venerdì 30 settembre 2022

Ma dici sul serie? Le serie TV di Settembre 2022, tra elfi, teleimbonitrici e micropeni






Da vedere

Wanna
(docu-serie)

CIAO AMICI, SONO ROBERTO DA CREMA, MA FORSE MI CONOSCETE MEGLIO COME IL BAFFO, IIIIH, SCUSATE, A FORZA DI URLARE FACCIO FATICA A RESPIRARE, IIIIIIH, NON RIESCO A RESPIRARE, PERÒ URLO LO STESSO, IIIIIIIIIIH!


OGGI NON CERCHERÒ DI VENDERVI UNO DEI MIEI FANTASTICI OROLOGI, OGGI VI PROPONGO UNA DOCU-SERIE DA NON PERDERE: WANNA. PARLA DELLA TELEVENDITRICE NUMERO 1 IN ITALIA IIIIH O FORSE AL MONDO IIIIH GIUSTO DIETRO DI ME: WANNA MARCHI!


FORSE LA CONOSCETE GIÀ. FORSE AVETE COMPRATO ALCUNI DEI SUOI PRODOTTI IIIH O VI SIETE FATTI DARE I NUMERI FORTUNATI (?) DAL MAGO DO NASCIMENTO. IN TAL CASO SIETE DEI COGL**NI IIIIIIH! NON LO DICO MICA IO. LO DICE LEI STESSA, D'ACCORDO?


IN OGNI CASO LA SERIE WANNA È INCREDIBILE, AMICI IIIIIIH, E POI FACCIO UNA COMPARSA PURE IO. CIOÈ, A DIRLA TUTTA COME DOCU-SERIE NON È CHE SIA NIENTE DI MAI VISTO PRIMA. MI HA RICORDATO TIGER KING E SOPRATTUTTO SANPA, GIUSTO PER DIRNE UN PAIO. LA STORIA DI WANNA MARCHI PERÒ È INCREDIBILE! E FA RIFLETTERE. CERTO CHE GLI ITALIANI IIIIIIH SI FANNO FREGARE IN CONTINUAZIONE. LA STORIA SI RIPETE SEMPRE. L'ULTIMA VOLTA È SUCCESSO DOMENICA SCORSA. INCREDIBILE AMICI IIIIH COME GLI ITALIANI CI CASCHINO OGNI VOLTA. IIIIIIIH INCREDIBILE!


Circeo
(miniserie)

Restando in tema di orrori italici, ecco una serie sul massacro del Circeo. Hey, un momento, ma non hanno appena già fatto un film sul terribile fatto di cronaca degli anni '70?

Sì, è vero. La scuola cattolica. Non proprio fenomenale, ma nemmeno del tutto da buttare. Quel film però può essere considerato quasi come un prequel. La miniserie Circeo si concentra infatti più che altro sul dopo. Mettendo in risalto i vari risvolti sociali, legali e umani della vicenda, emozionando pure parecchio, come il film La scuola cattolica non è riuscito, o forse non ha voluto fare.



The Offer
(miniserie, episodi 1-7)

Oltre che su Wanna Marchi e sul massacro del Circeo, hanno fatto una miniserie anche sulla realizzazione de Il padrino e no, non è destinata unicamente ai fan de Il padrino. Io non lo sono. Pur riconoscendo la sua grandezza, non è uno dei miei film del cuore. The Offer riesce però a essere un'offerta che non si può rifiutare per qualunque appassionato di cinema in generale. Mostra in maniera molto stilosa e brillante il dietro le quinte del dorato mondo di Hollywood. Lo fa con un respiro cinematografico, senza comunque dimenticare di essere una serie TV con le sue regole. Tipo far venire voglia allo spettatore di spararsi un episodio dietro l'altro.

Molto bene il cast. In particolare lo stiloso Matthew Goode nei panni del boss della Paramount.


E Dan Fogler nel ruolo di Francis Ford Coppola.


Pure Miles Teller sembra meno inespressivo del solito. Anche se, certo, non è Pacino o Brando.


E a proposito, l'unico che non mi convince troppo è l'attore scelto per ricoprire proprio il ruolo di Marlon Brando: Justin Chambers, celebre per il ruolo di Alex Carev in Grey's Anatomy. Più che un'interpretazione, la sua sembra un'imitazione, e nemmeno troppo riuscita.



