martedì 25 febbraio 2014

MARY POMPINS




Mary Poppins
(USA 1964)
Regia: Robert Stevenson
Sceneggiatura: Bill Walsh, Don DeGradi
Tratto dalla serie di libri scritti da: Pamela Lyndon Travers
Cast: Julie Andrews, David Tomlinson, Glynis Johns, Dick Van Dyke, Karen Dotrice, Matthew Garber, Ed Wynn
Genere: musical disneyano AAARGH
Se ti piace guarda anche: qualunque altra disneyata

Blog-bloggherì, blog-bloggherì, spazza blogghin
allegro e felice, pensieri cannibali non ha

Ciao bambini, come state? Ma voi riuscite a immaginarlo un film più odioso di Mary Poppins, una pellicola in cui all’improvviso tutti i suoi odiosi personaggi si mettono uno a uno a cantare canzoncine odiose? Io non ci riesco. Mary Poppins è persino peggio di Les Miserables, una roba in cui personaggi non tanto miserabili quanto odiosi cantavano tutto il tempo delle canzoncine odiose, ma un filo meno di queste.

Mary Poppins è qualcosa in grado di mettere alla prova la pazienza perfino del disneyano più accanito, figuriamoci la mia. Non so a voi, ma appena vedo degli uccellini e degli altri teneri animaletti che si mettono a cantare e a ballare, a me viene voglia di fare una bella grigliata di carne mista. Tutto in questo film grida “Disney!” a gran voce e a me non basta un poco di zucchero, per farmi andare giù la pellicola-pillola. Ciò che servirebbe sarebbe semmai meno zucchero, in questa disneyata zuccherosa in modo assurdo.


Al di là delle canzoncine supercalifragilistichespiralmerdose, non c’è un solo personaggio qui in mezzo a suscitarmi simpatia. Il padre è un padre pardone banchiere tiranno. Una specie di Monti in versione disneyana, visto che pure lui ATTENZIONE SPOILER PER CHI NON AVESSE ANCORA VISTO 'STO CLASSICO DEGLI ANNI ’60 nel finale diventa un malato di mente che cante le canzoncine supercazzole inventate da Mary Poppins. La madre è una suffragetta, peccato sia totalmente succube del marito padrone che porta a casa la pagnotta, alla faccia del femminismo. I due genitori sono comunque accomunati da una cosa: se ne sbattono altamente dei loro figli. I due pargoli d’altra parte sono l’incubo di qualunque tata d’Inghilterra non si sa bene perché, visto che appaiono come i bambini più tranquilli e soprattutto più noiosi del mondo. Che in realtà siano i figli di Fabio Fazio?
Se la bambina è semplicemente ininfluente e priva di personalità, il bambino dal canto sua ha la faccia da vecchio. E pure da scemo. Che in realtà sia proprio Fabio Fazio da piccolo?


Quanto alla protagonista, beh, Mary Poppins è una strega, ed è pure una stronza. Sempre lì a tirare fuori le sue magie e poi, appena la gente comincia a divertirsi, ecco che non va bene e diventa d’un tratto severa a cagaminkia. E toglitela, ‘sta scopa dal culo!
I personaggi minori sono anch’essi penosi, come lo Zio Albert che è una specie di versione idiota del Cappellaio matto di Alice nel paese delle meraviglie e racconta delle barzellette meno divertenti di quelle di Renzo Arbore.

C’è insomma qualcuno che si salva, in questo insopportabile filmetto?
Sì, uno sì. Bert, lo spazzacamino, uno che vorrebbe anche spazzare via le ragnatele in mezzo alle gambe di Mary Poppins, ma siamo pur sempre dentro un film della Disney, quindi figuriamoci. Manco un Mary Pompin, ci scappa. Manco quello.
In due ore e passa, non capita in pratica niente che riesca a risollevare una pellicola tanto celebrata ma che non propone altro se non una fastidiosa canzoncina dietro l’altra, con un unico brano decente. Mi riferisco ovviamente a Cam camin spazzacamin, pezzo tra l’altro di una tristezza infinita.


