lunedì 29 dicembre 2014

I QUASI MIGLIORI FILM DEL 2014 (ALMENO SECONDO PENSIERI CANNIBALI)





La classifica di Pensieri Cannibali più attesa dell'anno è arrivata.
Va beh, la più attesa giusto dopo quella delle gnocche.
Quali sono stati i film dell'anno secondo questo blog?
Un'altra domanda: questa premessa la leggerà qualcuno, oppure se scrivessi ZHSREJIDSXJ ewfoghgppuhfiupRGJPRòJIREGSSJGPJGGRJRKRLGJSHGRfrpghihgrlgnrejlqagkglkerkhgelrjgjgrkegrògjgrròojgp4grehjptehphjoethpjhitphjitpthijhipeUREOGNUQSPFJGPEHJOJJSAADFDSAZZOGJTIKHTIfrgjphtttttttttttttttttttjòsèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèlddfiiiiiiiiiiiiiiiiiiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhh
nessuno ci farebbe caso?

Penso la seconda, perché so già che sarete corsi tutti a scorrere le posizioni della lista. Prima di scoprire la Top 10 vi tocca però pazientare ancora un poco, perché oggi vanno in onda i piazzamenti dalla 20 alla 11.
Occhio che a tenervi compagnia ci sono anche i poster delle pellicole personalizzati da Pensieri Cannibali.


20. (ex aequo) The Babadook e Housebound

Ventesimo posto ex aequo (lo so, quest'anno mi sono fissato con gli ex aequo, si vedano i premi alle serie tv) ai due horror che più mi hanno colpito quest'anno.
L'australiano The Babadook è il più inquietante. Anche se non mi è parso il Capolavoro totale indicato da alcuni.
Il neozelandese Housebound è invece il più divertente. E, a dirla tutta, è il mio vero horror preferito del 2014.



19. Interstellar

Come The Babadook, un altro film considerato da alcuni un Capolavoro assoluto. Massimo rispetto per tutte le opinioni, a parte quelle del mio blogger rivale Mr. James Ford, ma per me Interstellar è “solo” un buon film. Con alcuni momenti affascinanti e diversi buoni spunti, però anche un sacco di difetti, lungaggini e spiegoni inutili.
Un film stellare. Interstellare magari è esagerato.


18. Maps to the Stars

Altro giro fra le stelle. Non tra quelle vere come in Interstellar, bensì tra quelle hollywoodiane. A condurci per mano, o meglio per limousine, in questo viaggio è David Cronenberg. Maps to the Stars non sarà il suo film migliore, però è comunque una visione ricca di fascino. Un altro film stellare, ma non interstellare.


17. Grand Budapest Hotel

Secondo alcuni è questo il vero film dell'anno, secondo me no.
È una visione esteticamente splendida, è tutto carino caruccio, l'inconfondibile tocco di Wes Anderson si fa sempre apprezzare, eppure manca un po' di cuore. Quello che batteva forte in Moonrise Kingdom.


16. Dallas Buyers Club

Due personaggi opposti, due attori incredibili, una vicenda toccante ma non (troppo) ruffiana.
Dopo l'associazione dei motociclisti selvaggi di Sons of Anarchy, il Dallas Buyers è un altro club cui richiedere obbligatoriamente la tessera quest'anno.


15. 12 anni schiavo

Una visione che fa male quanto una frustata.
Di più, quanto 12 anni di frustate.


14. Locke

Un film interamente incentrato su un unico personaggio solo soletto in un ambiente ristretto è un rischio. Può portare a un naufragio totale, come nel caso di All Is Lost, o a una delle visioni più coinvolgenti e tese dell'annata. Tutto merito di un grande protagonista, Tom Hardy, e di uno spettacolo di sceneggiatura. E anche di una bella auto, dai.


13. Escape from Tomorrow

La pellicola più sorprendente dell'anno. Un guerrilla movie girato senza autorizzazioni a Disneyland che mischia horror, thriller, fantasy, comedy, mockumentary e perversioni sessuali. Soprattutto perversioni sessuali.
Più che un semplice film, imperfetto quanto a tratti geniale, una lapide posta sulla famiglia tradizionale. Strano che la Disney l'abbia boicottato.


12. Smetto quando voglio

Breaking Bad incontra la (precaria) situazione dei laureati italiani di oggi e ne esce...
una roba esaltante quanto l'anfetamina.
Non che io l'abbia mai provata, sia chiaro...


11. Due giorni, una notte

Se Smetto quando voglio è una commedia che getta uno sguardo divertito, ma alla fine profondamente amaro, sul mondo del lavoro attuale, il nuovo film dei Dardenne Due giorni, una notte è un po' il contrario. Un drammone mica da ridere, in cui però alla fine si intravede un raggio di sole.


E le prime 10 posizioni dove sono?
Le troverete molto presto. Sempre qui, su Pensieri Cannibali.

