martedì 25 agosto 2015

Notte horror + I cult di Pensieri Cannibali = Giovani streghe





Giovani streghe
(USA 1996)
Titolo originale: The Craft
Regia: Andrew Fleming
Sceneggiatura: Andrew Fleming, Peter Filardi
Cast: Robin Tunney, Fairuza Balk, Neve Campbell, Rachel True, Skeet Ulrich, Breckin Meyer, Helen Shaver, Christine Taylor, Brenda Strong
Genere: stregonesco
Se ti piace guarda anche: The Secret Circle, The Moth Diaries, Streghe, Amiche cattive, Buffy l'ammazzavampiri

Dio delle città e dell'immensità, io ti invoco...
Volevo dire: Dio dei Blog, io ti invoco. Fammi diventare il blogger più potente del pianeta, ti prego.
Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Terra, Aria, Fuoco, Acqua. Fammi diventare il blogger più potente del pianeta, ti prego!


Hey... funziona!
Ho scritto 'ste quattro cazzate e il post ha già totalizzato 10 milioni di visite ed è stato condiviso 3 milioni di volte. Certo che la gente condivide le cose più assurde.
Ora che sono diventato il blogger più potente del mondo, posso fondare un mio movimento politico. Lo chiamerò...
Movimento 5 Stronzi. Sì, mi piace. Oppure dovrei chiamarlo Movimento 5 Stronze di Eastwick, come vengono “simpaticamente” ribattezzate le protagoniste della pellicola Giovani streghe. Non avete mai sentito parlare di Giovani streghe? Come no? Secondo me è solo uno dei film più importanti e copiati degli ultimi 20 anni.
Non datemi subito dell'esagerato. Non ho detto che è uno dei film più belli degli ultimi 20 anni. Rivisto oggi appare come un prodotto con uno stile kitsch molto anni 90, e forse già negli anni 90 appariva così. Alcune scene sono davvero trash, la regia è da film tv di medio livello, i personaggi e le situazioni sono piuttosto stereotipati, la trama è molto semplice, eppure c'è un eppure.


Giovani streghe ha aperto la strada alla gran parte dei film e ancor di più alle serie tv fantasy degli ultimi due decenni: da Buffy l'ammazzavampiri ai vari The Vampire Diaries, Teen Wolf, True Blood, Once Upon a Time, etc, oltre naturalmente a tutte le serie stregonesche come The Secret Circle, che ne ha rappresentato una specie di versione aggiornata, Salem e Streghe. Per chi avesse dubbi in proposito, persino il pezzo usato come sigla dalla serie tv con Alyssa Milano, Shannen Doherty e Holly Marie Combs, la cover della canzone degli Smiths “How Soon Is Now?” a opera dei Love Split Love, viene qui suonata in una scena e fa parte dell'ottima colonna sonora 90s del film. Senza Giovani streghe, insomma, sarebbe difficile immaginare gran parte delle serie fantasy, teen-fantasy, mystery, teen-mystery, young adult, teen-young adult-mystery e chi più ne ha più ne metta in circolazione. Un film che, pur con tutte le sue ingenuità e i suoi difetti nella messa in scena, è a dir poco epocale.

"Hey ragazze, la magia funziona!
"Ma no, hai solo bevuto troppa Red Bull..."

Esagero?
Forse, ma dopo tutto ormai grazie al Dio dei blog sono il blogger più potente del mondo e quindi posso dire quel cacchio che mi pare. Se poi la regia del film di tale Andrew Fleming, di recente tornato a segnalarsi con la romcom caruccia Barefoot, è parecchio dimenticabile, il cast invece non si comporta male. A parte Skeet Ulrich, attorucolo che all'epoca sembrava destinato a diventare il nuovo Johnny Depp grazie al successivo ruolo da bad boy in Scream, che qui recita in maniera davvero preoccupante. Sebbene, con il senno di poi, diventare il nuovo Johnny Depp, con tutti i film di M che gira oggi, non è che sia poi un obiettivo tanto prestigioso.
Le quattro giovani pheeghe protagoniste invece funzionano alla grande. C'era Rachel True, che poi avremmo visto ancora in...
No, niente, è abbastanza sparita dalla circolazione.


C'era Robin Tunney, attrice che all'epoca sembrava destinata a fare grandi cose, invece poi è finita giusto a fare The Mentalist, e non è certo quello che si può definire “fare carriera”.


C'era quindi Neve Campbell, idola assoluta degli anni '90, lanciata dalla serie Cinque in famiglia - Party of Five che subito dopo Giovani streghe avrebbe fatto Scream sempre insieme a quel cane di Skeet Ulrich. Più di recente non è che abbia combinato molto neppure lei, a parte una brevissima apparizione in Mad Men, dove a sorpresa riesce a NON essere trombata da Don Draper, però resta un'icona 90s imprescindibile.
Neve Campbell: anni 90 = Molly Ringwald: anni 80.