"Cannibal, tu da piccolo avresti avuto proprio bisogno di una come me!"
Persino il finale, che sembra poter smuovere un po’ le acque, si trasforma nel classico trionfo dei buoni sentimenti in cui il papà, dopo essere stato licenziato, viene subito riassunto. Va bene che allora erano gli anni Sessanta, ma vedere oggi in tempi di crisi questo qua che lascia il lavoro e poi se lo riprende nel giro di poche ore fa venire un discreto nervoso. In pratica, a differenza di altri film della Disney dove i cattivoni sono ben presenti e dove di solito sono anche i miei personaggi preferiti, qui non c’è nessun villain. Sono tutti buoni, massì persino i banchieri.
Se a qualcuno Mary Poppins ricorderà l’infanzia e teneri ricordi, a me fa solo rabbia. Rabbia è la parola che meglio rappresenta la mia visione di questo film superbuonistaespiralidoso. Ogni cosa in questo filmetto mi fa rabbia e se sento partire un’altra canzoncina disneyana giuro che vi mando tutti quanti affansupercalifragilistichespiralidoso…
Hey, non era quello che volevo dire. Volevo dire che vi fracasserei quelle vostre brutte teste supercalifragilistichespiralidose, anche se ti sembra che abbia un suono spaventoso, se lo dici forte avrai un successo strepitoso, supercalifragilistichespiralidoso.

Oh no!
Sono stato contagiato! Non riesco più nemmeno io a smetterla di cantare…
Basta un poco di zucchero e Mary Poppins va giù
Mary Poppins va giù
Mary Poppins vadavialcù
(voto 4/10)

46 commenti:

  1. non ho ancora visto SAVING MR. BANCA (forse sabato?)
    comunque so la verità sul personaggio Poppins
    ERA UN'ALIENA, esplorante il nostro pianeta, che esplose nel volo di ritorno (l'ho scoperto in un episodio dei Simpson); i suoi resti, compreso l'ombrello, sono oggetto di studio nell'area 51
    quanto a Julie Andrews, i soli film sopportabili sono quelli diretti da Blake Edwards che riesce anche a mostrarla a seno nudo (altrokè meripoppin)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedere julie andrews a seno nudo non mi ispira più di tanto.
      magari può interessare a fabio fazio... ahah :)

      Elimina
  2. Ma tu non sei stato bambino??Queti film non bisogna riguardarli da grandi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me mary poppins faceva pena anche da bambino. volevo averne la conferma :)

      Elimina
  3. Sai, io conosco un tipo con la gamba di legno di nome Smith.

    RispondiElimina
  4. "questo film mi sta sui coglioni". Ma non da oggi, lo dissi alla mia povera nonna quando avevo 10 anni. Per tutta risposta cominciò ad inseguirmi con una scopa per darmela in testa.
    Grande la nonna...

    RispondiElimina
  5. No, no, no. Mary Pompins è sempre stato un mito, e lo resta anche da ultra-trentenne PROPRIO PERCHE' i personaggi sono tutti odiosi :D

    RispondiElimina
  6. Eh te pareva, figurati se non mi facevi a pezzi una delle pietre miliari della storia del cinema ( e della mia infanzia, il che lo rende un crimine ancora più grave)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una delle pietre miliari della storia del cinema???

      alessia, le tue battute mi fanno morir dal ridere aahahahah :D

      Elimina
    2. È uno dei più grandi film mai prodotti, pieno di ciò che oggi si fa fatica a mettere, la fantasia e la positività e scusate se è poco! Viva mary poppins!

      Elimina
    3. È uno dei più grandi film mai prodotti, pieno di ciò che oggi si fa fatica a mettere, la fantasia e la positività e scusate se è poco! Viva mary poppins!

      Elimina
  7. Ahahah questo me lo aspettavo proprio.
    E ti dirò, io non l'ho mai visto perchè, per una volta, mi sa che sarei d'accordo con te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh fra il vederlo a 6 anni e il vederlo da adulti c'è un bel gap, direi che a questo punto fai meglio a tenertene alla larga ( non sopravviverei a un'altra stroncatura in stile cannibalesco). Ci sono cose che conservano un sapore unico solo vedendole per la prima volta con occhi da bambino ( ma il Cannibale è mai stato bambino? comincio a chiedermelo :P )

      Elimina
    2. ford, io invece non mi aspettavo che non l'avessi mai visto.
      pensavo fossi un poppinsiano doc uahah ;)

      alessia, io già da bambino guardavo twin peaks e shining :D

      Elimina
  8. Posso dire che sei una bruttissima persona??Non si fanno a fette i classici dell'infanzia dai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa è musica per le mie orecchie.
      le belle persone non le sopporto :)

      Elimina
  9. Ma Mary Pompins non era la segretaria di Leo/Belfort? ;)

    RispondiElimina
  10. Buh!
    Ha ragione Beatrix, sei proprio una brutta persona.