34 commenti:

  1. Ho visto Dallas buyers club,Grand Budapest e Escape from tomorrow,ed ho apprezzato a loro modo ognuno.Andrò meglio con la top 10?
    Lo scopriremo solo seguendo Pensieri Cannibali!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 3 su 10 è buono, considerando che sei tra le poche persone al mondo a parte me ad aver visto escape from tomorrow. :)

      Elimina
    2. Devo darne merito al mio Sire che l'ha procurato ;)

      Elimina
  2. Visti tutti tranne housebound (che magari mi pappo stasera)

    RispondiElimina
  3. Senti, a me Grand Budapest Hotel ha fatto proprio cagare. Per non usare francesismi.
    Forse non l'ho capito. Mah.
    Dallas Buyer Club lo voglio guardare assolutamente! Ma devo prima riuscirlo a trovare in streaming.. :'(
    Sei stato un po' cattivo con Interstellar e soprattutto con 12 anni schiavo. Meritavano posizioni più alte..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e pensa che sono ancora tra quelli che grand budapest hotel l'hanno apprezzato di meno... ;)

      Elimina
    2. GBH può piacere o non piacere (il bello della vita è non essere costretti all'unanimità)
      ma quasi certamente vincerà il GOLDEN GLOBE per la miglior commedia (solo BIRDMAN lo può battere)
      e aspetti il 15 gennaio per le nominescions oscaresche

      Elimina
    3. Il Golden Globe può darsi che lo vinca.
      Agli Oscar però ce l'avrà più dura. Sarà una sfida probabilmente tra Boyhood e qualche americanata più tradizionale...

      Elimina
  4. Premesso che nella tua lista c'è il mio film preferito dell'anno e compaiono altri grandi film, Smetto Quando Voglio (graziosa commediuccia indolore) prima di Locke, Dodici Anni Schiavo, Grand Budapest Hotel e Dallas Buyers Club suona come una bestemmia in chiesa :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me le bestemmie in chiesa piacciono ;)

      Elimina
  5. Anche per me Dallas Buyers Club andrebbe più su, nel senso come posizione non più su nel post :P La scelta di Smetto quando voglio è coraggiosa, ma vedendo Braking Bad (cosa che sto facendo attualmente) perde diversi punti. Map to the stars non mi ha convinto al 100% sembrerebbe la bruttissima copia di Magnolia. Devo recuperare i due horror, quest'anno di belli ne ho visti pochi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dalla tua classifica avevo notato che eri un po' carente di horror, quest'anno ;)

      Elimina
  6. Mi devo recuperare l'altro horror. The Babadook è fighissimo.
    Li ho visti (quasi) tutti. Mi fa piacere vedere Smetto quando voglio, anche se ho preferito molto di più Song e' Napule :)
    Grand Budapest ho iniziato a guardarlo, ma sono della stessa scuola di pensiero di Francesca.
    Quei colori assurdi mi fanno venire il mal di stomaco - e no, non sono le farfalle dell'amore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. song e' napule ancora mi manca. lo so, sono un omm'e' merd :)

      Elimina
  7. Solo due di questi da me son volati in top 10, certo mi mancano gli horror/trip disneyani (a cui potrei concedere una possibilità) ma ci troviamo abbastanza d'accordo, soprattutto sui film stellari ma non interstellari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto che sei una disneyana, potresti odiare escape from tomorrow... ;)

      Elimina
  8. Smetto quando voglio esageratamente in alto, per non parlare di Maps to the stars.
    Per il resto, direi che ci siamo abbastanza, stranamente. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tranquillo che ho tenuto il peggio, oltre al meglio, per la top 10 ;D

      Elimina
  9. ti è piaciuto Housebound? Rabbrividisco...si sta avvicinando la fine del mondo...credo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, mi pare di averlo sentito anche al meteo.
      per i prossimi giorni è prevista neve con possibilità di Apocalissi in avvicinamento :)

      Elimina
  10. Risposte
    1. E non ho manco usato Photoshop, ma solo un programmino mediocre come Picasa. ;)

      Elimina
  11. Le locandine che hai fatto sono stupende!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you very much, magico arbitro! ;)

      Elimina
  12. Pensa te, io ho trovato Moonrise Kingdom moooolto diludente e grand Budapest bellissimo, con tanto tantissimo cuore. Siamo proprio diversi, caro Cannibal :D

    RispondiElimina
  13. in realtà la Disney non ha affatto boicottato Escape from Tomorrow. pensa un po' che fallimento di film se nemmeno riesce a farsi notare. e poi è stato pubblicizzato come chissà quale impresa coraggiosa e trasgry, quando in realtà le riprese all'interno di Disneyland sono pochissime. la maggior parte delle scene sono girate con un ridicolo greenscreen.
    il fantoccio travestito da prigioniero di Guantanamo, messo da Banksy all'interno di Disneyland, vale più di tutto questo filmetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io comunque l'ho trovato parecchio potente. Magari non tanto nei confronti della Disney, quanto nei confronti delle famiglie che visitano Disneyland fingendo di divertirsi...

      Elimina
    2. Io a Disneyland ho visto più di un genitore sclerare,ed in maniera anche parecchio brutta.
      Un tizio ha addirittura malmenato un bambino IN PASSEGGINO,è stata una delle cose più orribili che abbia mai visto in vita mia.

      Elimina
  14. ce ne sono alcuni della mia Top 10! com'è possibile?!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Non puoi mettere Anderson e "Locke" dopo la decima posizione...abominio...Cannibal te ti lasci troppo trasportare dalla "f..." beep...tra i Nympho e gli Under the Skin dei primi 10... (:

    RispondiElimina
  16. cmq ho messo Smetto quando voglio nel post su Stracinema dei film da recuperare: http://www.stracinema.com/2014/12/consigli-di-visione-i-film-2014-da.html

    Le paroline magiche "Breaking Bad" nel tuo commento al film ...hanno fatto tutto..(:

    RispondiElimina
  17. Cacchio, mi sono perso troppi film!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com