domenica 3 agosto 2014

THE LEFTOVERS E IL MISTERO DEI POST SCOMPARSI NEL NULLA





The Leftovers
(serie tv, stagione 1, episodi visti finora 1-5)
Rete americana: HBO
Rete italiana: Sky Atlantic
Creata da: Damon Lindelof, Tom Perrotta
Ispirata al romanzo: Svaniti nel nulla di Tom Perrotta
Cast: Justin Theroux, Amy Brenneman, Margaret Qualley, Chris Zylka, Christopher Eccleston, Liv Tyler, Ann Dowd, Emily Meade, Carrie Coon, Michael Gaston, Max Carver, Charlie Carver, Frank Harts, Amanda Warren, Annie Q.
Genere: misterioso
Se ti piace guarda anche: Les Revenants, Twin Peaks, Lost

Avevo scritto un post bellissimo dedicato alla nuova serie HBO The Leftovers. Peccato sia sparito. Dove?
Nessuno lo sa. Un giorno, il 2% dei post di tutti i siti del mondo è scomparso. Svanito nel nulla.
Da allora, il web non è più stato lo stesso. Noi autori di blog vaghiamo per la rete con lo sguardo assente. Non ci fidiamo più di nessuno. Continuiamo a fare copie di backup dei nostri pezzi, spaventati dal fatto che si possa ripetere di nuovo qualcosa del genere. Quell’esperienza ormai ci ha cambiati per sempre e non potremo mai dimenticare quei meravigliosi post andati perduti.
A dirla tutta, in quel 2% di pubblicazioni c’erano anche un sacco di schifezze che non mancheranno a nessuno, ma questo non importa. Niente può cancellare il dolore per aver perso per sempre le nostre opere.

Anche sforzandomi, non riuscirò più a scrivere un post meraviglioso quanto quello che avevo preparato con tanto amore su The Leftovers. Era un pezzo che univa l’asciuttezza stilistica di un Ernest Hemingway, il sarcasmo di un giovane Bret Easton Ellis, l’epicità di un William Shakespeare, la solennità di Giovanni, Matteo, Luca e Marco ovvero Gli Evangelisti all-stars, la spudoratezza commerciale di un Dan Brown, la poetica di un Giacomo Leopardi e la libertà espressiva di un Allen Ginsberg, il tutto scritto in terzine incatenate di versi endecasillabi come la Divina Commedia.
Adesso quelle stesse parole non mi vengono più. Perché è davvero difficile descrivere il fascino di una serie come The Leftovers a chi non l’ha mai vista. Al suo interno si respira un’aria malsana. In ogni scena traspare il senso di angoscia esistenziale dei suoi protagonisti. Non passa un momento in cui non si venga presi da un’inquietudine di quelle vicine alla visione di Twin Peaks o Les Revenants. Allo stesso tempo c’è anche una splendida costruzione del mistero che ricorda Lost. Non è certo un caso che il co-creatore della serie, insieme al Tom Perrotta autore del libro Svaniti nel nulla da cui è tratta, sia Damon Lindelof, una delle tre menti deviate e geniali che ci hanno regalato il cult con Jack, Kate, Sawyer, Hurley, Locke e tutti gli altri.

Questi riferimenti possono essere però fuorvianti e far pensare a un prodotto derivativo. Nonostante le vicinanze con queste e ad altre serie (FlashForward, The 4400, Resurrection etc.) e oltre alla regia nei primi episodi di Peter Berg che rimanda col pensiero a Friday Night Lights, The Leftovers brilla di luce propria. Ha una sua identità precisa e ben definita, di quelle che le sole parole non bastano a descriverla. Bisogna vederla, bisogna sentire le splendide musiche composte da Max Richter, quello della grandiosa colonna sonora di Valzer con Bashir, bisogna viverla. Insieme alla sua gente, insieme ai suoi personaggi, come i tizi della setta che non parlano ma fumano soltanto come delle ciminiere tutto il giorno, o come il capo della polizia interpretato da Justin Theroux. Sì, proprio quel tipo che tutti ci chiedevamo che fine avesse fatto dopo essere stato il protagonista maschile del capolavoro Mulholland Drive di David Lynch e poi si è scoperto che non era sparito proprio nel nulla, ma si stava ciulando Jennifer Aniston.

Poi c’è Liv Tyler. Dov’era finita pure lei? Boh, dopo i video per gli Aerosmith del paparino Steven, Armageddon e Il signore degli anelli nessuno l’ha praticamente più vista per anni e ora rieccola qua, con un fascino più maturo, più misterioso. Inoltre ci sono un sacco di personaggi teen, personaggi teen inquietanti, personaggi teen che si masturbano mentre si fanno strangolare, personaggi teen che non sono i soliti bimbiminkia delle serie adolescenziali. Tra loro spiccano Chris Zylka che fino a poco fa nelle serie bimbominkiose ci sguazzava (The Secret Circle e Twisted), così come i gemelli Max e Charlie Carver di Teen Wolf, in più c’è la gnocchetta Emily Meade e soprattutto la splendida rivelazione Margaret Qualley, che con quei suoi occhioni tristi sembra una versione aggiornata di Lara Flynn Boyle AKA Donna Hayward di Twin Peaks.
E infine ci sono i cani. Quali cani?
Sembrano quelli di una volta, eppure non sono più i nostri cani.

