giovedì 4 dicembre 2014

I FILM PIÙ SCEMI DELLA SETTIMANA





A Natale siamo tutti più buoni. Tutti tranne i cinema italiani, che continuano a proporre un sacco di pellicole trascurabili.
Questa settimana però c'è un ambo di eccezioni. Non mi riferisco al film italiano Ambo, ma ai due nuovi lavori del giovane Xavier Dolan e del vecchio Woody Allen. Generazioni di Autori a confronto. Il presente, nonché il futuro, che si scontra con il passato. Proprio come Cannibal Kid VS il suo blogger rivale Mr. James Ford.

Scemo & più scemo 2
"Il mio sito preferito è Pensieri Cannibali!"
"Anche il mio, però a volte lo trovo un po' troppo scemo per i miei gusti..."
Cannibal dice: Il primo Scemo & più scemo è una delle commedie più piacevolmente sceme e divertenti degli anni '90. Puro delirio comico di quelli che piacciono a me. L'unica cosa che non ho mai capito del film è se sia più scemo Jim Carrey o Jeff Daniels, così come mi sfugge se sia più scemo io o il finto serioso Mr. Ford. Chissà?
Riguardo al nuovo capitolo comunque non sono troppo fiducioso. A 20 anni di distanza, questo sequel rischia di arrivare davvero fuori tempo massimo e i due protagonisti adesso rischiano di suonare patetici, più che spassosi. Però, anche in questo caso, chissà?
Ford dice: il primo Scemo & più scemo mi era parso, all'epoca, decisamente scemo. E avevo quindici anni. Figuriamoci cosa può sembrarmi questo inutile sequel ora.
Quasi peggio Scemo Kid, degno compagno di Scemo Ford.

Magic in the Moonlight
"Con la sola imposizione delle mani farò sparire per sempre Ford dalla blogosfera."
Cannibal dice: Il mio rapporto con Woody Allen va a periodi e negli ultimi tempi siamo un po' in crisi. Dopo l'orrido To Rome with Love e il sopravvalutato Blue Jasmine, Woody prova a far dimenticare l'acidità del suo ultimo film, che ho trovato poco nelle sue corde, con una nuova commedia. Magic in the Moonlight sfoggia la mia adorata Emma Stone al fianco del da me poco adorato Colin Firth e dalle premesse non sembra essere destinato a diventare uno dei migliori lavori del regista forse più radical-chic della Storia. In compenso potrebbe essere una pellicola caruccia in stile Scoop. Da vedere sicuramente ma, almeno per quanto mi riguarda, con aspettative non troppo alte. Un po' come quando mi accingo a leggere un nuovo post pubblicato su WhiteRussian.
Ford dice: Woody Allen, ormai, con la sua consueta uscita natalizia, è praticamente diventato un cinepanettone per radical chic. Certi anni sa di rancido, certi altri è come il nettare degli dei. Le premesse, in questo caso, non mi sembrano delle migliori, ma io continuo a sperare di sbagliarmi.

Mommy
"Zitta! Non dire mai più che leggi WhiteRussian.
Hanno arrestato gente per molto meno!"
Cannibal dice: Attenzione a questo film. Con la classifica dei migliori lavori dell'anno ormai in dirittura d'arrivo, uno degli ultimi titoli capaci di scompaginare le carte in tavola potrebbe essere questo, insieme a L'amore bugiardo - Gone Girl di David Fincher in uscita tra un paio di settimane.
Osannato all'ultimo Festival di Cannes, dove si è portato a casa il Premio della Giuria, il nuovo film di Xavier Dolan potrebbe essere la prova di maturità di questo giovane e promettentissimo autore canadese. Io punto tutto sul suo Mommy e niente sul Daddy Ford.
Ford dice: di questo giovane e promettente Dolan si parla un gran bene ovunque, dal Festival di Cannes alla blogosfera, e devo ammettere che questo suo lavoro mi incuriosisce molto, tanto da mettere in secondo piano altri recuperi per poterlo avere presto ospite al Saloon. Peccato solo per l'entusiasmo in merito del mio rivale, che potrebbe rivelarsi più un male che un bene per il buon Xavier. Staremo a vedere.

The Rover
"Cannibal, smettila di parlare male di me, o ti sparo con la mia pistola ad acqua!"
Cannibal dice: Se non subisce altri rinvii nella distribuzione, dovrebbe arrivare questa settimana The Rover, porcheruola post-apocalittica con Robert Pattinson. Come testimonia la mia recensione io l'ho detestato. Sono quindi sicuro che questo noiosissimo e senza senso on the road movie australiano verrà adorato da Ford.
Ford dice: avevo rinviato la visione ai tempi dell'uscita in sala, e per una volta la distribuzione pare essermi venuta incontro. The rover approderà a breve da queste parti, e tutti - Peppa Kid in primis - avrete modo di scoprire se un prodotto australiano ed insolito come questo incontrerà effettivamente i favori del vecchio Ford, o si guadagnerà le bottigliate delle grandi occasioni.
Ovvero quelle che, di norma, toccano al Cucciolo Eroico.

