lunedì 9 novembre 2015

Knock Knock - Non aprite quella porta, se ci riuscite





Knock Knock
(USA, Cile 2015)
Regia: Eli Roth
Sceneggiatura: Eli Roth, Nicolás López, Guillermo Amoedo
Cast: Keanu Reeves, Lorenza Izzo, Ana de Armas, Colleen Camp, Aaron Burns
Genere: casalingus
Se ti piace guarda anche: Funny Games, Hard Candy, Il ragazzo della porta accanto

Knock knock. Bussano alla porta.
Sarà il postino?
Sarà qualche rompiscatole del Folletto?
Saranno i soliti testimoni di Geova o qualcun altro che vuole farmi cambiare religione, non sapendo che io non appartengo a nessuna religione, quindi anche volendo non posso cambiare religione?
No, questa volta no. Alla porta ci sono...

"Signore, desidera fare una donazione? Non abbiamo soldi per comprarci i vestiti..."


...due fighe stellari! E, per di più, mezze svestite e bagnate.
Vuoi non farle entrare?
Eh no, dai. È da bruti lasciare due donzelle sotto la pioggia.
Keanu Reeves, che è un padre di famiglia felicemente sposato, per educazione e solo per educazione le fa entrare. Guarda caso, è anche una serata in cui lui si trova a casa da solo, visto che la moglie e i figli sono al mare e lui è dovuto restare a lavorare, pensa un po' che sfiga.
A Keanu Reeves piombano in casa in piena notte queste due ragazze bagnate e anche piuttosto parecchio disinibite e poi cosa succede?
Cosa volete che succeda? Siete adulti e vaccinati (e se non lo siete, non fatevi vaccinare, così vi risparmiate di andare a scuola), devo proprio stare a dirvelo?

ATTENZIONE SPOILER
Succede quello che potete immaginare che succeda.

"Ci dedichiamo alla lettura, cos'altro avevate pensato?"

Succede anche che, essendo questo un thriller, anzi ancora meglio uno stalker-thriller, dopo la parte bella, per Keanu Reeves arriverà una parte un pochino meno bella...

"Lo sapevo che se due fighe ti suonano alla porta, sotto c'è una fregatura. Lo sapevo!"

Per quanto il resto del film non sia niente di troppo imprevedibile e proceda quasi come una versione "Gnocca Edition" di Funny Games, non vi dico cosa capita. Dico solo che questo è un film parecchio bastardo e a firmarlo non poteva che esserci quel gran basterdo di Eli Roth. Dopo averci dato in pasto un lavoro cannibale come The Green Inferno, qui quel fetentone fa letteralmente a pezzi il mito della famigliola del Mulino Bianco e ci consegna un thriller spietato, diabolicamente divertente e parecchio sexy. Merito non tanto di un Keanu Reeves che, finché c'è da fare il DILF architetto/dj affascinante se la cava ancora, ma quando piange e/o urla dimostra tutti i suoi enormi limiti recitativi. Se non altro, dopo una serie inenarrabile di schifezzone giganti, ha azzeccato il primo film decente da anni a questa parte.

"No, il nuovo disco di Laura Pausini NOOOOOOOOOOOO!!!"

Merito più che altro delle due “intruse”: la bionda cubana Ana de Armas, muy muy muy muy... massì ancora una volta muy caliente.


E la mora Lorenza Izzo, attrice feticcio e moglie di Eli Roth già vista in Aftershock e The Green Inferno, muy promettente, in tutti i sensi.


Se proprio uno nella vita deve essere preso di mira da delle stalker psicopatiche, due meglio di queste davvero non possono capitare. Quindi, caro Keanu Reeves, non lamentarti troppo che poteva andarti peggio. Molto peggio...

"Ciao Keanu!"

(voto 7/10)

13 commenti:

  1. Keanu Reeves lo davo per spacciato, nella stessa situazione di Depp, invece pare che qualche film decente lo stia azzeccando...
    Onestamente non sono certo che questo film possa piacermi, proverò.

    RispondiElimina
  2. The Green Inferno mi è piaciuto abbastanza, poi le home invasion è uno dei miei sottogeneri preferiti :D, quindi mi sembra parecchio interessante

    RispondiElimina
  3. Divertentissimo, ho molto apprezzato.
    Ti stavo scrivendo, in questi giorni, per segnalarti il bellissimo Flesh & Bone, ma hai fatto da te. :-D

    RispondiElimina
  4. Secondo me questo film piace, per immedesimazione,più a voi maschietti che a noi femminucce XD Che sì poi la famigliola va a puttane alla faccia dei figli e tutto,ma come ha detto il Khal EEEEH MA INTANTO!!!
    Pompino in stereo is the password.
    (Cit.Dembo)
    Io mi sono immedesimata più nella moglie,che si volta un secondo e -TAC- subito gli stipiti delle porte diventano stranamente bassi XD

    RispondiElimina
  5. Secondo me questo film piace, per immedesimazione,più a voi maschietti che a noi femminucce XD Che sì poi la famigliola va a puttane alla faccia dei figli e tutto,ma come ha detto il Khal EEEEH MA INTANTO!!!
    Pompino in stereo is the password.
    (Cit.Dembo)
    Io mi sono immedesimata più nella moglie,che si volta un secondo e -TAC- subito gli stipiti delle porte diventano stranamente bassi XD

    RispondiElimina
  6. POrca di quella miseria ma quanto Izzo è figa la Izzo!

    RispondiElimina
  7. Classico filmetto finto di rottura che può piacere giusto a te.
    Molto, molto più divertente Green Inferno.

    RispondiElimina
  8. a me è piaciuto pure, l'ho trovato allucinante, anche se sinceramente non ha la perversione di funny games hehehe ^_^

    RispondiElimina
  9. hai dato 6,5 a mission impossibile rogue nation perché è un buon prodotto d'intrattenimento che però non aggiunge nulla di nuovo al genere, e dai 7 a questo che è l'ennesimo home invasion che aggiunge ancora di meno al suo (sotto)genere? non capisco. almeno rogue nation è girato e scritto bene, con una varietà di situazioni. questo invece ripete lo stesso schema (Keanu subisce e basta). si salva giusto il finale ironico.

    RispondiElimina
  10. Buongiorno Sig.ra/sig.
    Sono un privato che offre prestiti ad un tasso di 2% l'importo varia da 1000€ a 150. 000. 000€. Desidero avere a che fare con gente onesta e degno di fiduce. Se la vostra domanda è seria volete contattarlo per posta elettronica: catherina.lorinza04@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com