venerdì 8 aprile 2016

La quinta onda. Ma scusate, e le prime quattro?






Gli alieni hanno architettato un piano diabolico per conquistare le giovani menti più impressionabili. Il loro piano non consiste in un'invasione bellica, con armi, bombe e distruzione. Hanno deciso di giocarla in maniera differente, scegliendo di entrare dentro i cervelli dei nostri ragazzi e ragazze con alcune serie young adult, sia letterarie che cinematografiche. Un piano che consiste, almeno al momento, di cinque fasi, o meglio cinque onde. Eccole.

La prima onda
I maghetti

Tutto ha avuto inizio con Harry Potter, la saga letteraria attribuita a tale J. K. Rowling, in realtà concepita e scritta dagli alieni. Attraverso le avventure di un maghetto quattrocchi sfigatello in cui tutti gli umani più nerd possono riconoscersi, gli extraterrestri hanno cominciato a infiltrarsi all'interno dei crani più intelligenti (o se non altro più secchioni) delle nuove generazioni, con la complicità di altre inverosimili saghe fantasy simili come quella di Percy Jackson. Un primo passo, una prima onda necessaria per rendere verosimile l'inverosimile, compresa l'esistenza di forme di vita aliena.
Qualcosa di buono da queste serie comunque è uscita: mi riferisco più che altro esclusivamente a Emma Watson e ad Alexandra Daddario.

La seconda onda
I vampirelli

Dopo i maghetti di Harry Potter e i figli delle divinità greche di Percy Jackson, gli alieni hanno deciso di prendere alcune inquietanti figure dell'immaginario terrestre e trasformarle in innocui prodotti perfetti per i bimbiminkia: vampiri, licantropi, mutaforme e compagnia brutta. Ne sono così venute fuori alcune serie come The Vampire Diaries, Shadowhunters e Teen Wolf, capitanate dal mostruoso Twilight. Una seconda onda con cui gli alieni hanno ribaltato le tradizionali concezioni umane di Bene e di Male.

La terza onda
I distopici

Il passo successivo degli alieni è stato quello di alzare ulteriormente l'asticella, introducendo all'interno delle saghe young adult dei vaghi elementi politici. Ne sono venute fuori serie come quelle di Hunger Games e Divergent che propongono degli universi distopici, in cui i giovani possono immaginare un mondo differente dalla solita vecchia noiosa Terra. Questo con lo scopo di abituarli a una vita diversa, a una vita aliena.

La quarta onda
I malati

Una volta proposte tutte queste saghe giocate sul tema fantasy, gli alieni hanno pensato: “Ma questi umani sono così scemi che possiamo vendergli qualunque cosa, persino rendere cool le peggiori malattie!”. E così gli alieni hanno messo a punto delle storie young adult triiisti come quelle di Colpa delle stelle e Braccialetti rossi per indebolire i nostri giovani. Per far desiderar loro di essere malati, possibilmente terminali.

La quinta onda
Gli sfigati

Siamo così giunti alla quinta e attuale onda del piano alieno, nonché delle saghe young adult di nuova generazione. Quei libri e quelle pellicole che sono partite come eredi di Hunger Games e hanno proposto un futuro distopico ancora più angosciante. Libri, film e serie tv come La quinta onda, Maze Runner e The 100 presentano dei giovani personaggi immersi in un'apocalisse perenne. Il mondo così come lo conoscevamo è sparito e c'è spazio solo per morte, tristezza e miseria. Uno scenario privo di speranza con cui gli alieni hanno completato il loro progetto di sottomissione dei giovani esseri umani sfigati che, a forza di vedere queste saghe via via sempre più deprimenti, non sognano più il successo, la ricchezza e il potere. Sono menti annichilite, pronte per essere dominate dagli invasori alieni senza opporvi alcuna resistenza.

Simbolo perfetto di tutto questo è La quinta onda, pellicola che parla proprio di un'invasione aliena che prevede la decimazione della razza umana attraverso cinque fasi.

La quinta onda
(USA 2016)
Titolo originale: The 5th Wave
Regia: J Blakeson
Sceneggiatura: Susannah Grant, Akiva Goldsman, Jeff Pinkner
Tratto dal romanzo: La quinta onda di Rick Yancey
Cast: Chloë Grace Moretz, Nick Robinson, Alex Roe, Liev Schreiber, Maria Bello, Ron Livingston, Maggie Siff, Zachary Arthur, Maika Monroe
Genere: post-post-post-post-post-apocalittico
Se ti piace guarda anche: La guerra dei mondi, Il villaggio dei dannati, Hunger Games, The Giver

La quinta onda è in pratica la versione young adult de La guerra dei mondi, con l'aggiunta come protagonista una giovane ragazza che raccoglie il testimone delle varie Katniss di Hunger Games e Tris di Divergent, più un pizzico de L'invasione degli ultracorpi e soprattutto de Il villaggio dei dannati, visto che la quinta onda del loro piano di conquista della Terra vede giocare i ragazzini un ruolo determinante.

