lunedì 17 ottobre 2011

Belén e Sébastien

Qual è stato il film più visto dagli italiani durante l’ultimo weekend?
Amici di letto?
Fuochino, però l’argomento è quello.
Ex?
Quasi.
A sorpresa, il film più visto è stato una piccola co-produzione indipendente italo-argentina…

Il sex tape di Belén Rodriguez
(Argentina, Italia 2001?)
Titolo originale: Don’t cry fuck me Argentina
Regia: Juan José Campanella
Cast: Belén Rodriguez, Tobias Blanco
Genere: sentimentale
Se ti piace guarda anche: Paranormal Activity, The Blair Witch Project, i sex tape di Pamela Anderson, Paris Hilton e Kim Kardashian

Trama
Una giovane sudamericana alle prese con l’educazione sentimentale e i primi difficili tumulti amorosi, nel corso di un tutto in una notte serrato in cui tutti i nodi tra lei e il fidanzato verranno al pettine. Una sottile tensione mentale e psicologica che porterà la ragazza a scoprire il grande amore. O forse qualcos’altro di grande…

Un po’ di Storia
La precorritrice del genere è stata Pamelona Anderson, l’attrice nota per serie come Baywatch e… ehm, basta. Il sex tape girato insieme all’allora marito Tommy Lee sul finire degli anni ’90 ha contribuito in maniera decisiva alla rapida diffusione di connessioni Internet nel mondo. Prima di Napster, prima di YouTube, parecchio prima di Facebook. Dopo l’hard-core hard-rock del loro filmino, è arrivata la “svolta pop” per il genere grazie a Paris Hilton. Siamo negli Anni Zero e la profezia di Andy Warhol si è avverrata: chiunque può diventare famoso, tra reality-show in stile Grande Fratello oppure soluzioni più fantasiose. Nel caso di Paris Hilton, ereditiera fino ad allora nota più che altro nell’ambiente dello showbiz come prezzemolina ai party, si tratta davvero di 15 minuti, visto che quella è all’incirca la durata del sex tape One Night in Paris che la vedeva protagonista e che qualcuno prontamente ha messo in rete. Chi è stato? Forse il suo ex, protagonista con lei della pellicola. Forse lei stessa, tramite una mossa di marketing che si è rivelata tra le più geniali e azzeccate dell’ultimo decennio. Fatto sta che tutto il mondo ne ha parlato e lei è diventata famosa famosa in modo assurdo, inagurando una moda che troverà come eredi altre ereditiere come Kim Kardashian, a sua volta protagonista di un filmino girato con il cantante R&B Ray J.
Come al solito in Italia arriviamo in ritardo su tutto, persino sui sex tape, e così adesso è il turno della “nostra” Belen, che sì vabbè è argentina, però in Italia è famosa e qui lavora. E quale lavoro faccia è sotto gli occhi di tutti.
Fa la sciògorl, naturalmente. Che pensavate?

Recensione
In occasione di una retro-spettiva a lei dedicata all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, sono state presentate tutte le pellicole girate da Belén Rodriguez: Natale in Sudafrica, Se sei così ti dico sì e… ehm, basta. L’evento speciale è però stato la presentazione in esclusiva del suo esordio cinematografico, una piccola pellicola indie girata quando l’attrice era (probabilmente) ancora minorenne e ora finalmente presentata anche al pubblico di tutto il mondo, grazie a Internet.
Il film riprende uno stile finto amatoriale sullo stile di The Blair Witch Project e Paranormal Activity, ma qui non ci troviamo di fronte a un horror, bensì a un intenso dramma da camera. Qualcuno ha quindi accostato la pellicola a Carnage di Roman Polanski, anch’esso presentato a Venezia, ma qui il gioco attoriale si fa ancora più fine visto che abbiamo unicamente due protagonisti in un solo ambiente, la camera da letto.
Il lungo piano sequenza iniziale ha scomodato paragoni con Alfred Hitchcock, Orson Welles, Brian De Palma, ma soprattutto con Arca Russa di Aleksandr Sokurov; l’utilizzo di riprese fisse e di scene piuttosto esplicite ha però fatto pensare anche al greco Kynodontas e i primissimi piani hanno fatto ritornare alla mente persino Sergio Leone, però in un contesto meno western e più neo-realista.

