lunedì 20 giugno 2016

Anton Yelchin, addio playboy nerd






Ho sempre pensato che Anton Yelchin fosse un tipo fortunato. Nel corso della sua breve carriera si è fatto alcune delle più belle attrici in circolazione. Non lui personalmente, o almeno, questo non lo so. Intendo i personaggi dei suoi film. Sul grande schermo è riuscito a conquistare Jennifer Lawrence (in Mr. Beaver), Felicity Jones (Like Crazy), Berenice Marlohe (l'ottimo 5 to 7), Imogen Poots (Fright Night – Il vampiro della porta accanto), Addison Timlin (Il luogo delle ombre – Odd Thomas), Kat Dennings (Charlie Bartlett), Zooey Deschanel (il nuovo Niente cambia, tutto cambia – The Driftless Area), Mia Wasikowska (Solo gli amanti sopravvivono), Alexandra Daddario e Ashley Greene, queste ultime due addirittura nello stesso film, Burying the Ex.
In pratica, il più grande playboy di Hollywood della storia recente. Questo nonostante non fosse un Adone o un Michael Fassbender, ma avesse un aspetto più vicino a un Elijah Wood. Ha rappresentato sul grande schermo la rivincita dei nerd. Ha fatto sognare tutti noi non-Adoni di poterci fare un giorno una tipa come Jennifer Lawrence o Alexandra Daddario o le altre. Il fatto che questo giorno per noi non sia ancora arrivato è giusto un dettaglio. Il cinema è sogno e Anton Yelchin lo incarnava alla perfezione.


Ho sempre seguito la carriera di Anton Yelchin, fin da quando aveva fatto Huff, poco conosciuta ma niente male serie tv in cui era il figlio teen del protagonista Hank Azaria. Da lì in poi l'ho rivisto con piacere in una marea di film, per lo più indie, oltre a quelli sopra citati cito anche il toccante Rudderless e il gangsta Alpha Dog, sebbene il suo ruolo maggiormente noto al grande pubblico è stato quello di Chekov nel reboot di Star Trek.

Ho sempre pensato che Anton Yelchin fosse un tipo fortunato. Raramente mi sono sbagliato così tanto. Domenica 19 giugno è stato trovato morto all'età di appena 27 anni, schiacciato dalla sua stessa auto, in un incidente ancora misterioso e tutto da chiarire, ma che può essere definito con una sola parola: sfortunato.

In attesa di rivederlo, almeno sul grande e sul piccolo schermo con alcune pellicole e serie tv che ci ha lasciato postume, io lo saluto con una frase che pronuncia a Zooey Deschanel in uno dei suoi ultimi film, Niente cambia, tutto cambia – The Driftless Area:

Non voglio assolutamente che tu mi lasci. Voglio che tu stia per sempre qui. So che sembra un'illusione, ma è tutto quello che voglio.

Anton Yelchin
(1989 – 2016)

15 commenti:

  1. Gli volevo davvero benissimo.
    L'ho scoperto, bambino io e bambino lui, in Cuori in Atlantide, tratto da una novella di King.
    Sfortunato, molto, ma nel mente se l'è goduta (e ci ha dato tante belle romcom indie).

    RispondiElimina
  2. Con Jennifer era anche in Like Crazy (e la mollava!!)... Sono realmente molto dispiaciuto, per me era uno dei migliori della sua generazioen... e in maniera così stupida!

    RispondiElimina
  3. Sfortuna e disattenzione/distrazione sono cose ben diverse. Grandissimo attore comunque.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Me lo ricorderò sempre in Odd thomas e 5 à 7,carinissimo film romantico indie scoperto grazie a Pensieri cannibali.
    Peccato,mi piaceva tanto....e dispiace anche per la morte davvero sfortunata :/

    RispondiElimina
  6. Caspita, non sapevo di quante...veramente un gran peccato soprattutto per lui :(

    RispondiElimina
  7. Quanto ci sto male. Era una garanzia per le commedie indie, bello pur non essendo il classico bello, ma soprattutto, bravo.
    Non ho più scuse per rimandare la visione di The Driftless Area.

    RispondiElimina
  8. Voglio esser sincero. L'ho sempre dato per scontato, non dandogli mai la giusta attenzione. Mi dispiace...

    RispondiElimina
  9. L'ho appena saputo, sono dispiaciutissimo. Disattenzione, sfortuna, entrambe, non importa.

    RispondiElimina
  10. A quanto pare la sfortuna più immensa che ha avuto è stato comprare la Jeep che ha avuto in passato problematiche del genere/difetti di fabbricazione. Ammetto di non aver mai visto un suo film, però me lo ricordo nel ruolo del piccolo Milo in Guardo, ci penso e nasco. Anno carogna, ora basta con il gioco del triste mietitore!

    RispondiElimina
  11. Prestito alle imprese ed ai privati.

    Creare la vostra impresa e la vostra ricchezza con i miei servizi di concessione di prestito che varia di 5000 euro a 750.000 euro. Offro questo prestito per permettere a tutti quelli che sono una situazione finanziaria difficile e coloro che vogliono creare la loro impresa per avere una vita felice. I prestiti tra privati esistono allora non perdete il vostro tempo.Volete contattarlo per mail: grimaldidomenico02@gmail.com

    RispondiElimina
  12. Grande sfortuna davvero.
    Mi resterà nel cuore per Rudderless.

    RispondiElimina
  13. Offerta di credito ai privati ed alle imprese


    Sono un privato che mette a vostra disposizione un prestito che va di 5.000 euro a 400.000 euro per un tasso d'interesse del 3%. Allora, se siete nella necessità volete dunque contattarla per più informazione: grimaldidomenico02@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Buongiorno posta elettronica: pretprot20@gmail.com
    offro prestiti che vanno dal 2000€ a 1.500.000€ a chiunque può rimborsare con interessi ovunque nel mondo, per un rimborso di 1 a 30 anni. Per ogni persona interessata volete dirmi l'importo di cui avete necessità e quella durata di rimborso. posta elettronica: pretprot20@gmail.com

    RispondiElimina
  15. Buongiorno posta elettronica: pretprot20@gmail.com
    offro prestiti che vanno dal 2000€ a 1.500.000€ a chiunque può rimborsare con interessi ovunque nel mondo, per un rimborso di 1 a 30 anni. Per ogni persona interessata volete dirmi l'importo di cui avete necessità e quella durata di rimborso. posta elettronica: pretprot20@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com