    RispondiElimina
  11. Il mio idolo è Mr. Banks... ho iniziato a stimarlo dopo aver visto alcue poop su youtube.
    Il resto mi ha fatto cadere le balle

    RispondiElimina
  12. Da piccolo non sopportavo i film con le canzoni. Credo che fosse perché avevo visto film con brutte canzoni come questo. Che poi sono antesignane del pop più bieco, di quelle che non ti escono dalla testa supercalifragilistiche ma li mortacci, cannibale, ora sarà così fino a sera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cam caminì non è male.
      le altre canzoni invece sono davvero teribbbili :)

      Elimina
  13. Concordo con chi dice che alcune cose dovrebbero essere visti solo da bambini. Io da piccola ho adorato Mary Poppinns, se lo riguardassi adesso, a 26 anni, forse la penserei come te. All'epoca lo trovai divertente, allegro, e la parabola del padre prima assente e poi "vicino" mi commosse, forse perchè riguardava la maggior parte dei padri (oggi, per fortuna, è diverso). Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo anch'io, però ho voluto vederlo in preparazione di saving mr. banks.

      Elimina
    2. No dai, vedere Saving Mr Banks nella tua condizione è da Kamikaze! è ovvio che non ti piacerà! Anche se, chissà, potresti simpatizzare con la Travers che odiava il film ed era una stronza allucinante :P

      Elimina
  14. Ma non si può recensire Mary Poppins dopo i 12 anni!
    E' come sfogliare ora un libro di Spotty cercando risposte esistenziali. (Che talvolta si possono comunque trovare anche a 30 anni).

    RispondiElimina
  15. Ma non si può recensire Mary Poppins dopo i 12 anni!
    E' come sfogliare ora un libro di Spotty cercando risposte esistenziali. (Che talvolta si possono comunque trovare anche a 30 anni).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono film per bambini che hanno il loro perché anche visti in ottica adulta.
      speravo che mary poppins potesse essere uno di questi e invece proprio per niente...

      Elimina
  16. Mary Poppins è e rimarrà sempre uno dei personaggi più odiosi della Disney. Seconda solo a Topolino in quanto a saccenza e buonismo e NOIA.

    RispondiElimina
  17. Ma poi la bruttezza inenarrabile di quei bambini. Certa gente dovrebbe smetterla di procreare!

    Sono con te. Ma io e la Disney non è che andiamo molto d'accordo. Che latte alle ginocchia diomio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bambino è poi morto a 21 anni.

      Elimina
  18. Quanto ci hai messo a scrivere "supercalifragilistichespiralmerdose"? :)

    RispondiElimina
  19. ma nooo, mi hai distrutto in mito.
    cioè sono morta dal ridere, ma da una ventina d'anni me lo guardo tutte le volte che lo trasmettono nel periodo natalizio...

    con un poco di zucchero la pillola va giuuuu (me la canta il mio pusher!)

    :-D

    RispondiElimina
  20. Io posso solo dire che Mary Poppins se la sentiva una cifra "calla"...XD
    Poi per il resto mi pare tutto in stile Cannibalesco, che mi fa morire ma non condivido in todos. ;-)

    RispondiElimina
  21. Quando ero piccolo mio padre imprecava contro il finale di questo film (da bancario irato conosceva bene i banchieri). Oggi non posso che dargli ragione; banchieri che passano al lato limpido della forza, ma per favore...
    Per il resto ho sempre odiato cartoni e film che sparano canzoncine a raffica, ma questo li batte davvero tutti (in peggio). Da non perdere la puntata dei Simpson che punge ripetutamente questo classico.

    RispondiElimina
  22. Mai visto, neppure per sbaglio.
    Ero interessato ad altro da piccolo, ma più che altro mal sopportavo i Musical.

    RispondiElimina
  23. Non sono stata mai una sostenitrice accanita di Mary Poppins ma mi è sempre piaciuto abbastanza e non condivido alcune tue opinioni ma sei spassosissimo e ti leggo volentieri!!! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto che una virgola ogni tanto non avrebbe fatto male nel commento precedente,ma tu mi perdonerai :*

      Elimina
  24. Non capisci una beneamata minghia di niente! Superficiale e "stronzettoxforza" sei riuscito a mettere in fila una serie di cretinerie x il sol gusto di farlo, accomodati, il blog è tuo, ma un film che ha fatto storia (a differenza tua) merita rispetto. Per chi non lo avesse visto, guardatelo e non date retta a questo stronzettoxforza, film 8/10

    RispondiElimina
  25. Non capisci una beneamata minghia di niente! Superficiale e "stronzettoxforza" sei riuscito a mettere in fila una serie di cretinerie x il sol gusto di farlo, accomodati, il blog è tuo, ma un film che ha fatto storia (a differenza tua) merita rispetto. Per chi non lo avesse visto, guardatelo e non date retta a questo stronzettoxforza, film 8/10

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com