venerdì 3 febbraio 2012

Uomini che odiano le Ford. E pure donne che odiano le Ford

"Se avevate dubbi: anche io odio le Ford!"
Settimana interessante questa qui, nei cinema italiani.
Sul serio, per una volta non sto scherzando!
Tra un filmone garantito come Hesher, e 3 uscite 3 molto promettenti come lo scorsesiano Hugo Cabret, il francese Polisse e la versione americano-fincheriana di Uomini che odiano le donne, le premesse sono davvero ottime.
Peccato ci siano anche i commenti del mio blogger rivale Mr. James Ford, altrimenti sarebbero davvero un weekend e un post da incorniciare! Ma si può mica avere tutto dalla vita...
E se Monti definisce monotono il posto fisso, cosa dovrei dire io di Mr. Ford che ripete sempre le stesse cose mosso dai suoi soliti irremovibili pregiudizi? Almeno il posto fisso ti garantisce uno stipendio, caro (nel senso che ci costi parecchio) Mountains, ma a me chi mi paga per sopportare il mio blogger rivale?

Millennium - Uomini che odiano le donne di David Fincher
Il consiglio di Ford: film per chi ama il Cinema
Senza dubbio il mio film della settimana. Fincher, una strepitosa Rooney Mara, un romanzo ottimo nella migliore tradizione nordica da me recentemente riscoperta ed elogiata con Jo Nesbo e materia davvero tostissima.
Il primo dei tre capitoli della saga di Millennium era stato anche il mio preferito nella sua versione europea, quindi non posso fare altro che spingervi dritti dritti in sala. Sono certo che non ve ne pentirete.
Il consiglio di Cannibal: per tutti gli uomini che odiano le Ford. E pure per le donne che odiano le Ford.
Il primo film svedese era anche l’unico decente della serie nordica, la domanda è però se era necessario davvero un remake di una pellicola tanto recente, girandola tra l’altro nella stessa Svezia e considerando che la stessa presentava atmosfere già molto alla David Fincher. Il regista degli splendidi Fight Club e The Social Network però è una garanzia, Rooney Mara una potenziale idola futura, la colonna sonora è firmata come nel precedente film su Facebook da Trent Reznor e Atticus Ross. Le premesse per un cult ci stanno quindi tutte, a meno che l’operazione non si riveli inutile come il remake americano di Lasciami entrare. Per scaramanzia incrocio le mie di dita e spezzo quelle di Ford, che porta sempre bene!
E con sto Jo Nesbo hai rotto il caaaaaaaaaaaaaaaaazzo! uahahahaaa

"Questa chiave apre la botola di Lost? Diciamolo subito a James Ford!"
Hugo Cabret di Martin Scorsese
Il consiglio di Ford: bello senz'anima?
Candidatissimo agli Oscar - ormai Scorsese è stato ufficialmente sdoganato dall'Academy - mi sa tanto di opera minore del vecchio Marty, che già da qualche tempo pare aver abbandonato la sua forma migliore.
Tecnicamente pare ineccepibile, c'è incastrato Melies, uno dei grandi pionieri del Cinema che il Cannibale giudicherà noioso, eppure sento tanto puzza di sòla.
Staremo a vedere.
Il consiglio di Cannibal: ne vedremo delle belle e pure con l’anima
Taxi Driver a parte, non sono un grande fan dello Scorsese. Negli ultimi tempi poi ha fatto cose valide ma che non mi hanno entusiasmato del tutto, da Shutter Island alla serie tv Boardwalk Empire. Eppure questo Hugo Cabret mi ispira parecchio, non tanto per le varie nomination agli Oscar che hanno un valore sì, ma comunque parecchio relativo. La cosa che mi stuzzica di più è proprio il raccontare lo stupore e la magia del cinema degli esordi di Méliès, il geniale inventore del cinema come fiction e come fantasia, proprio quello che preferisco. Opposto invece al noioso, quello sì, cinema realista e documentarista dei Ford Lumiere. Proprio come gli ottimi The Artist e Midnight in Paris, questo Hugo Cabret si preannuncia uno sguardo nostalgico al passato ma con un occhio attento al presente. Al contrario di Ford che è passato e basta.

