martedì 28 settembre 2021

Serial Killer: le serie che han fatto le brave e quelle che son state cattive nel Settembre 2021



Tanta carne al fuoco seriale nel mese di settembre. Alcune serie devo ancora recuperarle, altre devo vederle per bene prima di giudicarle, ecco intanto quello che ho già guardato e che sto seguendo in questi giorni.



Serie Top del mese

Clickbait
(stagione 1)

Chiara Ferragni e Fedez si sono lasciati...


Chiara Ferragni e Fedez si sono lasciati... scappare una parolaccia contro il Codacons.

Questo è un esempio di clickbait. Un modo sensazionalista di attirare l’attenzione che mira a ottenere il maggior numero di interazioni possibile, a volte anche in maniera un po’ ingannevole. La serie TV Clickbait parte da un video acchiappaclic. Su un sito simil-YouTube viene caricato un filmato dove, attraverso alcuni cartelli, si spiega che, al raggiungimento di quota 5 milioni di visualizzazioni, un uomo accusato di aver abusato di alcune donne verrà ucciso. Così, senza processo o modo di difendersi. Cosa succede poi?


Volete saperlo. So che volete saperlo, ma non ve lo dico. L’unica cosa che vi dico è che ogni episodio è incentrato su un personaggio differente. Un espediente già usato da altre serie, come Lost e Skins, ma che non mi pare fosse stato ancora applicato a un thriller puro. E per una serie thriller è davvero azzeccato, visto che a ogni episodio la prospettiva cambia e tutto quello che pensavamo di sapere si ribalta. Si può pensare che Clickbait parta da uno spunto curioso e dopo si perda per strada, ma grazie a questa scelta narrativa così non è. Clickbait tiene incollati allo schermo e con il fiato sospeso dall’inizio alla fine e finisce per essere una delle serie meglio scritte oggi in circolazione, oltre a essere diabolicamente accattivante e a costringere a cliccare play episodio dopo episodio. E comunque, Chiara Ferragni e Fedez NON si sono lasciati. Che io sappia.


The White Lotus
(stagione 1)

The White Lotus può essere considerata una versione HBO di film estivi italiani come Panarea o Vita smeralda. Non scappate! Non è per forza una cosa negativa. Dopotutto, a guardarlo bene, Lost è pur sempre una versione più fantascientifica e incasinata di Selvaggi dei fratelli Vanzina. Tornando a The White Lotus, è una commedia satirica su un gruppo di ricchi privilegiati viziati in vacanza in un resort hawaiano di lusso. Propone una galleria di personaggi tutt'altro che facili da amare, a parte l'idolesco direttore del resort, che pure non è proprio la persona migliore del mondo. Perché guardarlo, allora?

"Non ne ho idea!"

Perché è una visione che a tratti fa ridere, ma regala anche qualche boccone amaro e soprattutto fa riflettere sulla società e la vita di oggi. Ha la spietatezza animalesca di Mean Girls. È un Nine Perfect Strangers che ce l'ha fatta. È una delle cose più originali e imprevedibili che potete trovare in giro. Ha una colonna sonora ipnotica. E poi ci sono Alexandra Daddario e Sydney Sweeney. Mi sa che questa era la prima cosa che dovevo dire per convincervi a guardare la serie, lasciate perdere il resto che ho scritto.

"Ma dirlo prima?"


Only Murders in the Building
(stagione 1, episodi 1-5)

Brutti fanatici di true crime del ca**o. È così che potrebbero essere definiti i protagonisti di Only Murders in the Building. Anzi, è proprio così che vengono definiti da una poliziotta. L'ho scritto censurato, perché stiamo pur sempre parlando di una serie che in Italia va su Disney+. E in casa di Topolino va bene non dare i compensi per lo streaming a topolone come Scarlett Johansson, ma guai se si dice una parolaccia. Anche se qui a dirla tutta un po’ di parolacce sono presenti. Che le cose alla Disney stiano cambiando, o è solo perché in realtà negli USA questa serie va su Hulu? Ma soprattutto, chi sono i protagonisti di Only Murders in the Building, oltre a tre brutti fantatici di true crime del ca**o?

Sono Selena Gomez, giusto per rimanere in tema di topolone, Martin Short, che è un piacere rivedere dopo un periodo di assenza dalla scene, e Steve Martin, che mi sta moderatamente simpatico. Nel senso, non mi mi fa ammazzare dalle risate, ma nemmeno mi fa venire voglia di ammazzarlo. E a proposito di morti ammazzati, in questa serie non mancano di certo. Quindi questa è una serie per brutti fanatici di true crime del ca**o?

No, Only Murders in the Building è una serie per brutti fanatici di commedie crime del ca**o.



Serie Flop del mese

La casa di carta
(stagione 3 - prima parte)

Ora capisco quelli che la chiamano La casa di cacca. Ho sempre amato e difeso questa serie, ma arrivato alla prima parte della - a questo punto posso dire gracias a Dios - stagione conclusiva, ne vedo tutti i difetti. La stagione 1 per me resta una bomba, una delle cose action più adrenaliniche capitate sul piccolo schermo dai tempi di 24. I nuovi episodi invece, tra continue sparatorie, esplosioni e colpi di scena telefonati, regalano solo un sacco di sbadigli, o al massimo qualche risata involontaria. E poi, avendo subito negli scorsi giorni un furto, in questo momento non me la sento di simpatizzare così tanto per una banda di ladrones de mierda.



Guilty Pleasure del mese
Sex Education
(stagione 3)

Sex Education è sempre un piacere. In tutti i sensi.

P.S. Ruby (interpretata da Mimi Keene) personaggio top della terza stagione.




Cotta del mese
Zoe Kazan (Clickbait)

Un motivo in più per vedere Clickbait?
C'è Zoe Kazan!






4 commenti:

  1. Sono in un ritardo assurdo con tutte le serie uscite a settembre: quante ne sono arrivate?
    Al momento né Clickbait -con cui continuo ad addormentarmi- né Sex Education -al terzo episodio aspetto la vera scintilla- convincono appieno, ma devo ritrovare la vecchia routine per mettermi in pari.
    Quanto a La Casa di Cacca: finalmente lo ammetti! Quanto sono felice di averla abbandonata alla terza stagione!

    RispondiElimina
  2. La Casa Di Carta io la vedo perché è esilarante per come sta diventando sempre più cretina

    RispondiElimina

  3. Sarebbe ingiusto da parte mia non lodare colui che il mese scorso mi ha permesso di ottenere un prestito di denaro di cui avevo bisogno per salvare la vita di mio padre in pericolo in primo luogo non l'ho fatto non ci ho creduto per un solo momento ma la mia curiosità mi ha spinto a provare e finalmente ho potuto ottenere questo prestito che mi ha tirato fuori da questa impasse in cui vivevo, ho rispettato le condizioni e senza problemi mi sono stati accreditati sul conto 45000€ che avevo chiesto. Se hai bisogno di fare un prestito, contatta il Sig. Michel Combaluzier al suo indirizzo e-mail che è: combaluzierp443@gmail.com

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti.
    Conoscevo il signore Virgolino Claudio creditore in particolare in un forum che è davvero onesto e veloce, non posso che ringraziarvi per il vostro lavoro serio, ma file elaborato in meno di una settimana e ho ottenuto un credito di 45.000 euro. Testimonierò anch'io per aiutare i bisognosi. Il suo indirizzo e-mail: virgolinoclaudio7@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com