"Che fai, approfitti dell'invasione aliena per toccarmi le tette?"
"Lo so che è la scusa più vecchia del mondo, però sì!"

La quinta onda è insomma il solito mischione di idee del passato mixate insieme alla buona e proposte come qualcosa di nuovo e di futuristico. Si può dire la stessa cosa di Hunger Games, una specie di incrocio tra Battle Royale e l'Isola dei Famosi, ma se non altro là almeno c'era un minimo di discorso politico. Qui non c'è manco quello e in più siamo ormai giunti al riciclo del riciclo sempre delle stesse tematiche. Se lo spunto fantascientifico iniziale, per quanto già sentito e strasentito, ha comunque sempre un suo certo fascino, lo sviluppo risulta parecchio banale e noiosetto, tra soliti scenari post-apocalittici e molto soporiferi alla The Walking Dead e alcuni improbabili momenti più action e persino bellicosi. Il tutto senza dimenticarsi di mettere dentro un immancabile triangolo amoroso, in cui a contendersi le attenzioni di una Chloë Grace Moretz che sta crescendo davvero bene sono i due potenziali nuovi idoli delle teenagers Alex Roe e Nick Robinson, quello con la faccia da scemo imbambolato già visto in Jurassic World.

"Con dei militari come noi, pure quelli dell'ISIS se la staranno facendo sotto dalla paura."

La quinta onda rappresenta la pietra tombale sul genere young adult. Un genere che pure non ho mai disdegnato, ma che ormai sembra proprio alla frutta. Se non altro, il fatto che sia stato un discreto flop commerciale dovrebbe risparmiarci dal rischio di eventuali sequel tratti dagli altri romanzi della saga letteraria scritta da tale Rick Yancey...
Questo almeno secondo la versione ufficiale. La verità è che, come vi ho detto, anche questa saga così come le altre è stata ideata dagli alieni per conquistare la Terra. Mi sa però che, considerando il successo sempre più calante delle nuove serie young adult, dovranno inventarsi una ulteriore nuova fase dei loro diabolici piani.
A questo punto ho paura a domandare: quale sarà la sesta onda?
(voto 5/10)


12 commenti:

  1. Concordo anche sul voto.
    E, mi ripeto, peccato. Il romanzo merita molto, ma il film mi ha ammazzato la voglia di leggere i seguiti.

    RispondiElimina
  2. Complimenti, un capolavoro di recensione.
    Blissard

    RispondiElimina
  3. Gran post per un film che invece è una zozzeria, sono contento di essere cresciuto con i film giusti (Starship troppers, Alba Rossa) e non con questa brutta copia young-adulta. Cheers!

    RispondiElimina
  4. Un'altra saga young adult? Stavolta passo. :)

    RispondiElimina
  5. Io gli avrei dato ancora meno, film noiosissimo e scontato. Ma quando io ero giovane guardavo Alien, jurassic Park e i Goonies!!!!come fanno i giovani di oggi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. azzardo un'ipotesi
      agli/alle adolescenti di adesso piace pensare che tanti problemi apparentemente insormontabili (invasioni aliene, tirannie, Voldemort, crisi mondiali ecc) possano essere risolti da pivelli qualunque, con un po' di buona volontà e un po' di culo
      Alieni bavosi, rettili giurassici, vampiri transilvani e compagnia bella erano, invece, sconfitti da adulti

      Elimina
  6. Gli voglio troppo bene a Chloë Grace Moretz, ma dovrebbe iniziare a puntare a qualche pellicola di maggior qualità...

    RispondiElimina
  7. Una vera schifezza, anche se non particolarmente dannosa.
    Strano che non ti abbia esaltato. ;)

    RispondiElimina
  8. questo è il tipico post sensazionale da cannibal...
    mi è proprio piaciuto quest'escursus tra le varie fazioni che hanno popolato i teen movie, resi amatissimi anche dagli adult...
    per me, che sto riscoprendo Harry Potter tramite i libri, e che non vedo l'ora di rivedere i film, è un rientrare nelle fila dal principio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com