Se i dialoghi sono alquanto minimalisti, è piuttosto sottoutilizzata anche la colonna sonora, firmata dal futuro premio Oscar Michael Giacchino, disturbata però da un volutamente fastidioso rumore di fondo che ci fa capire come questa sia un’opera che vuole provocare lo spettatore, evitando di compiacerlo con ruffianate hollywoodiane e rivendicando così la sua natura di pellicola indipendente e d’autore.
Nonostante il grande successo di pubblico arrivato insieme al plauso della critica, va notata una certa ingenuità nella messa in scena, per un film che pur lontano dai vertici del genere mette in mostra tutto il promettente talento della Rodriguez. Meno convincente invece l’interpretazione del protagonista maschile, un Tobias Blanco che infatti dopo questa pellicola non è riuscito a trovare altre parti di particolare rilievo ma che siamo sicuri verrà presto ripescato all’Isola dei Famosi.
Una pellicola quindi acerba che risulta troppo breve e incompleta, ma presenta un interessante finale alla Michael Haneke, beffardo e aperto. Mooolto aperto.
(voto 6-/10)


- Trailer momentaneamente non disponibile -


31 commenti:

  1. grande!!!!!!troppe risatissimeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee...hai salvato la mia deprimentissima mattina!

    RispondiElimina
  2. Cannibale, ma quando torni al Cinema vero!?!?
    Qui latitano le recensioni che piacciono a me!
    Così almeno posso contestarti un pò!

    RispondiElimina
  3. puntuale ed esauriente. aspettiamo il trailer.

    RispondiElimina
  4. :-DDD sei tremendo, tesoro, davvero tremendo!

    [ehi, ma era un post politico forse? voglio dire: Metilparaben insiste che io scriva di sesso sul suo blog perché se tutti provassimo più desiderio e voglia di farlo, sì che si farebbe una rivoluzione, perché non ci faremmo andare bene le costrizioni cui ci sottopongono e le porcatine/sveltine da 4 soldi che stanno davanti ai nostri occhi oggi come modello! ne sai una più del diavolo ;-) ]

    RispondiElimina
  5. a me belen sta sul cazzo (sì, insomma...) però sono curioso. poi, sai, io amo il cinema indipendente :D spero sia più divertente del video della anderson, noioso più o meno come una puntata di baywatch nights

    RispondiElimina
  6. ah, complimenti per il titolo ;)

    RispondiElimina
  7. Ma tu l'hai visto? Perchè mica si trova online.
    Comunque io trovo Belen altamente urticante (per carità, è figa, ma ha rotto veramente i coglioni. una figa resta figa se sta zitta e buona, altrimenti deve dimostrare di non essere cretina e di saper fare qualcosa che altrimenti pure la figaggine si esaurisce). La cosa che mi diverte è che ora fa l'incazzata e la "violentata", ma quando fu per le foto evidentemente commissionate di lei e corona completamente nudi che si toccavano e facevano sesso soft (che strano che le foto "rubate" fossero giusto giusto al limite massimo del pubblicabile) su tutte le copertine dei giornali, allora lì tutto ok. Resta il fatto che se queste donnette riescono ad avere o aumentare il successo e la propria vendibilità così è tutta colpa nostra. Che cazzo di paese....

    RispondiElimina
  8. Io ce l'ho!!! Però è in lingua originale perché con il doppiaggio perde parecchio...

    RispondiElimina
  9. Grandeeeeee!!!!!!!!!!!! ^_^

    Non mi esprimo più su queste faccende, fanno scandalo per finta, giusto per far pubblicità e dar voce a qualche benpensante nel minuto di pausa tra il calice di rosso e la partita a briscola....

    Onestamente chissenefrega della notizia e anche del video, ma questo post è geniale! ^_^

    @Paolo: In rete si trova, devi cercarlo tra i link a siti tipo filesonic o rapidshare.... ^_-

    RispondiElimina
  10. *alessia
    e io che pensavo di aver finalmente scritto un post serio... °__°

    *mr. ford
    ma questo è cinema vero, cinema d'autore!
    e comunque tranqui che prossimamente ci sarà spazio per red state e melancholia, su cui non credo avremo pareri molto concordi...

