venerdì 14 gennaio 2011

I miei film dell'anno 2010 - n. 1 Amabili resti

Ecco arrivato il momento che tutta Italia stava attendendo. Il risultato del sondaggio di Fiat Mirafiori? No. La decisione della Corte Costituzionale sul legittimo impedimento? Figuriamoci, tanto non è cambiato niente. Sto parlando, naturalmente, del primo posto nella classifica cinematografica di Pensieri Cannibali per quanto riguarda il 2010. And the winner is...


Amabili resti
(USA)
Regia: Peter Jackson
Cast: Saoirse Ronan, Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Stanley Tucci, Susan Sarandon, Rose McIver, Reece Ritchie, Carolyn Dando, Michael Imperioli, Amanda Michalka, Andrew James Allen, Nikki SooHoo
Genere: ragazzine scomparse
Se ti piace guarda anche: Il giardino delle vergini suicide, Le cose che restano, Il sesto senso, La stanza del figlio, One Hour Photo, Mystic River, Il segreto dei suoi occhi

Trama semiseria
Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973. Negli anni Settanta, le fotografie delle ragazzine scomparse pubblicate sui giornali mi somigliavano quasi tutte: razza bianca, capelli castano topo. Questo era prima che le foto di bambini e adolescenti di ogni razza, maschi e femmine, apparissero stampate sui cartoni del latte o infilate nelle cassette della posta. Era quando ancora la gente non pensava che cose simili potessero accadere.
(nessuno spoiler, è l’inizio del romanzo di Alice Sebold da cui il film è tratto)

Poi sono arrivati casi come quello di Avetrana e le ragazzine scomparse sono finite in tutti i programmi tv e hanno dato vita a un macabro reality-show. Amabili resti racconta la scomparsa di una ragazzina dal suo punto di vista e con un tatto e una sensibilità del tutto opposti a quelli cui negli ultimi mesi abbiamo avuto modo di assistere sulle nostre televisioni. Le persone sparivano anche allora, ma per fortuna erano ancora gli anni Settanta e programmi come Quarto grado, Pomeriggio Cinque, Chi l’ha visto? e Studio Aperto non erano ancora stati creati. Grazie a Dio.

Pregi: è il mio film del cuore dell’anno, quello che più ha toccato ed emozionato quell’affarino freddo che ogni tanto mi batte in mezzo al petto. Mi viene il magone al solo vedere la locandina appesa da Blockbuster.
Difetti: la sceneggiatura ha qualche sbavatura, alcune cose si comprendono in pieno solo leggendo il libro e rispetto al romanzo viene dato poco spazio al notevole personaggio di Ruth, in più c’è qualche tendenza spiritual new-age. Ma pur ammettendo questi difetti, al cuore non si comanda.

Personaggio cult: la protagonista Susie Salmon interpretata dalla tenera Saoirse Ronan, una vita appena sbocciata che si ha una gran voglia di salvare a tutti i costi
Scena cult: la discesa di Susie nella tana del lupo mentre a casa preparano la cena
Canzone cult: “Alice” dei Cocteau Twins

Leggi la mia RECENSIONE

32 commenti:

  1. Grande Marco!
    Film toccante e libro sensibilissimo. L'incipit è devastante. La Sebold sa come far male. Plauso

    RispondiElimina
  2. Sei riuscito a spiazzarmi. Ma non l'ho ancora visto. Fortunatamente l'ho noleggiato proprio ieri sera e questa potrebbe essere la sera giusta per vedere se hai ragione. Lo vedrai nella mia recensione!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. nooooooooooooooooo non ci posso credere!!!!!!!!!!!!!!!!!mai avrei potuto immaginare che fosse questo al primo posto...è stato massacrato a destra e a sinistra dal mondo intero!io comunque l'ho trovato bellissimo anche se mi fa venire una tristezza e una rabbia immane( prego sempre che susie non scenda nella tana ma lei non mi ascolta mai...)...a sentire alice ogni volta mi metto a piangere da sola senza un motivo...beh con tutto quello che è successo recentemente forse mai pellicola è stata più adatta a questo 2010....;(

    RispondiElimina
  5. Mi esibirò nella più breve e concisa critica mai esistita: MAH!

