domenica 22 gennaio 2012

La differenza tra me e Tiziano Ferro

Ecco l’ultimo video di Tiziano Ferro.


Ah, no. Ho sbagliato. Eccolo qui.


"Ammettilo Cannibal che Ryan Gosling te lo faresti pure te!"
La differenza tra me e Tiziano Ferro è che se io incontro Beyoncé e Kelly Rowland, la prima cosa che mi viene in mente è un’orgia. La prima cosa che viene in mente a Tiziano Ferro invece è una reunion delle Destiny’s Child con lui al posto della terza Destiny’s sfigata che non si fila nessuno. Com’è che si chiamava?
Questo però non credo sia dovuto al fatto che sia gay, ma perché è un cantante e quale cantante non vorrebbe far parte di una Destiny’s reunion? Quale?

La differenza tra ascoltare Tiziano Ferro prima che facesse coming out e dopo invece è che prima, se dicevi che ti piaceva Tiziano Ferro, ti davano del gay. Non so bene il motivo, sarà che i suoi pezzi in genere sono molto sentimentali e particolarmente emotivi, o magari perché un suo brano è finito nella colonna sonora di un Moccia (perché l’hai fatto, Tiziano, peeeeerché? Ti hanno pagato bene, almeno?).
Se invece adesso dici che ti piace Tiziano Ferro, non ti possono più dare del gay perché sarebbe moralmente sbagliato e soprattutto politically scorrect.
Quindi lo posso dire: a me piace Tiziano Ferro.
Ok, visto? Non potete darmi del gay. Potete pensarlo, ma non dirlo, se no siete omofobi. Fregati.

"Ti prego, Cannibal. Se promuovi il mio album,
giuro che do' uno schiaffo alla Pausini!"
Diciamo comunque che Tiziano Ferro mi piace, ma solo relativamente, anzi rosso-relativamente, e specifichiamo: il mio primo impatto con la musica di Tiziano Iron è stato tremendo. Se n’è uscito con Perdono sponsorizzato da Mara Maionchi e ha spopolato in tutta Europa, tipo per un certo periodo in Germania i crucchi se ne andavano in giro canticchiando Perdonen, sì quel che è fatto è fatto però io chiedo scusen!
Allora la crisi si faceva sentire anche in Germania.
Fatto sta che non ho mai capito il successo di quella canzonen e mi sembrava solo un tizio italiano che tentava di replicare certa musica R’n’B che andava forte al momento sul genere di Craig David. Ma vi rendete conto che è esistito un periodo storico in cui andava forte Craig David?
Poi Tiziano se n’è uscito con Rosso relativo che mi piaceva già di più. Non ho mai capito cosa diavolo volesse dire il testo, forse visto il rosso ha un misterioso significato satanico… Boh.
Dopo di ché il cantante di Latina ha dimostrato un coraggio che ho apprezzato, visto che si è presentato con un pezzo come Xverso che era profondamente Dverso dal resto del panorama paraculo della musica leggera italiana, e un pezzone come Non me lo so spiegare ancora non me lo so spiegare il perché ma mi è sempre piaciuto parecchio. Non la versione con la Pausini. Quella è da punire per crimini contro l’umanità.
Sere nere invece mi infastidisce abbastanza perché fa male, male da morire, sì però alle orecchie.
Quindi quindi, ecco che se n’è arrivato con una Stop! Dimentica dark pulsante che è diventata una delle mie canzoni dell’estate 2006, ma soprattutto - udite, udite - un paio d’anni più tardi ha tirato fuori un pezzone come Alla mia età, che secondo me ha un testo da applausi ed è una delle canzoni italiane più belle dell’ultimo decennio. Non che ci sia stata poi tutta ‘sta musica italiana pazzesca, negli ultimi 10 anni…

Insomma, Tiziano Ferro tra alti e bassi mi piace abbastanza ed è per me di tutto un altro livello rispetto ad altri inascoltabili cantantoni della musica leggera italiana come Giorgia, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, più tutti quelli di cui non ricordo più il nome che vengono fuori dalle loro cripte soltanto per partecipare all’ennesimo Festival di Sanremo.
Qualcuno ha detto Povia?
E allora abbiamo fatto un’introduzione così lunga che è già calata la seeeeeeeera neraaaaaaa, ma andiamo ad ascoltarlo, questo ultimo lavoro registrato negli Usa di Tizianone de Fero, per gli amici de Latina.

