ro' quartièr ca' all’improvvìs si trovà a dovèr fa' o' bòss, na' vota ca' suo pate Pietro Savastano, nu' incrociò napulitan tra Walt White e Gus Fring e' Breaking Bad, finìsc in cellà. Cirò è o' suo raccio destrò, o' raccio destrò ca' tuttì noì, pure si nun simme camorristì, vorrèmm ave' int'a' vità. E poi ce sua mammà. Mammà, sul ppe te a' mia canzooone volaaà. A' verà bòss ro' clàn a' finè me si tantu ca' è leì, ca' San Gennàr putia perdonarlà.

"E mò bastà! O' prossìm ca' dicè ca' song ugualè a Saviàn o' ammazzò!"
Ma tuttò in Gomòrra – A' seriè è nu' spettacolò: a' regià e' Stefano Sollima nun ha nullà ra invidiàr a chella dei collègh ammerecani, e tuttì e' attorì maje vistì prima son fenomenalì, a' colònn sonorà è na' bombà è passà tutta a' museca ca' c’è in girò a Napule: o' rap in dialettò, a' dancè ca' pompà in discò, e' neomelodìc comm Alessio, ca' compàr purè in na' scenà epicà. In cchiu' ci son purè e' musìch electro/post-ròck dei Mokadelic ca' ricordàn chelle dei Mogwaì int'a' seriè francès Les Revenants. Sentìt a' pronuncià francesè?
L’unìc appùnt o' pòzzo fa' giustò sullè puntàt ambientàt a Milanò. Ca' lingua parlàn chelli polentonì? L’italianò? Nun aggio capitò nu' cazzo! E' sottotitòl io li teng bisògn ppe e' partì ambientàt into profònd Nòrd, micà ppe chelle a Napule.
Insommà, si vi perdèt chesta seriè nun site ppe nientè dei bravì guagliò. Accattatevilla!
(vòt a' primì 8 episòd 9/10)

35 commenti:

  1. Recensione geniale.
    Pur essendo anch' io del Sud ammetto di aver fatto fatica a star dietro al tuo Napoletano stretto, comunque apprezzo la serie assai.
    Donna Imma Rules. :-)

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il napoletano. La recensione m'è piaciuta assai.
    Pure frat'm è fissat cu' Gomorr. Aggia wuardà.

    RispondiElimina
  3. Già non capisco un cazz di quello che dicono, se me la recensisci pure in napoletano è la fine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la prima puntata per me è stata un trauma, ma come vedi ormai mi sono perfettamente adattato :)

      Elimina
  4. Ammettilo: ti ha fatto la correzione bozze no uagliottil ro' quartier'. Ebbravo! La serie è fenomenale e persino la scena con Alessio c'è piaciuta assaj!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me l'hanno tradotto i savastano.
      adesso però gli devo un favore in cambio...

      Elimina
  5. Ne sto leggendo benissimo: spero sia all'altezza di Romanzo criminale. La serie, ovviamente.
    Comunque, per quanto funzioni l'idea, non ti ci vedo con l'accento napoletano! ;)

    RispondiElimina
  6. Nu babà allora :D ormai mi son dato pure io alle serie, quindi lo vedrò, poi il libro di Saviano mi piacque...

    RispondiElimina
  7. Neh Savià, statte accuorto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bibliofilo, che fai?
      sei sotto falsa identità?

      Elimina
    2. quando ci si muove tra i Casalesi è prudente non dire il proprio vero nome...

      Elimina
  8. Cavolo, era più facile con la versione inglese delľaltro giorno. .. e io sono pure del sud! Complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wuld yu laik mi 2 start 2 spik inglish agayin?

      Elimina
    2. if iu vrait de gomorra rece in inglish i fink det saviano uil cam and teik iu dairectly to gomorra imself.
      la proscien fuà on veu vuar iun rece d'an film fransè anteletuèl comsà, 'm'racumandu!

      Elimina
  9. Guagliò, Salvatore Conte pare a chello strunz e' Scialpi !

    RispondiElimina
  10. Guagliò, Salvatore Conte pare a chello strunz e' Scialpi !

    RispondiElimina
  11. ma chi te l'ha tradotta la recensione , Genny 'a Carogna? Oppure c'è anche il Napolitan su Google translate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le vie del Cannibale sono infinite ;)

      Elimina
  12. Qui c'ho capito meno che nella recensione dell'English Teacher

    RispondiElimina
  13. Non me ne perdo una puntata. Inizio potentissimo, dalla quinta in poi,invece, un pò meno visionario e più scontato. Però, sempre di grande qualità.Finalmente una serie italiana di livello.

    RispondiElimina
  14. maròòòò...nun agg' capito 'na cosa però.. no, vabbeh facciamo in italiano però :-p
    premesso che finora ho visto solo la prime 4 puntate (la prima dopo aver letto questa recensione e le successive 3 in una volta sola preso dall'entusiasmo e oggi proseguo), che minchia c'entra questa serie con il libro di Saviano? Più che Gomorra sembra Romanzo Criminale in salsa partenopea con il clan Saviastano al posto della Banda della Magliana e con Ciro che sembra un novello "Freddo" ma.. dove sono la terra dei fuochi? gli interessi economici dei clan? lo sfruttamento dei lavoratori del tessile a livello se non peggio dei cinesi? le importazioni e i legami molto poco legali coi cinesi stessi? e altri temi che non ricordo perché ho letto il libro appena uscito diversi anni fa. L'unico legame col libro può essere riconducibile al gusto grottescamente kitsch del boss Savastano (v. il boss Schiavone che si ispirava a Toni Montana) e il degrado estremo delle periferie, le "vele" di Scampia.. ma per il resto non è che sia solo un pretesto un po' troppo romanzato?

    RispondiElimina
  15. detto questo comunque è una serie eccellente, superiore pure a Romanzo Criminale (la prima stagione perché la seconda è andata a puttane) e una produzione così, in Italia, se la sogna pure Sorrentino o quasi. Dici che gli americani, dopo The Killing e The Bridge, ci faranno presto un remake ambientato nel Bronx? :p

    RispondiElimina
  16. Mi sta sorprendendo.
    Sono felice che stia uscendo come si deve.

    RispondiElimina
  17. Bella, bellissima.
    E la dimostrazione che gli italiani, se si impegnassero, agli americani darebbero le paghe...

    RispondiElimina
  18. donna imma, citando la grande bellezza, t'à chiavàasse!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com