giovedì 6 ottobre 2011

iSteve


"Essere l'uomo più ricco al cimitero non mi interessa. Andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso, quello mi interessa."
Steve Jobs
(1955 - 2011)

11 commenti:

  1. Riconosco, per quello che ho sentito dire dell'apple prima e dopo il suo ritorno, che con ogni probabilità sia stato un perfetto manager, che abbi inventato più che un nuovo prodotto, un nuovo modo per renderlo mitologico, attraverso una campagna di comunicazione (o di anticomunicazione) e un regime del silenzio imposto a colpi di avvocato ai vari dipendenti. Insomma, riconosco che sia stato un genio del marketing e che sia riuscito a creare un'azienda che vende il suo nome (e il suo simbolo) ben più dei suoi prodotti.
    Detto questo, già si legge ovunque "sono sempre i migliori che se ne vanno", "il mondo ha perso uno dei suoi grandi uomini", "Steve mi mancherai", "con Jobs muore l'uomo che ognuno di noi dovrebbe essere" etc. etc.
    Ecco, questo mi fa venire i brividi.

    RispondiElimina
  2. Non sono da frasi fatte, ma a sto giro, pur non possedendo alcun prodotto Apple, debbo ammettere che ha cambiato la tecnologia e ha creato bisogni nuovi nelle persone.

    RispondiElimina
  3. In tutto questo, non dimentichiamoci che è il fondatore di Pixar... In parte sono d'accordo con Massi, ma credo che, prescindendo dalla discutibile politica commerciale di Apple, Jobs abbia rivoluzionato il modo di concepire la tecnologia, che è passata dall'essere una cosa astrusa e poco comprensibile a uno strumento costruito su misura dell'uomo. È innegabile che sia così, se pensiamo ad esempio che è stato il primo a introdurre l'uso del mouse e dell'interfaccia grafica al posto delle terrorizzanti schermate nere piene di righe di codice... Poi è vero, è stato bravissimo a vendere e a creare un'aura quasi mistica attorno ai suoi prodotti, ma questo discorso non può cancellarne la genialità.

    RispondiElimina
  4. Alessandro, io credo che il merito di far diventare la tecnologia informatica da astrusa a semplice e alla portata di tutti e su misura dell'uomo non sia affatto di apple ma di microsoft. E tutt'ora, se ci basassimo su apple, avremmo il 10% dei programmi e degli strumenti che sono disponibili sul mercato. Io credo che apple abbia rivoluzionato, semmai, l'aspetto estetico dei computer e che abbia messo sul mercato un prodotto (migliore o peggiore di quelli microsoft è una diatriba esterna) che rappresenta più un simbolo che altro. E credo che questa sia stata sin da subito la politica dell'azienda (come ti spieghi che, mentre tutti gli altri marchi abbassano i pressi di vendita delle versioni passate quando immettono un modello nuovo, apple le ritiri dal mercato in modo che sostanzialmente non si deprezzino mai e che il consumatore che voglia quel tipo di prodotto apple debba comprare necessariamente le ultime versioni a costi pazzeschi?), cioè puntare su un bene a forte attrattiva estetica, costoso e di nicchia, che divenisse in molti casi l'appagamento di un bisogno puramente esteriore più che di quello dell'utilizzo del prodotto in sè (naturalmente si generalizza, ma credo che sia questo alla base di una grossa percentuali di compratore apple). Ora, discutibile o meno (perchè ci sarebbe qui da fare un discorso enorme e infinito sull'immissione di bisogni "finti" da parte dell'alto mondo commerciale e di quanto tutto questo aumenti sempre più il lato esteriore, vuoto e simbolico del possesso), sicuramente è innegabile che Jobs sia stato un genio del marketing e che abbia costruito un'azienda leader tirandola fuori dal baratro. Per cui, conocordo con te sulla sua bravura professionale, ma ribadisco che questo non c'entra nulla con la sua qualità di uomo, nè tantomeno su quanto possa essere giusto erigerlo a guru dell'umanità. Di che tipo di uomo fosse Jobs non ne abbiamo la minima idea, per cui quando la retorica di massa mitizza queste persone a me vengono davvero i brividi.

    RispondiElimina
  5. P.S:scusate i mille errori di battitura. Ho la brutta abitudine di scrivere velocemente e di non rileggere, perchè purtroppo vado sempre di fretta.

    RispondiElimina
  6. P.S.2 : Marco, quando ho scritto il post scriptum qui sopra è scomparso il mio commento precedente postato subito prima. Lo puoi ritirare fuori tu in qualche modo o lo devo riscrivere? Grazie

    RispondiElimina
  7. Scusa l'off topic Cannibal, ma Drive dove lo posso trovare?!

    RispondiElimina
  8. *massi
    il tuo commento era finito tra lo spam.
    non so perché, probabilmente quelli troppo lunghi li aggiunge lì blogger in automatico...
    comunque eccolo qui

    *absinto
    nei cinema :)
    a parte lì, c'è in streaming qui
    http://filmshare.italiannetwork.net/?woo_video=drive

    o se no sul sempre ottimo italianshare
    http://www.italianshare.net/forum/index.php/topic,454140.0.html

    RispondiElimina
  9. Come Paolo, neanche io posseggo prodotti Apple, però quando c'è da riconoscere un talento non bisogna nascondersi. Quando poi il talento viene a mancare, bé, che dire... Ciao Steve!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com