Tiziano Ferro “L’amore è una cosa semplice”
Genere: (non la solita) musica leggera italiana
Provenienza: Latina, ao’ (o ao’ si dice solo a Roma?)
Se ti piace ascolta anche: John Legend, Alicia Keys, Massimo Ranieri

Nel primo pezzo “Hai delle isole negli occhi” Tiziano dice la parola “fottuto” che in radio verrà censurata, ma nonostante il termine trasgressivo (uh, si fa per dire), la cosa originale è che è una canzone dedicata alle occhiaie!, mentre musicalmente è un soul leggero leggero che vorrebbe suonare come Alicia Keys ma finisce più dalle parti di Neffa. Che non è proprio il massimo della vita. E se vi piace Neffa, che dirvi? Condoglianze.
Con la title track “L’amore è una cosa semplice” si va di tipica ballatone ferriana (no, purtroppo non Bryan Ferry), pronta per diventare il suo nuovo successo da accendini accesi all’Olimpico e spero non la colonna sonora di un nuovo film mocciano/moccioso/muccino. Peccato che nel finale la voce voli persino troppo in alto verso zone pericolosamente alla Massimo “perderee l’amoore” Ranieri.
Il singolo “La differenza tra me e te” mi piace, sì dai, con il suo suono da rockone commerciale alla U2 e un altro testo di ottimo livello. Se musicalmente Iron Tiziano procede tra alti e bassi, le lyrics delle sue songs va detto che sono sempre ben scritte. E anche questo nel panorama delle cazzate buoniste di cui è infarcita la musica leggera italiana non è cosa da poco.

Ecco il momento dello schiaffo. Bravo, Tiziano: ti sei proprio meritato un 6!
Il resto della scaletta vede un’altra notevole ballatona strappalacrime come “La fine” e la più poppy e leggera “Smeraldo”. In “Interludio: 10.000 scuse” compare persino una chitarrina slide di quelle alla Twin Peaks, mentre Tiziano gangsta va quasi giù di rap. Ok, queste sono cose che c’ho sentito solo io dentro e probabilmente sembrerà che mi sia fatto prima di ascoltare questo disco ed è una cosa che non confermo né smentisco.
In “TVM”, si va addirittura di bossa nova style, mentre in “Quiero vivir con vos” (testo quasi interamente in italiano, nonostante il titolo) gioca con lo swing jazzato in una maniera non fenomenale ma comunque più piacevole del Michael “che sonno che mi fai venire” Bublè, per dire.
Esperimenti interessanti che riescono a rendere l’atmosfera più varia, però il leit motiv sono i lentoni alla “L’ultima notte al mondo”, che però va detto come funzionino. Cantati da qualcun altro (qualcuno ha nominato ancora la Pausini?) sarebbero uno strazio senza fine, ma con Tiziano Ferro funzionano. Sono il suo marchio di fabbrica.
"Mo' sta fermo lì, Cannibal, che lo so che dietro allo schiaffo ci sei tu.
E per punizione vengo a cantarti una mia bella canzone nelle orecchie..."
Poi, vabbè, alcuni pezzi a forza di tirare la corda della ballata malinconica risultano invece più pesanti (“Paura non ho”, “Troppo buono”, “Ma so proteggerti”) e il duetto con John Legend in “Karma” (non police) suona inutile, però tuttavia non ci sono mai cadute di stile eccessive.
Non penso rientrerà tra i miei ascolti abituali, questo “L’amore è una cosa semplice”, visto che si eccede troppo nel melodramma e nelle ballatone, però c’è qualche variante sonora che aiuta a cambiare un po’ le atmosfere presenti. E così ancora una volta Tiziano Ferro conferma senza strafare ma con il suo stile qual è la differenza tra lui e il resto dell’agghiacciante musica leggera italiana.
Poi, certo, la differenza tra la musica leggera italiana e la musica VERA resta comunque abissale. Ma quella, come dice il buon narratore, è un’altra fottutissima storia.
(voto 6/10)


28 commenti:

  1. A fine recensione hai dimenticato di scrivere *trollface* :P

    RispondiElimina
  2. Uffi ... gli dai solo 6? e daje ... alzalo questo voto! Io adoro Tiziano, anzi lo venero, anzi vorrei fosse il miglior amico Gay che non ho mai avuto :) Uffi ... però un po' cattivello lo sei stato :( :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cattivello?
      gli ho praticamente regalato un 6!
      ci sono un sacco di artisti italiano che ancora piangono per i miei voti... :)

      Elimina
    2. ahahahahahahahahahahah ... :( uffi ... io come minimo gli davo un 8, dai ammettilo, se lo merita. I suoi testi sono citati anche nei libri di linguistica italiana in quanto ciò che scrive è paragonabile a una poesia. su su su :)

      Elimina
  3. Ti dico solo questo: ricordati che avrei potuto prenderti per il culo.
    Così me lo tengo come bonus per tempi peggiori! ;)

    RispondiElimina
  4. Tra l'altro, direi che la differenza tra Ford e Cannibale è un pò come quella tra Kid Rock e Tiziano Ferro! Ahahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. così ti auto insulti da solo.
      anche perché meglio tiziano ferro di uno che mi ha copiato il nome d'arte, innanzitutto, e il cui testo più impegnato è:
      Bawitdaba-da bang-da bang-diggy-diggy-diggy
      Said the boogie-said up jump the boogie

      XD

      Elimina
    2. Cannibal ma mi cadi sempre più in basso? non sarai mica perchè dopo l'outing di Ferro per quel 6 ti ha promesso un succhiotto?