Non avete idea di cosa sto dicendo?
C'è un unico modo per rimediare. Se ancora non avete visto The Leftovers, guardatela. È una delle cose migliori che passano quest’estate sulla tv americana e pure su quella italiana, grazie a Sky Atlantic. Quando lo farete, vi sentirete come se aveste recuperato qualcosa. Qualcosa che era andato perso per sempre e nessuno sa perché.
Adesso vado a fare una copia di backup di questo post. Che non si sa mai.
(voto 8/10)

16 commenti:

  1. Oh, meno male, per ora posso vedere solo il voto perchè la sto registrando tutta su MySky.
    E il voto promette.
    Credo che passerò l'inverno a parlare finalmente di qualche serie tv visto che tra sky e altri metodi ne sto registrando 6,7 (quelle che te ved la settimana :) ).
    Però rigorosamente miniserie di tipo 8 puntate e se possibile autoconclusive!
    E che cazzo-

    RispondiElimina
  2. Recensione perfetta. Quale recensione? Chi sono io? Cazzo mi sono perso qualcosa...
    Si è un telefilm che merita e a me piace proprio perchè mi non si capisce una mazza ma continua a farti stare attaccato puntata dopo puntata per capire dove vogliono andare ad arrivare.
    Se posso consigliare un altro telefilm abbastanza strano ma anche trash è hemlock grove

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hemlock grove è assolutamente trash ed è una serie piena di difetti, però crea assuefazione e non ce la faccio a non seguirla :)

      Elimina
  3. Dati gli accostamenti a Lost e Twin Peaks mi segno questa serie televisiva ;)

    RispondiElimina
  4. Dopo aver letti il post di oggi mi sono subito sparata la prima puntata...molto interessante..

    RispondiElimina
  5. Non ho capito un accidente del post, direi che è un bel segnale.
    Mi metto a recuperarla.

    RispondiElimina
  6. Se si cita Lost, non posso perderla.
    Neanche se è piaciuta a te. ;)

    RispondiElimina
  7. ho visto 10 minuti del primo episodio poi ho girato perchè mi annoiava ma se merita lo riprendo! ;)

    RispondiElimina
  8. A me blogspot cancella i commenti, per tavero.
    Comunque, se c'è Lindelof di mezzo, io prima del season finale non mi esprimo. Anzi, può essere che ascendo al cielo e non posso esprimermi neanche dopo.

    RispondiElimina
  9. Sin dalla prima puntata ho capito che qui c'era del potenziale...speriamo continui allo stesso livello! :)

    RispondiElimina
  10. E' pronta pronta per essere vista, aspetterò l'ultima settimana per fare un'immersione completa!

    RispondiElimina
  11. Sono ancora indeciso, di Lindelof proprio non mi fido, ma prima o poi cederò e inizierò a seguirla. :)

    RispondiElimina
  12. le musiche mi influenzano parecchio , sia per i film che per le serie da seguire. quasi quasi mi guardo la prima puntata e vediamo :)

    RispondiElimina
  13. Ho visto la prima puntata, e dico "WOOOW", cioè, non c'ho capito nulla, ma di solito quand'è così vuol dire che funziona. ^____^

    RispondiElimina
  14. Effettivamente è una serie apparentmente intrisa di mistero, cervellotica, non ha alcun senso da nessun punto di vista, ma è piena di personaggi stereotipati che si incontrano e...toh, che strano... hanno vicende che si combinano perfettamente. Insomma si intuiscono perfettamente le scelte dei personaggi molte puntate prima, chi scoperà con chi, chi incontrerà chi, ecc ecc, e dietro a questi giochetti di sceneggiatura livello fiction raiuno, un presunto mistero ben poco affascinante e una serie di puttanate a corollario. Ma intanto, giusto per lo sfizio di capirci qualcosa o di avere -finalmente- una sorpresa, gioia di visione, ti suchi puntate su puntate....e ti incazzi.
    Paragone con (time) Lost azzeccatissimo.

    RispondiElimina
  15. coach handbags, http://www.coachhandbagsoutletonline.us.com/
    cheap jordans, http://www.cheapjordans.us.org/
    nfl jerseys wholesale, http://www.nfljerseys-wholesale.us.com/
    tiffany outlet, http://www.tiffany-outlet.us.com/
    louis vuitton outlet, http://www.louisvuittonoutletstore.name/
    dansko outlet, http://www.dansko-shoes.us/
    tory burch shoes, http://www.toryburchshoesoutlet.com/
    ralph lauren uk, http://www.ralphlauren-outletonline.co.uk/
    louis vuitton handbags, http://www.louisvuittonhandbag.us/
    christian louboutin uk, http://www.christianlouboutinoutlet.org.uk/
    ray ban sunglasses, http://www.raybansunglassesonline.in.net/
    michael kors bags, http://www.michaelkorsbags.uk/
    louis vuitton outlet, http://www.louisvuittonus.us.com/
    tory burch outlet, http://www.toryburchoutletonline.in.net/
    michael kors wallet, http://www.michaelkorswallet.net/
    oakley sunglasses, http://www.oakleysunglassescanada.com/
    toms outlet, http://www.tomsoutlet-stores.com/
    louis vuitton, http://www.louisvuitton.in.net/
    cheap oakley sunglasses, http://www.cheapoakleysunglassess.us.com/
    nike mercurial, http://www.nikemercurial.org/
    asics, http://www.asicsisrael.com/
    soccer jerseys, http://www.soccerjerseys.us.com/
    2015921caihuali

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com