    *ganfione
    per quello confidiamo in medusa o lucky red o chi si deciderà a distribuirlo nelle sale ;)

    *minerva
    questa è una possibile interpretazione...
    comunque, anche quando non sembra, nei miei post c'è quasi sempre una percentuale politica superiore ai discorsi degli stessi politici :)

    *dantès
    thanx!
    a quanto pare non sei l'unico a cui sta sul cazzo lol :D

    *paolo
    non ho fatto chissà quali ricerche per trovarlo, è bastato "belen rodriguez video hard download" su google ed è subito uscito.
    che poi secondo me dietro all'uscita online di questo c'è sempre lo zampino di corona...

    *valente
    credo che quelli di italiansubs stiano lavorando sui sottotitoli...

    *popsylon
    sarebbe stato un bel titolo alternativo ;)

    *lozirion
    grazie! anche film come questo hanno pur sempre bisogno di una recensione... :)

    RispondiElimina
  11. ahahahah questo è il mio commento a caldo sul sex tape! http://borntodream-ink.blogspot.com/2011/10/sex-tape-di-belen-rodriguez.html

    RispondiElimina
  12. Al più presto nei migliori cinema! Anche se rimane una pessima pessima regia.

    RispondiElimina
  13. Dimenticavo... post divertentissimo.

    Qui c'è il mio punto di vista, per chi fosse interessato:

    http://piccolevitalita.blogspot.com/2011/10/il-video-hard-di-belen-se-ha-fatto.html

    RispondiElimina
  14. Ahah, non vedo l'ora guardarlo!
    Addirittura accanto a Carnage?

    Ma sì, va là! ;)

    RispondiElimina
  15. ciao Marco Cannibal
    divertentissimo questo post, con tanto di precursori storici del genere vip amatoriale agli esordi.... eheheheh
    povera Belen è capitato anche a lei!!!
    chissà perché i primi grandi amori restano scolpiti non solo nella memoria ma anche in brevi filmatini ... io mi auguro sempre che i miei ex abbiamo distrutto tutte le prove del nostro passato amore...

    RispondiElimina
  16. ma le tette se le era già rifatte o nel cult indie è tutta roba sua? no, sai perché incide sull'interpretazione...voglio sapere!!!!

    RispondiElimina
  17. grande belen è nata per questa interpretazione, e beato lui!

    RispondiElimina
  18. Visto. mica me la aspettavo tanto f**a di legno, la belen. me la immaginavo qualcosa di meglio di un pezzo di carne. ok, uno ci si diverte, ma dopo la prima con una che a stento si muove, mamma mia. e meno male che in tv fa la panterona, che poi altri motivi per starci non ne ha, visto che non sa fare niente. sinceramente mica lo invidio il tipo io, di donne che sanno fare sesso meglio di questa ce ne sono a milioni. e io che pensavo che fosse arrivata a fare sanremo a furia di p*****i evidentemente sono di bocca buona (al contrario di lei).

    RispondiElimina
  19. Ah, Hobo3, il rifacimetto tettifero non era ancora avvenuto.

    RispondiElimina
  20. con questo post mi hai ricordato perchè continuo a seguirti... nonostante i tuoi DISCUTIBILISSIMI gusti musicali hai un talento, il trovagnocche! e con esso la peculiarità di trovare in giro per primo roba che scotta..
    EVVIVA IL MIO PAPPONE DI FIDUCIA!

    (ah si, ovvio, ogni tanto recensisci anche qualche pellicola tosta che spacca il culo!) ehe

    RispondiElimina
  21. Quanto è gnocca mamma mia....

    RispondiElimina
  22. *vale
    parla d'amore, naturalmente
    :)

    RispondiElimina
  23. che porcata di film...in tutti i sensi

    RispondiElimina
  24. Belen? Dopo aver visto quel video ho pensato che sia la donna meno sensuale al mondo
    Rocco Siffredi, attore

    RispondiElimina
  25. Belen ma piantala di fare la troia porcozzzzzzzio

    RispondiElimina
  26. ma vai a cagare cesso te e tua sorella

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com