      Elimina
    3. Non per fare inutile polemica, ma a parte il fatto che il buon James - un nome, una garanzia - è Kid da molto più tempo di te e dunque sei tu ad avergli rubato il nome d'arte, io confronterei una roba come Rosso relativo ad Amen, tanto per citare un testo impegnato del mio protetto! ;)

      Lorant, quella del succhiotto è proprio carina! :)

      Elimina
    4. Bawitdaba nun se tocca! ;)

      Elimina
    5. e chi la tocca bawichecazzodititolodimmerdaha?
      io mi tengo a distanza di sicurezza da quella discarica di "canzone".
      quanto ad amen sono andato a leggermi il testo: la peggior accozzaglia di luoghi comuni buonisti che un tamarro come kid rock possa mettere insieme. in questo gli do' atto di essersi impegnato haahahahahhah

      Elimina
    6. ok tieniti stretto quel mucchio di ferraglia, manco fosse Iron Man.. ad ognuno il suo, tira le somme Cannibal e vedi chi ha ragione... :D

      Elimina
  5. Non ho ancora ascoltato tutto l'album, solo qualche canzone qua e là. Notizia (che come ci ricorda "Indietro" è l'anagramma del suo nome, grande verso quello eh...) mi è piaciuto nel periodo Nessuno è solo - Alla mia età, molto meno prima e questa Differenza tra me e te sinceramente mi è piaciuta poco.

    Però ha una grande sensibilità che ho sempre apprezzato; e sì, ops, è gay, ma non mi sembra che le critiche nei suoi confronti siano diminuite dopo il coming out. Anzi. A me sembrano aumentate, e sono pure più volgari. Quindi... ironia facile anche no, grazie!

    RispondiElimina
  6. :( La mia Laura, perché? Perché? Ahahahahaha!!!

    RispondiElimina
  7. Alcune canzoni sono "orecchiabili" dai, le virgolette sono riferite all'italianità del termine non ad altro eh!!
    Cmq sono stato coinvolto in un giro di premi e ti ho bi-passato il titolo (come si usa fare) The Versatile Blogger Award..

    RispondiElimina
  8. ahahahahahahah che spasso questo post!!!!
    vabè a me Tzn piace, e dopo il suo outing mi piace ancor di più, perchè diciamolo: le numerosissime fan innamorate di lui ci saranno rimaste male, ha avuto un bel coraggio considerato che è un cantante che ascoltano più donne che uomini!

    RispondiElimina
  9. Si post troppo spassoso...e Tiziano Ferro in fondo è un ragazzotto della provincia italiana che ha avuto culo e non si è manco troppo montato la testa, quindi va bene...Non mi aspettavo che piacesse a Cannibal Kid, dici la verità Marco un pensierino ce lo faresti...

    RispondiElimina
  10. Noi italiani facciamo parte di un unico immenso piccolo paesino ed è impossibile non fare battute su questo

    RispondiElimina
  11. tralascio il commento su Tiziano Ferro come artista che è meglio, però quando se ne esce con singoli come "la differenza tra me e te" e ci mette in mezzo le solite sillabe, versi, parole inconcluse o non esistenti sto male dal ridere.

    RispondiElimina
  12. a me piace molto.. all'inizio la differenza tra me e te non mi piaceva molto, ma ho cambiato idea!

    RispondiElimina
  13. tiziano ferro è bravo ma come tutti cantanti italiani, chissà perchè, prima o poi perdono la scintilla.. ed è un peccato...

    RispondiElimina
  14. Ho fatto il refresh della pagina 10 volte perchè non ci credevo.... 6??

    Io forse sono un po' prevenuto, ma siccome sono curioso mi sono ascoltato l'album e fosse per me arriverebbe si e no al 5.... Tiziano Ferro ha un'ottima voce, e se ci si mette e pure parecchio espressivo, peccato che non riesca a tirar fuori le palle per fare musica che vada oltre il bassissimo livello della media della musica leggera italiana....

    Detto questo la versione di "Mai dire" resta la migliore.... ^_^

    RispondiElimina
  15. All'inizio mi piaceva Tiziano Ferro, poi boh, lo ascolto se sono obbligato.

    Spettacolare l'inizio di questo post:-)

    RispondiElimina
  16. Sai che pure a me è cresciuto in questa maniera? lentamente, dai singoli beceri e palesemente ruffiani a quelli di oggi, dove, non dimentichiamo, che c'è una casa discografica sempre dietro che vuole vendere....
    io all'album darei un 6 e mezzo.. Mi piace molto paura non ho ( ma so che per chi non ha un animo particolarmente malinconico, può essere una nenia), e l'amore è una cosa semplice ( mi mancava il suo falsetto)
    ad aprile andrò al suo il concerto e devo dire che mi incuriosisce...

    RispondiElimina
  17. "Ma vi rendete conto che è esistito un periodo storico in cui andava forte Craig David?" troppo forte, in questi ultimi post sei troppo ispirato

    RispondiElimina
  18. Il mio verso preferito è "Oh, oh o oh, EH! u-u-u-uuuuuuuuuu"!!!
    Scherzo! E-e-eh!
    Saluti a tutti..e-eheh

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com