mercoledì 25 gennaio 2017

La Cannibal Music di Gennaio 2017 – Top e Flop del mese





È arrivata l'ora per un cambiamento. La rubrica musicale di Pensieri Cannibali quest'anno si rinnova, si svecchia, diventa più (si spera) interessante ed elettrizzante e diventa anche più... competitiva.
Visto che ad esempio in tv la musica funziona più che altro quando c'è qualche gara di mezzo, dai reality stile X Factor fino al sempiterno Festival di Sanremo, vediamo di adottare un modello simile anche qui su questo blog.
Da questo mese le novità discografiche, sia a livello di album che di singole canzoni, saranno divise tra Top e Flop.

Tanto per esagerare, ci sarà anche qualche altra novità, come lo spazio dedicato alla musica presente in film e serie tv, più una rubrica all'interno della rubrica con il pezzo vintage del mese.

E allora cominciamo con i Top e poi i Flop musicali di questo ricchissimo gennaio, naturalmente secondo il personale giudizio di Pensieri Cannibali.



Top del mese


7. Lenny

Odio l'espressione “una canzone che dà la carica”, però in questo caso mi tocca usarla, perché è perfetta per un pezzo come “Hell.o”. Un saluto infernale da questa cantante emergente della Repubblica Ceca che dà la carica. Non si può dire altrimenti.




6. Gorillaz

Il nuovo singolo anti-Trump dei Gorillaz Hallelujah Money è spiazzante. Non perché sia anti-Trump, ma perché è una ballad sbilenca e apocalittica che non è proprio il classico singolo immediato. Chi si aspettava da loro una nuova Clint Eastwood, Feel Good Inc. o Stylo rimarrà un po' interdetto dalla mancanza di ritmo e dall'eccessiva presenza di Benjamin Clementine, ma quando fa il suo ingresso la voce di Damon Albarn il pezzo s'illumina d'immenso.
Un ritorno per il momento un po' meh, che però mostra un gruppo in costante evoluzione e mutamento. E chissà quali e quanti altri colpi di scena avranno preparato questi cartoons all'interno del loro nuovo album di prossima uscita...




5. David Bowie

Dalle ultime sessioni di registrazione di David Bowie è stato tirato fuori un EP postumo con 4 brani, la già nota Lazarus + 3 inediti, tra cui spicca la title track No Plan, un pezzo che provoca assuefazione e che arriva come ulteriore conferma di quanto il Duca Bianco a livello musicale fosse ancora in gran forma. Peccato che il suo fisico invece non fosse più sulla stessa lunghezza d'onda.




4. Arcade Fire

Gli Arcade Fire sono tornati con un pezzo funky molto diretto e immediato realizzato insieme alla cantante soul Mavis Staples che fa molto I Got a Woman di Ray Charles, e di conseguenza anche Gold Digger di Kanye West. Come per i Gorillaz, un ritorno sorprendente e differente da quanto realizzato in passato, che fa salire ulteriormente la curiosità verso il loro nuovo atteso album.




3. Ed Sheeran

Ed Sheeran con Castle on the Hill ha tirato fuori la ballatona epica che Bono e Chris Martin da qualche anno non riescono più a scrivere.
Da brividi sulla pelle e da accendini accesi.




2. Baustelle

I Baustelle mi sono sempre sembrati i Pulp de' noantri. Un gruppo snob e radical-chic fin che si vuole, ma anche pop. Persino oscenamente pop, come loro stesso hanno definito il nuovo album L'amore e la violenza. Non stupisce allora che il singolo di lancio, l'irresistibile Amanda Lear, richiami proprio una delle hit più celebri della band britpop di Jarvis Cocker: Disco 2000. Nonostante i riferimenti culturali (David Foster Wallace, la copertina ispirata al film If con Malcolm McDowell), i richiami musicali (ad esempio a Battiato) e le citazioni (c'è persino un campionamento di Sandokan degli Oliver Onions), i Baustelle ormai sono solo i Baustelle. Hanno il loro stile, tanto amato quanto odiato, e questa volta hanno fatto, per la mia gioia, un disco di “canzonette” (parola usata dallo stesso Francesco Bianconi), come le contagiose Eurofestival e L'era dell'acquario, facendo dimenticare le suite a tratti piuttosto noiose del precedente Fantasma. E se un pezzo da brividi come La vita è soltanto una canzonetta pop, ben vengano le canzonette pop.




