venerdì 16 marzo 2012

House of Lies: Con questa faccia da... bugiardo

House of Lies
(serie tv, stagione 1, episodi 1-6)
Rete americana: Showtime
Rete italiana: non ancora arrivata
Creata da: Matthew Carnahan
Cast: Don Cheadle, Kristen Bell, Josh Lawson, Ben Schwartz, Dawn Olivieri, Glynn Turman, Donis Leonard Jr., Greg Germann, Megalyn Echikunwoke, Griffin Dunne
Genere: yuppies 2.0
Se ti piace guarda anche: Dirt, Californication, Nip/Tuck, Margin Call

House of Lies non vi piacerà.
È una serie stronza piena di personaggi stronzi che sono stronzi pieni di soldi che lavorano per degli altri stronzi pieni di soldi per farli diventare ancora più stronzi e ancora più pieni di soldi.
House of Lies non vi piacerà, almeno se cercate modelli di vita positivi. Eroi esistenziali. Qui dentro non ne troverete. Ciò che troverete sarà invece un branco di yuppie 2.0 che fanno un lavoro non semplice da spiegare a parole. Nemmeno loro saprebbero spiegarvelo in maniera chiara. In pratica sono un gruppo di consulenza per le aziende. Quando una compagnia sta per finire in bancarotta, oppure ha un qualche problema, o ancora vorrebbe ampliare il proprio giro di affari ma non sa come fare, allora chiama loro. I consulenti esterni. Delle sanguisughe che cercheranno non tanto di risolvere i problemi aziendali, quanto crearne di nuovi in modo da trarre il maggiore profitto personale possibile. Non proprio eroi esistenziali. Soprattutto in epoca di recessione.

Il protagonista di House of Lies non vi piacerà.
Avete presente Dirt? La serie tv con protagonista Courteney Cox, la mora di Friends e di Scream? La serie in cui lei era Lucy Spiller, direttora del giornale scandalistico più senza scrupoli e più senza peli sulla lingua del mondo telefilmico? Quella super bitch di Lucy Pinder?
Comprende?
No comprende?
In ogni caso, il creatore di House of Lies è lo stesso di Dirt: Matthew Carnahan. House of Lies è il suo nuovo show ed è in perfetto stile Showtime, il network americano che trasmette anche Californication, Dexter, Homeland, Shameless e Weeds. Cosa che significa: sesso, tanto sesso, tante scene di sesso e di nudo, turpiloquio abbondante e situazioni esplicite da vietato ai minori e da mettere in subbuglio l’America puritana. E pure l’Italia puritana.

"Ahahah, sei più divertente di Cannibal!
Cioè comunque molto poco divertente..."
Matthew Carnahan non vi piacerà.
È una mente malata e perversa, incapace di creare personaggi buoni. Cosa che non significa che non sia capace di creare personaggi interessanti. Tutt’altro.
Come il protagonista di questa serie.
Il protagonista di questa serie non vi piacerà.
Marty Kaan, interpretato da un Don Cheadle più gigione e faccia da schiaffi che mai, è un uomo sicuro di sé al 100%, è ricco, è affascinante, ha successo con le donne e nel suo lavoro, qualunque lavoro sia, è un fenomeno. Sì, il classico tipo che sembra avere una risposta a tutto e a cui tutto sembra andare bene.
Naturalmente, le cose sono più complesse di così. La sua ex moglie è infatti una supa dupa bitch, roba che al confronto Lucy Spiller era Madre Teresa di Calcutta. Suo figlio è un tween dalla sessualità confusa che si veste e si comporta come una ragazza. Suo padre, che vive insieme a lui, è un vecchio erotomane. Il suo nuovo boss al lavoro fa di tutto per mettergli il bastone tra le ruote. In più, sembra avere delle questioni irrisolte per via della madre morta. Suicida.
Nonostante quest’ultima parte potrebbe farvelo apparire più simpatico e umano, la cosa non funziona un granché. Marty Kaan continuerà a non piacervi. Anche perché fa quella cosa.
Quale cosa?
Fa quella cosa di parlare ogni tanto alla telecamera, rivolto direttamente a noi spettatori che lo stiamo a guardà. Marty Kaan, con il suo atteggiamento da sapientino, ogni tanto infatti stoppa la messa in scena per spiegarci meglio alcune cose, come i dettagli specifici sul suo lavoro o altre menate del genere. È questa la particolarità della serie. Il giocare faccia a faccia con lo spettatore.
Considerando però come il titolo sia House of Lies, non è che ci sarà qualcosa che Marty il so tutto io, Marty la poker face ci nasconde? Qualche bugia?

"Ciao, bella bambina... Ah, sei un bambino? Ehm, mi sa che mi parte l'aereo!"
Un po’ più di simpatia la potreste provare per gli altri personaggi. Però pure loro andandoli a osservare meglio non è che siano dei gran simpaticoni. Pure loro hanno più ombre che luci. Ritroviamo l’ex Veronica Mars Kristen Bell e all’inizio sembra l’unica in grado di contrapporsi a Marty. Sembra l’unica dotata di una morale. Sembra voler gestire le cose in maniera differente, ma presto scopriremo che pure lei non è così differente da Marty e pure lei a forza di stare con un team di uomini si comporterà da perfetto uomo. Da perfetto uomo yuppie stronzo, intendo.
Gli altri due membri del team sono un’accoppiata di cazzari: uno più piacione che vorrebbe raccogliere l’eredità di Marty, l’altro invece più nerd e goffo. È forse lui l’unico personaggio, insieme al figlioletto di Marty, per cui poter simpatizzare apertamente senza apparire per stronzi. Perché House of Lies, tra l’altro già confermato per una seconda stagione, è in realtà una house of assholes.
E quindi, come già vi ho detto: House of Lies non vi piacerà.
Bugia.
(voto 7+/10)

6 commenti:

  1. Non sembra male.
    Potrei anche inserirlo in una delle prossime carrellate di serie.
    Ad ogni modo, nessun protagonista odioso sarà mai peggio di te! Ahahahahahahah!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com