L'arma in più della pellicola è però l'inquietantissima Fairuza Balk. Attrice che in seguito sarebbe ancora apparsa in American History X e Quasi famosi, ma che pure lei non avrebbe poi fatto tutta questa carrierona. Anche se adesso è ricomparsa come guest star nella nuovissima terza stagione di Ray Donovan e quindi chissà che non possa tornare alla ribalta. In ogni caso, qui è La Strega Stronza per eccellenza e offre un'interpretazione oserei dire quasi da Oscar, giusto per usare toni sobri in linea con il resto del post.


Mi rendo conto che agli occhi del pubblico attuale Giovani streghe possa non sembrare niente di che. Così come non lo era sembrato nemmeno agli occhi del pubblico di ieri. Il film all'epoca aveva avuto un successo medio-basso, ma a posteriori si può dire che si è rivelato un piccolo cult in grado di segnare le ultime due decadi del cinema e soprattutto delle serie tv fantasy-gotico-horror, così come il mio personale immaginario culturale. E in più ha ispirato anche uno dei video musicali più simpatici dell'estate, "Black Magic" della girl band Little Mix.



Che ciò sia un bene o un male decidetelo voi, sebbene, come si dice in questo film, il bene e il male sono un concetto relativo. Dopo tutto, “la vera magia non è né bianca né nera, è entrambe le cose, come la Natura, dolce e crudele allo stesso tempo”. Che perla di saggezza, e non è l'unica regalata dalla pellicola.
Giovani streghe contiene uno dei dialoghi più memorabili nella Storia del Cinema tutto. E questa volta non credo di esagerare. Un autista di bus dice alle quattro streghette protagoniste: “Occhio ai tipi strani, ragazze”. E la mitica Fairuza Balk replica: “Veramente siamo noi i tipi strani”.
92 minuti di applausi e Oscar subito per lei, ve l'ho detto!
(voto 7+/10)



Ora che sono il blogger più potente del mondo, ho indetto anche una Notte Horror, come quelle che faceva una volta Italia 1, di cui questo post fa parte, insieme a tutti questi altri. Ecco il programma  completo.

(In realtà non è stata una mia idea, però non ditelo a nessuno, altrimenti vi faccio un incantesimo di magia nera)

16 commenti:

  1. Oddio che ricordi! Mi sembra ieri che lo guardavo di nascosto in seconda serata su Italia 1 cercando di evitare di essere sgamata dai miei e essere rispedita mestamente a letto. Ricordo perfettamente che mi faceva una paura assurda, ma stava proprio lì il suo fascino. Mi sembrava una cosa proibita e per tanto così apprezzabile e intrigante! Sicuramente un cult degli anni 90, musiche pazzesche e quella giusta dose di trash da renderlo memorabile anche a distanza di tempo. Mi hai fatto venir voglia di riguardarlo! :)

    RispondiElimina
  2. Questo è uno dei film che adoro di più in assoluto, se fossi uomo andrei a cercare Fairuza e la farei mia!!!
    Ed è anche il film che negli anni del liceo mi ha iniziata a wicca e tarocchi, almeno per un annetto :P

    RispondiElimina
  3. Ah, la cara Fariuza! la Dorothy in uno dei film più meravigliosamente spaventosi che la Disney abbia mai prodotto (ma erano gli anni 80, non si era ancora annacquata di zucchero) e qui stupendissima (Mi faceva una paura immonda e andava bene così)!

    RispondiElimina
  4. Mah.. sono molto perplesso... non mi sembra un HORROR e nemmeno, la butto lì, non mi sembra neanche NOTTE.

    RispondiElimina
  5. Mi hai riportato indietro di quasi venti anni... Cosa mi hai ricordato!

    RispondiElimina
  6. Probabilmente davvero l'ho visto nel 96, quindi dovrei ridare un'occhiata :-D

    RispondiElimina
  7. Non dovevi andare on line alle 23:00??io l'ho programmato alle 21:00 e tu eri dopo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho barato. :)
      L'ho anticipato perché Blogger i post li pubblica in bacheca in ritardo...

      Elimina
  8. Ricordo che la Blak in "American history X" era assai arrapante...
    ... per il resto non mi sembra che questo sia il genere di horror adatto a me. Buona notte horror anticipata ;)

    RispondiElimina
  9. Il film era terribile, ma ricordo di averlo guardato, ai tempi, in balia delle turbe sessuali adolescenziali. ;)

    RispondiElimina
  10. Sembrerebbe esserci il materiale giusto per un ripasso :D

    RispondiElimina
  11. Oddio, ho pensato a quel scassacazzissimo video delle Little Mix che imperversa sulle tivvù inglesi ancor prima di leggere il post. Potere da stronza di Eastwick, vieni a me! XD
    Cultone trash insieme a Urban Legend!

    RispondiElimina
  12. Continuo a preferire le Streghe di Eastwick XD
    Nel '96 avevo una ventina d'anni,ma non mi ricordo di averlo visto.
    E non è che muoia dalla voglia di recuperarlo,diciamo!

    RispondiElimina
  13. Mai visto, eppure dalla tua recensione mi ispira abbastanza!

    RispondiElimina
  14. Un cultone che però... non ho mai riguardato... a quanto pare dovrei, però!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com