"Cazzo, Ford, vabbè che tu sei abituato a vivere in mezzo ai lupi.
però potevi anche avvisarmi che là fuori c'era 'sto tempo..."
Hesher è stato qui di Spencer Susser
Il consiglio di Ford: Hesher è stato qui, e guai a perdervelo.
Il mio secondo super filmone della settimana, recensito di recente qui: una parabola sull'accettazione del dolore della perdita unica, divertente e profondamente malinconica, in una delle migliori produzioni indipendenti americane recenti.
Pensate soltanto che è riuscito a mettere d'accordo addirittura il sottoscritto ed il sempre fastidioso Kid, che sembriamo proprio Hesher ed il piccolo TJ.
Non vi serve altro, se non il biglietto. E se non ci andate, sono bottigliate, cazzo!
Il consiglio di Cannibal: goddamnfuckyeah!
Film da me consigliato anni luce prima che ci arrivasse Ford con i suoi tempi pachidermici, vicini a quelli della sveglissima distribuzione italiana, Hesher è una perla di film con un super cast e un super personaggio che diventerà il vostro nuovo idolo.
Subito dopo Cannibal Kid, ovviamente.

"Aiuto! Manco Ford guida così male..."
I Muppet di James Bobin
Il consiglio di Ford: gli anni d'oro del grande Real, e che restino tali.
Mi ricordo quando, da piccolo, mi capitava ogni tanto di seguire questo strano branco di pupazzi coloratissimi in tv, e sinceramente vorrei conservare il ricordo con lo stesso affetto, senza correre il rischio di vedere sfracellata una parte della mia infanzia a scapito della mania di ripescare cose vecchie di successo per propinarle a nuovi spettatori.
Ci mando il Cannibale, tanto lui la sera non può uscire, piccolo cucciolo eroe! Ahahahahahahah!
Il consiglio di Cannibal: meglio il Cannibal Show del Muppet Show!
Anch’io ho qualche ricordo infantile dei Muppet, seppure molto vago, e in particolare mi piaceva Animal, mentre Kermit la rana m’è sempre stato poco simpatico, un po’ come Mr. Ford il cui blog - spazio confessione - mi ha infastidito fin dalla prima volta in cui ci sono capitato uahahah.
I film dei Muppet comunque li ho sempre evitati e continuerò a farlo pure con questo, anche se lo daranno allo spettacolo pomeridiano cui persino io ho il permesso di andare. Magari accompagnato da nonno Ford.
Pardon, bisnonno Ford.

"Finalmente han catturato Ford? Bene, bene.
L'han messo in cella insieme a Lele Mora? Ancora meglio!"
Polisse di Maiwenn Le Besco
Il consiglio di Ford: maneggiare con cura.
Questo, come Il sentiero la scorsa settimana, rischia di essere un cult totale o una di quelle cose da prurito alle mani.
Il tema è molto scottante, le potenzialità potrebbero esserci, ma allo stesso modo i rischi sono davvero enormi.
Lo vedrò, ma con molte riserve.
Ma mai tante quante quelle che mi tengo rispetto al mio antagonista. Ahahahahah!
Il consiglio di Cannibal: oui oui, très bien!
Il cinema francese negli ultimi tempi è parecchio vitale e questo Polisse promette più che bene: ha ricevuto un sacco di nomination ai Cesar, gli Oscar francesi in cui sembra il rivale numero 1 di The Artist e a Cannes ha vinto il Premio della giuria e ricordo come all’ultimo Cannes siano stati dati grandi premi (The Tree of Life miglior film, Refn miglior regista per Drive, Kirsten Dunst miglior attrice per Melancholia). Come annuncia il trailer, potrebbe essere “une petite bombe de cinéma” e io ci scommetto. Possibile filmone della settimana.
Alla faccia delle solite riserve ed enormi inspiegabili pregiudizi da cui libererei volentieri Ford con una bomba. E nemmeno una “petite bombe”.

"Cannibal ha parlato bene del Tredicesimo apostolo? Ma è scemo?"
Sulla strada di casa di Emiliano Corapi
Il consiglio di Ford: a casa ci resto, e più che volentieri.
Figurarsi se non poteva passare una settimana senza il solito film italiano con i soliti attori e la solita trama trita e ritrita.
Considerato il resto dei titoli, questo lo sparo dritto in fondo alla lista.
Piuttosto mi guardo pure i Muppets con il bimbo Cannibale, e mi godo una settimana insolitamente ricca di proposte.
Il consiglio di Cannibal: sulla strada di casa… si possono fare brutti incontri
Il solito film per ricordarci di quanto sia impietoso il confronto tra il cinema italiano attuale e quello francese e internazionale in genere. Piuttosto che vedere questo, state pure sulla strada di casa. Anche perché con questo tempo da Alaska, la visione ideale è senz’altro Into the Wild. Vero, Ford?

23 commenti:

  1. La didascalia dei Muppett mi è piaciuta assai, nonostante ti abbia visto un pò meno belligerante del solito, questa settimana! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo averti schiacciato come un moscerino nell'ultima blog war, mi sembrava poco elegante infierire ulteriormente ahahahah

      Elimina
    2. Il tuo ego ti ha dato alla testa più del freddo: schiacciato dove? Quando? Come?