    RispondiElimina
  6. Ohgggesù, Cannibale!
    Amabili resti!?!!??!
    Amabili resti!?!?!?!
    Dico: Amabili resti!?!?!?!
    Sarà forse poco mrfordiano, ma l'ho trovato il peggior film di Peter Jackson - o almeno del Peter Jackson recente -.
    Non che sia brutto, ma quelle scenette nel finto paradiso io le avrei tutte tagliate in post produzione, lasciando solo spazio alla vicenda del killer, del caso e del padre.
    Non che sia brutto, ma cazzo, Cannibale, davanti a Social network? A Inception?

    Guarda, ti dico anche una cosa nel linguaggio dei radical chic, così forse ci capiamo di più. :)
    Cuore o non cuore - e lo capisco, io avrei fatto lo stesso con Hereafter -, davanti ad Amabili resti avrei messo anche Dogtooth!

    RispondiElimina
  7. Visto ieri.
    Bellissimo... mi ha distrutto.

    RispondiElimina
  8. oddio, addirittura il primo posto?!
    pensa che io l'ho trovato - e concordo con MrFord sopra- il peggiore di Jackson (ad oggi, e togliendo l'orrida trilogia tolkeniana) e, soprattutto nelle scene dello pseudo-limbo, di una noia mortale.
    comunque, devo dire che per l'anno appena passato la scelta è stata difficile: non si sono visti veri e propri capolavori. Inception non è decisamente da primo posto; forse, ma solo perché facebook è anche l'argomento più dibattutto dell'anno, ci sarebbe stato Social Network, ma neanche questo alla fine mi convince.
    ma sicuramente hai fatto bene tu, dando retta la tuo cuore cannibale :)

    RispondiElimina
  9. *lucy
    eh già, e il libro è ancora più straziante..

    *a.v.
    potrebbe piacerti molto o potresti detestarlo: lo scoprirò...

    *alesya
    sono assolutamente d'accordo con te e riascoltando "alice" ho capito che era questo il mio numero uno, non c'era altro da fare

    *federica
    hai reso bene il tuo punto di vista :)

    *mr ford
    beh, quale film ti immaginavi avrei messo al numero 1?
    nel tuo post sui libri dell'anno ti avevo detto che il mio preferito era stato amabili resti, quindi potevi immaginartelo anche per i film

    the social network è il capolavoro dell'anno e ho amato molto pure quello, però sul filo di lana è stato battuto per pochissimo come succede nel film ai due gemelli :)
    inception invece devo dire che non ha mai corso per il mio primo posto..

    *hydra
    bene! anzi male, visto che ti ha distrutto :)

    *einzige
    il fatto che definisci orrida la trilogia tolkeniana significa che su jackson abbiamo pareri proprio opposti :)
    al di là di amabili resti che è un mio (discutibile) cult personale, per me the social network e anche kynodontas sono considerabili come dei veri e propri capolavori, quindi mi è sembrata un'ottima annata grazie anche a perle non distribuite in italia come enter the void, da te consigliato ;)

    RispondiElimina
  10. libro bello bello e film che voglio vedere!

    RispondiElimina
  11. Oh! Finalmente questo primo posto tanto atteso. A me personalmente non ha fatto impazzire, come hai detto tu, troppo new age per i miei gusti. Tutto sommato però mi sono commossa e non è questo forse il fine del cinema,emozionare? Quindi, giù il cappello! Anche se è troppo spiazzante vederlo davanti a film come Inceptione e The social network..