1. The xx

Ero preoccupato. Molto. Riuscivo a malapena a dormire. Cosa mi stava torturando tanto?
L'enigma su come sarebbe stato il nuovo dei The xx, dopo l'album d'esordio capolavoro xx e l'ottimo seguito Coexist.
Tirando un forte sospiro di sollievo, posso dire che il loro terzo lavoro I See You è un disco bello. Bellissimo. Non so se sarà l'album dell'anno, dopo tutto è appena gennaio ed è giusto non saperlo ancora, ma so che ogni volta che lo ascolto le mie orecchie godono, così come il mio cuore e pure i miei occhi, ora che possono riposare visto che finalmente riesco a dormire sonni più tranquilli.




Flop del mese


4. Ed Sheeran

Ma come?
Ed Sheeran non era tra i top del mese?
Sì, grazie alla splendida Castle on the Hill. Solo che in questo gennaio il roscio ha pubblicato due nuovi singoli e l'altro, Shape of You, è un pezzo sensuale e quasi da club, non brutto e anzi parecchio accattivante, infatti è già in cima alle classifiche di mezzo mondo, solo che a me sembra ben poco nelle sue corde, più intimiste e riflessive. Non a caso era stato scritto per Rihanna, peccato che poi lui c'ha ripensato e l'ha tenuto per sé. Ho come il sospetto che cantato da lei sarebbe risultato leggermente più sexy...




3. Tiziano Ferro e Carmen Consoli

Presi singolarmente, Tiziano Ferro e Carmen Consoli non mi spiacciono nemmeno. Soprattutto la Carmen. Insieme, con le loro voci così intense, sono però davvero troppo “drama” tutto in un colpo solo, almeno per me.



Sarà che piove da luglio/Il mondo che esplode in pianto/Sarà che non esci da mesi/Sei stanco e hai finito i sorrisi soltanto” cantano. E meno male cha la canzone si chiama Il Conforto...




2. Brunori Sas

Negli ultimi tempi ho fatto pace con la musica italiana. Gli artisti e i gruppi più o meno indie in giro oggi, dai Thegiornalisti a I Cani passando per Cosmo, Dente e Le luci della centrale elettrica, mi gustano quasi tutti, chi più chi meno. Ce n'è però uno che proprio non ho mai capito e continuo a non capire: Brunori Sas. C'era davvero bisogno di un Francesco De Gregori per hipster, specie considerando che già De Gregori è la brutta copia italiana di Bob Dylan?
Per me no. E se lo dico io da hipster radical-chic snob della peggior specie quale sono, figuriamoci quanto possa servire al resto del mondo.




1. Mannarino

Me la sono presa con il povero Brunori Sas, ma c'è anche un altro cantautore italiano più o meno nuovo e più o meno indie che non ce la faccio ad apprezzare e di cui proprio non comprendo il (relativo) successo: Mannarino. Sembra una versione di serie B di Vinicio Capossela. Lui però preferisce altri paragoni, autodefinendosi un mix “tra Caravaggio e Caetano Veloso. Che dire? Modesto, il ragazzo.





Pezzo vintage del mese
Ice Mc feat. Alexia "Think About the Way"

La nuova rubrica dentro la rubrica dedicata alla musica del passato si apre andando a rispolverare la grandiosa colonna sonora di Trainspotting, visto che si avvicina l'uscita del seguito T2: Trainspotting. Ho scelto però di riproporre non brani capolavoro come Lust for Life di Iggy Pop e Perfect Day di Lou Reed, che sarebbe stato troppo facile, bensì il pezzo più tamarro. Non mi riferisco alla mitica Born Slippy degli Underworld, bensì alla dance commerciale tipicamente anni '90 di Think About the Way di Ice MC con la nostra Alexia, suonata quando Mark Renton arriva a Londra. Bon dighi dighi dighi bon dighi bon.




Colonna sonora del mese
Blue Jay

In attesa di concentrarmi su La La Land, in uscita nei cinema italiani domani, la colonna sonora selezionata per questo freddo gennaio è quella di uno splendido film indie che scalda il cuore: Blue Jay. A restare impressa è soprattutto una canzone, No More I Love You's di Annie Lennox, usata in una scena romantica sì, ma anche divertente e non troppo smielata.




Musica telefilmica del mese
Search Party

Dalla mia nuova fissa telefilmica di inizio 2017, la sorprendente Search Party, vi propongo il pezzo usato come sigla e tema ricorrente: Obedear del gruppo electro-pop canadese Purity Ring. Una canzone ipnotica perfetta per entrare nell'atmosfera di questa serie misteriosa e divertente al tempo stesso.