      Elimina
    3. ford, persino i tuoi soliti lacché ti hanno voltato le spalle nell'ultima sfida. quindi ammetti la tua disfatta, magari la prossima volta ti andrà meglio...
      o magari anche no buahahah

      Elimina
  2. il problema è che il vostro ricordo d'infanzia sui Muppets è troppo vecchio u.u ahahah scherzo!! anche io ho un vago ricordo, forse non li facevano più tanto spesso, ma magari li vedrò...
    di uomini che odiano le donne lessi il libro e mi piacque più degli altri 2 seguiti ma persi il film swedish version quando uscì.. recupero con questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello di ford è sicuramente preistorico, il mio molto più recente eheh :D

      Elimina
  3. Concordo, weekend parecchio interessante! peccato io abbia mille cose da fare e riuscirò a vederne pochi! -.-'

    RispondiElimina
  4. mai letto la trilogia di Stieg Larsson...consigliate un recupero immediato?

    RispondiElimina
  5. troppo divertente questa presentazione..per me è un appuntamento fisso, anche se conosco già tutte le uscite..ho visto ieri sera sulla strada di casa..non è male considerando il budget e il fatto che si tratti di un'opera prima..almeno non è la solita commedia..comunque mi è sembrato abbastanza realistico..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aggiungo che la settimana sembra molto interessante..a parte i muppet, un film che non guarderò, sono curioso di hesher e hugo cabret. Polisse può essere interessante ma io non amo moltissimo i film francesi. Millennium può essere bellissimo, da un punto di vista tecnico e di recitazione, ma mi sembra una mera operazione commerciale per sfruttare il romanzo, dato che esce a due anni di distanza dall'altro. E io non sono molto favorevole a questo tipo di giochi. Chiamatelo pregiudizio :)

      Elimina
  6. Polisse mi ispira parecchio e lo vedrò appena possibile, ma il leader indiscusso di questa settimana è Hesher!! una bomba metal che vi fracasserà il cranio!

    RispondiElimina
  7. Una settimana straordinaria, con tutti filmoni imperdibili ( a parte l'ultimo e i Muppet che cmq mi vedrò volentieri!)

    RispondiElimina
  8. MUPPETS TUTTA LA VITA! dopo Scorsese, naturalmente. scherzi a parte, date retta a un vecchio, recuperate la serie tv anni 70: divertente con punte di genialità e con ospiti pazzeschi. ah, l'unico motivo che potrebbe spingermi a rituffarmi nella trilogia è la regia di fincher, ci penserò

    RispondiElimina
  9. Dopo aver letto il libro e aver visto la trilogia svedese, è d'obbligo l'appuntamento con Millenium, tra l'altro diretto da Fincher, uno dei registi che guardo più volentieri.
    Ma i Muppet per caso guidavano una Ford??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può darsi :)
      basta solo che non la guidi il mio blogger rivale.
      ford al volante, pericolo costante!
      XD

      Elimina
  10. Oh! Finalmente qualcosa di davvero interessante al cinema!

    Su polisse ho qualche dubbio perchè in genere i film francesi, esclusi pochi eletti, tendono a farmi cagare, però chissà, magari lo scarico... Ehm, vado a vederlo.... ^_^

    RispondiElimina
  11. Millennium: mi ha colpito dal trailer durante J. Edgar.
    Hugo Cabret: mi è bastato sentire Meliès per farmi venire una voglia matta di vederlo.
    Polisse e Hesher sono due film che mi attirano parecchio.
    I Muppet li lascio ai bellissimi ricordi di infanzia.
    L'ultimo sta bene dove sta, a me non mi vedrà :D

    Però Marco, come mai non ti è piaciuto Shutter Island?

    P.s. Hai letto l'ultimo mio post? Sono curiosa di sapere se lo hai visto e nel caso cosa ne pensi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è che non mi sia piaciuto shutter island, anzi. però poteva rivelarsi un capolavoro e invece è "solo" un buon film, un buon thriller, ma gli manca la zampata vincente.
      il tuo post vado a vederlo...

      Elimina
  12. Sono curiosa di vedere Millennium targato David Fincher... però... dopo ogni film della trilogia svedese sono stata malissimo!!! Ce la farò?

    RispondiElimina
  13. Ho visto Millennium stasera. E' già diventato la mia nuova ossessione

    RispondiElimina
  14. Ma quando dici, nel titolo, "e pure donne che odiano le Ford" ti riferisci alle macchine? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che sì!
      dovrei mica riferirmi a un certo omonimo anziano?

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com