    RispondiElimina
  12. L'avevo visto un paio di mesi fa e mi è piaciuto molto (in realtà volevo aspettare per vederlo perché volevo leggere il libro prima ma alla fine ho ceduto e ho visto il film XD).

    Anche a me è piaciuto molto e gli attori recitano in un modo che fa commuovere davvero. L'unica pecca come hai detto anche tu è quella versione molto new-age e da strafatti di quella specie di limbo molto versione cinematografica, tolto ciò anche a me ha colpito parecchio :) Bel film ;)!

    RispondiElimina
  13. Devo ancora vederlo, però mi ispira parecchio.

    RispondiElimina
  14. *einzige....ORRIDA LA TRILOGIA TOLKENIANAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA????????????????????????????????????MA STIAMO SCHERZANDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO??????????????non bestemmiamo sul grande cinema per cortesia....

    RispondiElimina
  15. Cannibale, onestamente mi aspettavo Black Swan, anche se non è ancora uscito in sala.
    Comprendo benissimo la scelta di cuore, te l'ho detto, ma proprio mi hai sorpreso, anche perchè a me non ha convinto affatto.
    Mi hai proprio ucciso i gemelli, maledetto! :)

    Einzige, mi trovo d'accordo con te su Amabili resti, ma con il tempo ho rivalutato l'importanza ENORME della trilogia del Signore degli anelli, che ha il merito altrettanto grande di aver ridato senso al Cinema dell'avventura e della meraviglia. E te lo dico da persona che lo detestò all'uscita in sala.

    Per tutti e due, invece: Inception neppure considerabile per il primo posto!?!? Qui partono le bottigliate secche! :)

    RispondiElimina
  16. Io l'ho messo al 27^ posto! cmq bravo! vuol dire che hai "votato" col cuore e al cuore non si comanda! un po' con i guilty pleasures. è un film molto anomalo. Ci sono infatti scene magnifiche (l'incipit, la tana del lupo, Tucci in generale, l'inizio del mondo paradisiaco), ma poi le storielle new age e le altre ragazzine morte fanno cascare le braccia!

    RispondiElimina
  17. Dopo questa rivelazione passo immediatamente ad eliminare questo blog dai miei feed. E' stato uno dei rarissimi film in cui volevo abbandonare la sala prima della fine. i gusti sono gusti, ma qui veramente si supera ogni limite.

    RispondiElimina
  18. *absinto
    eh sì!

    *fede
    ma come, hai letto il libro e poi non ti è venuta voglia di vederlo??

    *eva luna
    è sempre bello essere spiazzanti. quando si diventa prevedibili forse è ora di preoccuparsi

    *elisa
    la versione limbo comunque è impreziosita da musiche splendide, quindi non mi è dispiaciuta nemmeno quella

    *tizyana
    allora è arrivato il momento di vederlo!

    *mr ford
    black swan già si prenota per il 2011. se hai cambiato idea sul signore degli anelli (forse l'unica saga avventurosa che mi piaccia veramente), allora potresti cambiare idea anche su amabili resti :)

    *perso
    alla fine ho un debole per i film imperfetti..

    *amoresbastardo
    spero tu stia scherzando, anche perché comunque leggere opinioni diverse, magari radicalmente, dalle proprie almeno per me è divertente. se ci fosse un blog con una classifica uguale identica alla mia, penso mi annoierei a leggerlo

    RispondiElimina
  19. amabili resti mi manca ancora, ti farò sapere a breve anche se "incomincio un pò a storcere il naso per la pole position... cmq prima lo vedo e poi ti saprò dire di più!

    RispondiElimina
  20. Cannibale, non so se Amabili resti sarà mai più di un film discreto, per il sottoscritto.
    Però posso cercare di rivalutarlo rispetto al post che scrissi all'epoca della visione, in cui, se non sbaglio, venne bastonato prepotentemente dal sottoscritto.

