venerdì 16 marzo 2012

Magnifiche (e orribili) presenze

"Elio, la sai l'ultima? Ford crede di essere un cineblogger!"
"Ahahah, Ferzan, me fai taglià dalle risate!"
Altro fine settimana cinematografico e altro fine settimana in cui non sembra il caso di correre veloci nei cinema. Se mai potete correre a dare una bella mano di botte al mio blogger rivale e (pessimo) co-commentatore di questo spazio dedicato alle uscite nelle sale italiane, Mr. James Ford. Tanto è un wrestler/ex-wrestler/presunto-ex-wrestler, quindi a prendersele e a essere umiliato in pubblico c’è solo abituato.
Come al solito ci sono troppppppi film italiani in giro, e tra questi si segnala solo un Ozpetek che potrebbe regalarci qualche bella soddisfazione.
Per il resto… orrore. E non sto parlando de L’altra faccia del diavolo. Sto parlando degli altri film in uscita. E pure di Mr. Ford!

Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek
Il consiglio di Cannibal: speriamo sia veramente magnifica e non agghiacciante come quella fordiana
Se la presenza cannibale sul WhiteRussian poco alcolico di Mr. Ford si può definire a dir poco magnifica, quella di Ford che cammina con gli scarponi sporchi sui Pensieri Cannibali è tutto l’opposto. Ma tant’è che per un’opera di carità mi tocca ospitarlo. Lo faccio come servizio sociale fino a che il mio blog non avrà scontato il periodo di libertà vigilata inflittogli dagli agenti di Blogger per via di un’intera settimana quasi interamente dedicata al Festival di Sanremo. Attento, Ford, ché dopo la maratona su Rambo vengono a sanzionare pure te!
"Beh, mai visto un computer? Da che epoca arrivate, da quella di Ford?"
Riguardo al film, Ozpetek è un regista da tenere sempre d’occhio, però i suoi risultati sono altalenanti. L’ultimo Mine vaganti comunque mi era piaciuto e mi aveva divertito parecchio e questo promette di essere qualcosa di un po’ particolare, almeno all’interno del panorama italiano. Le presenze misteriose del film arrivano infatti dal passato e lasciano presagire un effetto nostalgia molto in voga nel cinema internazionale stile Midnight in Paris o The Artist…
Se vi piace è così, se non vi piace arrangiatevi, visto che è di gran lunga l’uscita più interessante del weekend.
Il consiglio di Ford: presenza è sicuro, magnifica un pò meno.
Ozpetek è un regista altalenante almeno quanto il buon Cucciolo Eroico Cannibale, che ogni tanto riesce ad azzeccarne una, ma la maggior parte delle volte finisce per essere soltanto un fastidioso finto alternativo.
Mine vaganti era stato discretamente apprezzato, qui in casa Ford.
Vediamo cosa accadrà con questo lavoro dall'atmosfera particolare.
Speriamo soltanto non sia una robaccia finto chic di quelle che tanto piacciono al mio antagonista.


"Fermi tutti, questo film non s'ha da fare: se non interessa
a Ford e Cannibal, per chi lo giriamo a fare?"
Non me lo dire di Vito Cea
Il consiglio di Cannibal: non te lo dico cosa? Basta film italiani o basta Ford? O tutt’e due?
Commediola spaventosa fin dal trailer.
Da evitare come un appestato o come un mister ford.
Ma non dovrei nemmeno starvelo a dire.
Il consiglio di Ford: non ve lo dico per niente di andarlo a vedere.
Solo una cosa: questo film rischia di essere peggio del Cannibale quando parla sbavazzando delle sue attricette preferite.
Per favore, evitatelo.
Che ve lo dico a fare.