Rivelazione italiana del mese
Marydolls

Per chiudere la prima (e chissà? forse ultima) rubrica musicale di Pensieri Cannibali del 2017, ecco un gruppo italiano emergente niente male e scoperto per caso su Facebook: i Marydolls. Di loro non so nulla. So solo che la loro Voglio essere giovane è appena diventata il mio nuovo inno personale.




Ah, ancora un'ultima cosa: ecco la playlist musicale cannibale di gennaio 2017 su Spotify.


13 commenti:

  1. Concordo sul fatto che Il conforto sia parecchio deprimente, e onestamente anche poco musicale e orecchiabile, però ha un testo che trovo bellissimo. E perfino la Consoli, con Ferro appresso, mi infastidisce meno del solito e comprendo anche le cose che dice. Castle on the hill la adoro, meno Shape on you, che però brutta non è: certo, ora mi hai messo in testa l'immagine di Ed Sheeran (s)vestito come Rihanna... Brrr! Un po' di cose devo sentirle ancora. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

      1) incantesimi d'amore
      2) Incantesimi amore perduto
      3) Incantesimi Divorzio
      4) Incantesimi di matrimonio
      5) incantesimo.
      6) Incantesimi Breakup
      7) Bandire un amante passato
      8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
      9) vogliono soddisfare il vostro amante
      Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
      attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

      Elimina
  2. Amanda Lear ha già un posto nel mio cuore. Non smetterei mai di ascoltarla!!
    La combo Consoli/Ferro (che singolarmente piacciono anche a me) pare letale invece, peggio di Mariottide XD

    RispondiElimina
  3. Hallelujah Money è più che spiazzante: orrida.
    Brunori Sas e Mannarino saranno pronti per il salottino di Fazio, ma non fanno neanche per me.
    L'attesa è per Arcade Fire e Le Luci della Centrale.

    RispondiElimina
  4. Ma che bella questa nuova rubrica! :) Soprattutto le sottorubriche sulle musiche nei film.
    Ho una playlist Spotify su musiche e soundtrack dove ho già messo di tutto e di più e in realtà è diventata un casino.
    Ma come fa a non piacerti La verità di Brunori Sas? Non sono sua fan assoluta ma questo pezzo è davvero notevole. :)

    RispondiElimina
  5. Io in fatto di musica sono assolutamente ignorante, questo è certo, ma com'è che in giro in pochissimi ascoltano The Weeknd? E non mi riferisco alle due hit che ci fanno odiare alla radio, come "Can't feel my face" o "Starboy", mi riferisco al fatto che quando l'anno scorso uscí il suo album avrò ascoltato principalmente quello per i quattro mesi successivi, e la stessa cosa mi è successa adesso con quello nuovo.
    Io credo che, rivisitando classici e moda del pasato, stia plasmando un genere tutto suo.

    RispondiElimina
  6. A parte cose decisamente troppo radical per me, devo dire che, pur senza Rihanna, Shape of you a me gasa non poco. ;)

    RispondiElimina
  7. Oh, gran bella cosa questa rubrica e la playlist che mi permettono di rimanere aggiornata, che con la musica sono fin troppo nostalgica e fissata da non cercare niente di nuovo dopo 5 ore di radio a lavoro.
    I Gorillaz non saranno i Gorillaz di sempre, ma mi piacciono lo stesso, il troppo hipster Brunori non riesce a piacermi, nemmeno ora che non è più così hipster da passare su deejay, splendida, infine, la scelta di Blue Jay: mi rimetto a piangere tutte le mie lacrime.

    RispondiElimina
  8. Sui flop concordo pienamente. Il resto me lo segno

    RispondiElimina
  9. Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

    1) incantesimi d'amore
    2) Incantesimi amore perduto
    3) Incantesimi Divorzio
    4) Incantesimi di matrimonio
    5) incantesimo.
    6) Incantesimi Breakup
    7) Bandire un amante passato
    8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
    9) vogliono soddisfare il vostro amante
    Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
    attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

    RispondiElimina
  10. Molto bello il modo in cui hai organizzato la rubrica! Aspettavo impaziantemente i ritorni di Arcade Fire e The XX

    RispondiElimina
  11. e questi...https://www.youtube.com/watch?v=CAL58RPoeso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro mi piacciono abbastanza.
      Vediamo un po' cosa combinano con il nuovo imminente album... ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com