    RispondiElimina
  21. Ah proposito, mi unisco con appoggio totale all'idea di un mondo senza testate finto giornalistiche emblemi della tv spazzatura. :)

    RispondiElimina
  22. A me è piaciuto anche se in certi momenti un po' troppo fiabesco..mi riferisco alle scene del gazebo e del paradiso

    RispondiElimina
  23. mah, sì, molti bei film, ma nessuno capolavoro che mi ha fatto battere il cuore più degli altri. lo stesso Kyndonthas, rimarrà nella (mia) memoria più di qualsiasi altra visione recente, ma non gli darei il top dei voti. (escludo a priori Enter the Void che una cosa ALTRA, un'esperienza unica: è entrato a proiettile nel mio cervello e, credo, non se ne andrà per un bel po').

    è vero, non sono per niente amante del fantasy e simili: so di dire eresie quando parlo, male, del Signore degli Anelli, ma, onestamente, visti e rivisti, l'ho trovati ridondanti e noiosi (forse quasi quanto Avatar). adesso, i gusti son gusti, e non discuto dell'importanza a livello globale dei 3 film per il cinema e il genere fantasy, ma osannarli a dismisura mi sembra molto fuori luogo.

    RispondiElimina
  24. Considerando che anche io sposo la causa "al cuor non si comanda" avendo messo in prima posizione un film oggettivamente inferiore ad altri, non posso che apprezzare questa scelta coraggiosa e molto personale. Il film come sai però mi ha deluso non poco, ho trovato insopportabilmente kitch le scene dall'aldilà e la presenza del catatonico Wahlberg sicuramente non ha aiutato.

    RispondiElimina
  25. eizinge il fatto che tu sia un'antifantasy spiega molte cose...il signore degli anelli è l'apoteosi del fantasy puro e semplice...non ci vuole obiettività e distacco...ma guardare il film con gli occhi giusti...che se sei un'antifantasy evidentemente non hai.

    RispondiElimina
  26. Come scritto nella scheda, chi ha letto il libro troverà molte scene più sopportabili, soprattutto quelle "new-age". Forse uno dei pochi casi in cui ho preferito il film al romanzo.

    RispondiElimina
  27. Einzige, credo che per quanto riguarda Avatar sfonderai con il Cannibale una porta aperta! :)
    Io, invece, ho personalmente adorato la pellicola di Cameron, che è un trionfo della meraviglia proprio come la trilogia di Jackson.
    Anzi, forse anche un pò di più. :)

    RispondiElimina
  28. Non ho visto Amabili resti (aargh! devo recuperare un sacco di film!!!) quindi non esprimo un giudizio però conosco la storia e se devo compararla alla realtà (e non parlo solo degli ultimi eventi) mi sembra piuttosto fantascientifica, ma questo non vuol dire che sia un male.
    Nella tua lista di film da "Se ti piace quarda anche" avrei messo anche Al di là dei sogni il film con Robin Williams soprattutto per la scenografia e gli ambienti, ma lo dico solo vedendo il trailer.

    RispondiElimina
  29. MrFord, sia Avatar che la Trilogia di Jackson mi sono messo a guardarli con solerzia e pazienza, ma, credimi, è stata una lotta mantenere gli occhi sullo schermo. con questo tipo di film, semplicemente non riesco né a emozionarmi né a divertirmi, neanche, come dici te, a meravigliarmi. proprio parlando di meraviglia, il primo esempio che mi viene in mente è un Ricky di Ozon o primi lavori di Jeunet e Caro, o ancora, e mi ripeterò per la millesima volta, Enter the Void.
    mah, de gustibus...

    RispondiElimina
  30. dopo la trilogia di Tolkien, mi sembra che Jackson non si sia più ripreso. Film che ha un'ottimo comparto scenico, ma che purtroppo mette troppe di queste qualità in una sola volta finendo per assuefare lo spettatore, peccando con eccesso di zuccheri. Non sono manco riuscito a rivedelo tutto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com