venerdì 22 luglio 2016

The Nice Guys, il Buddy Spencer movie





The Nice Guys
(USA 2016)
Regia: Shane Black
Sceneggiatura: Shane Black, Anthony Bagarozzi
Cast: Ryan Gosling, Russell Crowe, Angourie Rice, Margaret Qualley, Kim Basinger, Matt Bomer, Yaya DaCosta, Keith David, Beau Knapp, Murielle Telio, Ty Simpkins, Jack Kilmer, Hannibal Buress, Karrueche Tran
Genere: funky
Se ti piace guarda anche: Kiss Kiss Bang Bang, Tango & Cash

The Nice Guys è troppo un buddy movie. Cosa sono i buddy movie?
Sono quei film che raccontano del rapporto di amicizia ai limiti del bromantico tra due persone dello stesso sesso. Due persone che sono qualcosa in più di due semplici amici, ma qualcosa meno di due innamorati. In pratica possono essere definiti scopamici, solo che non scopano. Non tra di loro, almeno. Anzi, in questo film i due scopamici protagonisti Ryan Gosling e Russell Crowe non scopano proprio. Questo nonostante i due siano dei sex symbol e nonostante la pellicola sia parecchio sexy, grazie alle sue atmosfere anni '70 immerse nella Los Angeles del porno e alla partecipazione di alcune fanciulle avvenenti e poco vestite. È un film sexy ed è un film cool, con un bel groove funky. Però non si scopa. No no.



Da buon buddy movie che si rispetti, anche in questo caso i due protagonisti all'inizio non sono amici. Tutt'altro. Russell Crowe fa il culo a Ryan Gosling. E non intendo che gli prende il culo. Ho detto che in questo film non si scopa. Intendo che gli da una bella ripassata di botte.


D'altra parte Russell Crowe qui sembra quasi Bud Spencer e non si tira certo indietro quando c'è da menare le mani. Ryan Gosling allora è il Terence Hill della situazione? Da quel poco che so degli spaghetti western e dei film girati dalla coppia di italiani, Terence era quello sveglio e astuto dei due. In questo caso non è così. Nessuno dei due è quello sveglio.

"Cannibal Kid che ci dice che non siamo svegli? Non lo trovi ironico, Russell?"
"Immagino di sì, se solo sapessi chi o cosa è un Cannibal Kid."

Ryan Gosling qui ha anzi la parte del detective parecchio sfigato. L'unico problema è che Ryan Gosling è troppo figo per fare la parte del detective sfigato e quindi, per quanto si sforzi, non sembra la scelta più azzeccata per la parte.
Il ruolo del bruto ma non troppo calza invece alla perfezione a Russell Crowe, che però è un attore che continua a non convincermi molto e anzi lo prenderei volentieri a botte se solo avessi la stazza di un Bud Spencer. E a proposito di Carlo Pedersoli, questo post oggi partecipa a modo tutto suo alle celebrazioni in sua memoria, insieme ai seguenti blog.


WhiteRussian - Bomber
Combinazione Casuale - Lo chiamavano Buldozer
Cuore di celluloide - Lo chiamavano Trinità 
Director's Cult - Io sto con gli ippopotami
GiocoMagazzino - Il soldato di ventura
In Central Perk - Cantando dietro i paraventi
Il Bollalmanacco - Non c'è due senza quattro



Tornando ai poco nice guys, dalla loro unione ne nasce una coppia che in qualche modo funziona. Presi singolarmente fanno storcere il naso, Gosling per il personaggio non troppo nelle sue corde e Crowe perché mi sta sulle balls, e invece quando sono insieme il film offre il suo meglio. Se no che buddy movie sarebbe?

Oltre a questa bella coppia bromantica, ci sono anche delle belle presenze femminili. Non mi riferisco tanto a Kim Basinger che, complice un personaggio stereotipato e banale, è qui ai suoi minimi storici. Parlo piuttosto di Margaret Qualley, giovincella rivelazione della serie The Leftovers qui alle prese con un personaggio fuori di testa particolarmente spassoso.


E parlo di Yaya DaCosta, già vista ne I ragazzi stanno bene, che con quella sua capigliatura afro anni '70 non poteva mancare in questo film troppo anni '70.


La vera rivelazione del film è però un'altra: Angourie Rice, giovanissima attrice australiana classe 2001 che ha la parte della figlia idola di Ryan Gosling. Segnatevi il suo nome perché:

1) Angourie è un nome che rinfresca subito e con questo caldo ci sta.
2) Questa qua mi sa che farà strada, non a caso è già stata ingaggiata nel cast del futuro blockbuster Spider-Man: Homecoming.