Un amico molto speciale
Babbo Fordale porta a spasso il piccolo Cannibal Kid.
Cannibal dice: Da buon Scrooge della blogosfera, non amo molto i film natalizi. Diciamo che non li amo per niente. Eppure questo film di provenienza francese con protagonista l'ottimo Tahar Rahim de Il profeta e Il passato potrebbe essere una di quelle commediole che mettono di buon umore, perfetta per il periodo. Sempre che non si riveli una deprimente bambinata fordiana, ça va sans dire.
Ford dice: di commediole francesi inutili ho già fatto il pieno di recente. Dunque, nonostante il protagonista, salterò a piè pari questa robetta natalizia per godermi l'ennesima visione di Una poltrona per due. Alla faccia del mio ben poco natalizio antagonista.

Ambo
"Bravi Cannibal e Ford, avete fatto ambo...
Di blogger falliti!"
Cannibal dice: Commediola italiana che, nonostante la presenza di quella bella topolona di Serena Autieri, non mi ispira per niente. Preferisco la commediola francese della settimana, grazie.
Ford dice: se evito la commediola francese, figuriamoci quella italiana.

The Perfect Husband
The Perfect Husband, un film dell'orrore con Mr. Ford.
Scritto e diretto da Julez.
Cannibal dice: Un horror italiano.
A una frase del genere, negli anni '70 sarebbe potuta seguire l'esclamazione: “Che figata!”.
Oggi invece al massimo si può dire: “Che merda!”.
Ford dice: un horror. Già un brutto segno.
Un horror italiano. Un segno ancora più brutto.
Ci manca solo che piaccia a Cannibal, e il disastro sarà completo.

La metamorfosi del male
Mr. Ford finalmente arrestato per turpiloquio nei confronti del Cinema.
Cannibal dice: Horrorino che si preannuncia di qualità tra il pessimo e l'infimo, so già che per curiosità potrei finire a vederlo comunque. Per farmi del male. Come se già la lettura quotidiana di WhiteRussian non fosse abbastanza.
Ford dice: ecco un altro horror inutile. Quantomeno non è italiano. Che è già qualcosa.

10 commenti:

  1. Io un'occhiata la darei a tutti, o quasi, dai. :)
    Ho visto l'ultimo, Wer, e non è niente male. Quasi sufficiente. Semplice, ma c'è una certa passione nel dirigerlo e la cosa mi è piaciuta.
    Voglio vedere ovviamente Dolan, perché sono certo che questo sarà il film che me lo farà definitivamente comprendere, Allen e pure Scemo + Scemo. L'horror italiano, invece, potrebbe essere una mezza sorpresa. Ne ho sentito parlare abbastanza bene.
    Anch'io aspetto Gone Girl: l'ultimo film dell'anno che andrò a vedere al cinema. In lutto per la posticipazione bastarda del film, ho adorato il romanzo e spero di fare altrettanto col film. Ma penso di sì. Curioso di vedere la Pike all'opera: la sua è una parte coi fiocchi!

    RispondiElimina
  2. Raga! Fermi la! La metamorfosi del male (titolo originale "WER", no, dico, solito titolo di merda italico) è veramente una produzione ottima, e non so neanche cosa ci stia a fare nei nostri cinema. Ve lo consiglio caldamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ne sei sicuro?
      dal trailer pare tutto fuorché ottimo.
      e il trailer in teoria dovrebbe invogliare a vedere un film... :)

      Elimina
  3. mi sembra che ultimamente Allen faccia sempre i soliti film. Visto il trailer senza sapere il regista si capiva benissimo di chi era la mano. Sinceramente non mi attira niente....

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. prego, regista e sceneggiatrice julez :)

      Elimina
  5. Scemo e + Scemo 2 mi turba...so che sarà una cagata, ma di fondo c'è un marmocchio che vuole vederlo!

    RispondiElimina
  6. Quella di Julez è effettivamente una zampata geniale. ;)

    RispondiElimina
  7. Pseudo incuriosita dal vostro post,ho dato un occhiata al trailer di Mommy.La prima cosa che ho pensato:"ca@@o,è in francese!",l'allarme cloroformio ha cominciato a lampeggiare all'impazzata.Seguono pare familiari a secchi e donne attempate che si sostengono e consolano.Schivato.Ho guardato anche il trailer di Wer(La metamorfosi del male),e non parrebbe neppure male,ma mi hanno perso allo stile documentario e alla camera a mano che mi farebbe vomitare la cena.Bocciato.Quello di The perfect husband l'ho guardato perchè con tanti merdHorror che mi fa guardare il mio Khal,mi son detta:uno più,uno meno,ma trasuda italianità in una quantità intollerabile.Gli ho dato una possibilità solo dopo aver letto Ford che consigliava film horror friulani(radice quadrata di tre),ma non ce la posso fare XD.Woody Allen lo odio(a parte i film vecchissimi che facevano ridere un pò) e cagate italiane tipo Ambo non mi ci avvicino neppure.A Pattinson non riesco a dare una possibilità,è una cosa che mi viene dalle budella,ma questo film potrebbe essere nelle mie corde.

    Mi toccherà buttarmi su quella cagata formato apocalittico di Scemo e più scemo,sapendo già che rimpiangero quei pochi,biechi momenti di ilarità che mi regalò il primo all'epoca.E non avevo manco la scusa dei 15 anni XD

    Aspetto con ansia Gone girl,raramente Fincher mi ha deluso.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com