Prima regola per fare innamorare: NON essere un lettore di WhiteRussian.
10 regole per fare innamorare di Cristiano Bortone
Il consiglio di Cannibal: 10 regole per girare al largo dai cinema
Variante all’italiana della tipica commedia sentimentale in stile Kate Hudson, con protagonista però Guglielmo Scilla alias Willwoosh: deejay, veejay, uno dei Freaks! dell’omonima serie e soprattutto celebrità internettara. Lui mi sta piuttosto simpatico, ma sarà bravo o almeno decente anche come attore per il cinema? Staremo a vedere, in questo filmetto che potrebbe rivelarsi carino quanto più probabilmente una ciofeca, anche perché la presenza di Salemme non promette niente di buono.
Se invece delle 10 regole per fare innamorare vi interessano le 10 regole su come non fare un blog, allora basta che facciate un salto sul blog del mio rivale Ford. Dove mi sa che ne troverete pure più di 10…
La prima? Mai dedicare ben 4 giorni di fila a una rassegna sui film di Rambo. Per lo meno se volete conservare ancora qualche lettore! ahahah
Il consiglio di Ford: 1 regola per evitare lo sfogo dei cazzotti di Sly e del suo labbro: stare lontani dal Cannibale.
Annuncio ufficialmente che a partire dalla settimana prossima questa rubrica, le Blog Wars e Pensieri Cannibali saranno gestiti dal sottoscritto fino alla completa guarigione del Cannibale, che sarà pestato come un quarto di manzo da Stallone dopo le sue dichiarazioni su Rambo.
C'è altro? Già, un film con Willwoosh. Lui mi sta discretamente simpatico, è stato bravo a sfruttare al meglio il personaggio che si è creato.
Ma al Cinema? Per favore!

L’altra faccia del diavolo di William Brent Bell
Il consiglio di Cannibal: sapendo che è già Ford l’altra faccia del diavolo, un film a che serve?
Un altro mockumentary (pseudo) horror costato pochissimo e che negli Usa ha fatto registrare discreti incassi. Alla fine magari un’occhiata gliela darò anche, per via di quella stessa attrazione per l’orrore che mi porta a realizzare una rubrica settimanale insieme al Ford. Però le probabilità di trovarci di fronte a un film davvero agghiacciante (ma non per la paura) sono alte tanto quanto quelle di trovarci di fronte a un’opinione agghiacciante (in questo caso per la paura) sul blog di Mr. Ford.
Il consiglio di Ford: l'altra faccia del diavolo e l'angelico Cucciolo Eroico.
Dopo quella schifezza subumana di Paranormal activity - che sicuramente sarà piaciuto al mio competentissimo antagonista - questo non me lo guardo neanche se me lo chiede l'esorcista.

Di seguito, le immagini di alcune persone sopravvissute alla maratona dedicata da Ford ai film di Rambo...




"Spiacente, il nostro manicom...pardon, ospedale psichiatrico è al completo.
Ah, dovete ricoverare Ford? Ditelo subito: una camera per lui c'è sempre!"
Roba da matti di Enrico Pitzianti
Il consiglio di Cannibal: roba da Ford!
Il titolo di questo film è la stessa cosa che penso io ogni qual volta faccio la cazzata di andare a visitare il WhiteRussian di Ford. Roba da matti, proprio come chi decide di fare uscire nelle sale un film come questo, i cui intenti, per carità, saranno anche positivi, però fin dal trailer puzza fortissimo di amatorialità. Se in Italia avessimo una tv decente, prodotti come questo è lì che potrebbero essere trasmessi, invece di darli in pasto a un’inutile disitribuzione in 2 o 3 sale…
Il consiglio di Ford: matto chi lo va a vedere!
Continua la rassegna delle inutili uscite italiane e si chiude una settimana davvero terribile per noi poveri spettatori.
La sensazione è più o meno la stessa di quando si è costretti ad ascoltare quasi quotidianamente i deliri di onnipotenza del Cannibale.
Inoltre, questa roba pare talmente brutta che mi tocca perfino essere d'accordo con lui a proposito della situazione italiana: praticamente un incubo doppio!

20 commenti:

  1. Non ti hanno detto che in manicomio saremo compagni di stanza? Preparati a qualche incontro di wrestling supplementare! Ahahahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. compagni di stanza??
      ma è un manicomio oppure l'inferno? °__°

      Elimina
    2. Voci di corridoio dicono anche che i nostri due infermieri saranno Sly e Van Damme! Ahahahahah!