Un buddy movie dominato da una ragazzina?
Dev'esserci qualcosa che non va e in effetti The Nice Guys non è un film perfetto. Intendiamoci, è una delle visioni più divertenti dell'anno. Scivola via che è un piacere e inoltre riesce a essere un bel tributo agli anni '70. Se però un Tutti vogliono qualcosa di Richard Linklater, anch'esso omaggio leggero a quel decennio, dietro alla sua apparente superficialità possiede una sua profondità, questo The Nice Guys non riesce ad andare oltre al puro divertissement. Quei pochi momenti in cui si fa più serioso appaiono forzati. Nella parte finale poi la pellicola si spegne, finendo in banali territori action e con uno sviluppo della trama, o meglio della trametta, esile e piuttosto prevedibile.

Però va bene così. Anche se la storia raccontata di per sé non è un granché e sembra più che altro un pretesto, è bello il modo in cui è narrata. Shane Black fa dimenticare di essere il regista di Iron Merd 3 e torna quasi ai livelli di Kiss Kiss Bang Bang, altro buddy movie cui questo film assomiglia inevitabilmente.
La cosa che convince di più comunque sono i personaggi. Russell Crowe, Ryan Gosling e la sua figlioletta potrebbero essere i protagonisti di una serie tv in cui i vari casi settimanali non interesserebbero granché quasi nessuno, ma la si guarderebbe comunque e unicamente per loro. Ho già anche pronto il titolo per la serie, da realizzare magari sotto forma di sitcom: due detective e mezzo.
(voto 7-/10)


15 commenti:

  1. Anche secondo me il casting poteva essere migliore, Shane Black si ripete, ma anche un Black minore resta meglio di tanta altra roba in circolazione, mi hai fatto venire voglia di una fetta Angourie ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Mi ci sono divertita come una matta e guardandolo ho davvero avvertito la "presenza" di Bud e Terence. Spero fortemente in un seguito e soprattutto che la carriera dell'anguria abbia un'impennata perché è adorabile!

    RispondiElimina
  3. Come coppia funziona, ed è un film buddyy movie/Bud Spencer divertente e senza pretese! ;)

    RispondiElimina
  4. Ancora non l'ho recuperato ma lo farò presto

    RispondiElimina
  5. Sai che il paragone non l'avevo mai pensato. Effettivamente rievoca i bei tempi di Bud e Terence :D

    RispondiElimina
  6. Purtroppo non sono ancora riuscita a recuperarlo,ma non vedo l'ora perchè sembra davvero divertente!!!

    RispondiElimina
  7. A me ha divertito un sacco. Trovo che sia stato ingiustamente criticato.

    RispondiElimina
  8. L'ho visto giusto a inizio settimana e non è che mi abbia detto molto sinceramente. un bel film, ma non un capolavoro...

    RispondiElimina
  9. Proprio per quell'aria di divertissment senza troppo impegno, lo avevo messo da parte... ora che la stagione richiede leggerezza e disimpegno, potrei rispolverarlo!

    RispondiElimina
  10. Simpaticissimo, ma l'ho già scordato. :)

    RispondiElimina
  11. pensavo fosse una cagata pazzesca, ma ho visto che è ancora fuori nelle sale, quindi almeno un poco deve meritare, dai...

    RispondiElimina
  12. Ispirato al vecchio logo e in onore del 90 ° anniversario che avverrà nel 2017, AS Roma mette in mostra distintivo il tradizionale ‘Lupetto’ sul kit 2016-2017 Roma via, per la prima volta dalla stagione 2012-13. Usato tra il 1979 e il 1997, il classico AS Roma cresta ‘Lupetto’ mostra una testa di lupo stilizzata, circondata da un cerchio bianco con pennellate rosso e arancione.calcio italia online shop, Maglia real madrid 2017
    maglia AC milan onlinemaglia italia maglia serie a italia

    RispondiElimina
  13. Venta las nueva camiseta futbol barata 2016-2017,camiseta seleccional, comprar Real Madrid,Barcelona,Chelsea,Manchester City ,mujer,nino con la buena calidad y mejor precio en la Seattle Seahawks flags shop
    cheap St.Louis Rams flags
    Tampa Bay Buccaneers flags cheap flags usa,

    RispondiElimina
  14. Strano che ti sia piaciuto, mi pare un film decisamente troppo fordiano, per te! ;)

    RispondiElimina
  15. A noi è piaciuto da matti,ed è riuscito nella Mission quasi impossible di far ridere anche il Khal XD
    Certo non è un film profondo,ma non ce l'aspettavamo minimamente!E secondo me Ryan funziona benissimo qui.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com