      Elimina
    3. manca giusto l'uomo tigre e poi si trasforma nel tuo paradiso personale... ;D

      Elimina
  2. ozpeteck di solito mi piace, il trailer mi lascia un po' così, sospeso tra fantasmi a roma e mortacci. vedremo. intanto germano versione palermitana mi fa sciupé, è perfetto

    RispondiElimina
  3. L'unico film interessante pare effettivamente essere "Magnifica presenza".
    Willwoosh su Youtube non mi dispiace, sebbene generalmente non mi piaccia la comicità che usa parrucche e simili per far divertire o si basi esclusivamente sugli stereotipi, vorrei vederlo su grande schermo ma sceglie pellicole i cui trailer non mi fanno ridere, figuriamoci l'intero film. Sarà in un'altra vita.

    RispondiElimina
  4. Mah... io sarei soltanto per L'altra faccia del diavolo, giusto per fare il confronto con gli altri film sul tema esorcismo. Dopo Il Rito (11 marzo 2011), Marzo sta diventando il mese dei film sul Diavolo, altro che primavera:)
    Troppi i film italiani cmq, diciamo che è la settimana giusta per recuperare qualche film sfuggito...

    RispondiElimina
  5. Ozpetek lo vado a vedere di sicuro, lo aspetto da un sacco in quanto io sono decisamente un finto alternativo (ma mi piace di più quando mi chiamano radical nerd). 10 regole per far innamorare mi attira zero. Però Willwoosh è un ganzo, dai! (non per questo lo guarderò)

    RispondiElimina
  6. 10 regole per fare innamorare è noiosissimo!

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. il diavolo magari no, ma 'sto film mi sa proprio di sì.. :)

      Elimina
    2. è pur sempre costato duemila lire... se trent'anni fa, con quella cifra, si producevano abomini come l'eretica, credo che si possa guardare al futuro con fiducia e ottimismo. l'artigianato del dumila sarà bello e lucente :-)

      Elimina
  8. Butta malissimo questa settimana... non darò un euro per nessuno di questi film!

    RispondiElimina
  9. Willwoosh come attore un attimo mi lascia perplessa...mi piace come videoblogger (se così lo si può nominare ma direi che trascende la categoria) e anche come deejay, veejay...però in freaks non è che mi entusiasmava più di tanto...speriamo bene...

    Ozpetek devo vederlo...i suoi film li vedo sempre e pur essendo altalenanti come risultati, sono sempre meglio di altre baggianate nelle sale...

    RispondiElimina
  10. ma che settimana è? non resta altro che ozpetek. e pure li ci sono fortissimi dubbi.

    RispondiElimina
  11. Quanta tristezza, sembra il deserto in queste uscite settimanali o__O
    Per amor dell'horror, andrò a vedere sicuramente L'altra faccia del diavolo, ma so già che sarà una boiatazza.

    RispondiElimina
  12. L'ultimo di Ozpetek l'ho visto proprio stasera. Concordo sugli altalenanti risultati, e rimanendo appuntono su questi termini credo che con Magnifica Presenza sia decisamente in alto rispetto ad altri suoi lavori.
    Elio Germano dà vita ad un personaggio ingenuo, delicato e decisamente credibile.

    D.

    RispondiElimina
  13. Io desisto. Stasera niente cinema.
    Serrata per protesta!
    And 7 euri goes to: 'na bella pizza! Alla faccia dei nostrani fantocci o fantasmi [Elio è un grande per me, ma ho ancora in mente "La nostra vita"].

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me "Magnifica presenza" mi ispira, Ozpetek è un regista che mi piace, l'ho anche incontrato ad una lezione alla mia uni e voglio dargli fiducia. E poi c'è il mio "amico" Elio Germano e non me lo voglio perdere!

      Elimina
  14. I'd like to find out more? I'd care to find out
    more details.

    my site; diet plan

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com