Prisma
(stagione 1, episodi 1-5)

La risposta italiana a Euphoria?
Beh, diciamo di sì, e sia preso come un complimento. Prisma è una via moderna al teen drama in versione tricolore, un'evoluzione di Skam Italia. Non a caso dietro entrambe le serie c'è Ludovico Bessegato.

Prisma presenta però una particolarità: i protagonisti principali sono due gemelli, interpretati dallo stesso attore, Mattia Carrano, volto emergente di cui sentiremo ancora parlare, qui alle prese con una (doppia) prova parecchio impegnativa e superata brillantemente.


Due gemelli piuttosto problematici. Uno è uno studente bocciato che nel tempo libero spaccia droga e si spaccia per una ragazza. Quello considerato strano da tutti comunque è l'altro.

Questa è una particolarità non da poco. Quante altre serie hanno per protagonisti dei gemelli?
A me viene in mente giusto la mitica Sweet Valley High, con le gemelle Cynthia e Brittany Daniel di cui negli anni '90 ero innamorato. Un giorno più di una, un giorno più di un'altra, tanto per non fare torto a nessuna.


Divagazioni a parte, non perdetevi Prisma. L'ottima risposta italiana a Euphoria. E forse anche a Sweet Valley High.


Skam Italia
(stagione 5)

La nuova stagione di Skam Italia è tutta incentrata sul... micropene.
Detta così può sembrare - letteralmente - una cazzata, invece no. Se le quattro precedenti stagioni prendevano ispirazione dalla serie norvegese originale, la quinta è la prima con una vicenda del tutto inedita. E coraggiosa.


Il tema del micropene... pardon dell'ipoplasia peniena non è facile da affrontare con così tanta sensibilità e senza scadere nelle battutacce. Io ad esempio non ce la potrei mai fare. Gli autori di Skam Italia invece ce l'hanno fatta e, anche se le mie stagioni preferite restano la quarta e la seconda, anche questa volta hanno tirato fuori una decina di episodi che si binge-watchano veloci uno dopo l'altro. Le dimensioni non contano, ma questa serie resta sempre superdotata.


Angelyne
(miniserie)

Chi è Angelyne?
Se avete vissuto a Los Angeles negli anni '80 sicuramente lo sapete, altrimenti probabilmente no.
Quindi, chi è questa Angelyne?
Non ve lo dico. Vi tocca scoprirlo guardando l'intrigante miniserie in cui una quasi irriconoscibile Emmy Rossum veste i suoi pinkissimi panni.



The Resort
(stagione 1)

The White Lotus comincia a fare scuola?
Mentre la miniserie con Murray Bartlett, Jennifer Coolidge, Sydney Sweeney e Alexandra Daddario ha appena trionfato agli Emmy Awards 2022, ecco che intanto è arrivata una serie che parte da uno spunto simile: una coppia in vacanza in un resort esotico. La sviluppo poi è differente, qui a tratti si percorrono sentieri più thriller e avventurosi, e il risultato, pur non raggiungendo gli stessi livelli di The White Lotus, riesce comunque ad affascinare. Non una serie da Emmy, ma una possibilità gliela si può dare.




Da evitare

Il Signore degli Anelli - Gli anelli del potere
(stagione 1, episodi 1-3)

La nuova guerra del fantasy per quanto mi riguarda la sta vincendo Game of Thrones su Il Signore degli Anelli. Piuttosto a sorpresa. Pur non convincendomi del tutto, House of the Dragon con le sue vicende pruriginose e decisamente incestuose sa come attirare l'attenzione ed evitare gli appisolamenti.

Cosa che invece non sta riuscendo a fare Gli anelli del potere. I primi 2 episodi, diretti dal buon J. A. Bayona, sono visivamente affascinanti, ma già nel successivo il calo nella qualità registica è evidente. Il problema maggiore per me sta comunque in un numero eccessivi di situazioni, regni e personaggi, la maggior parte di scarso interesse ed empatia. Galadriel ad esempio è simpatica all'incirca quanto Sauron in una giornata no.


L'unica che mi ispira un po' di interesse è Nori Brandipiede dei Pelopiedi, che possono essere considerati gli antenati degli Hobbit. Certo che fare una serie sul Signore degli Anelli senza hobbit veri e propri già in partenza non mi sembra un'idea così brillante e il risultato lo conferma.


Quanto alle polemiche sul casting multietnico, a chi sostiene che non esistono elfi di colore io replico dicendo: non esistono elfi, punto.




Cotta del momento
Adria Arjona (Irma Vep, Andor)

Nella miniserie Irma Vep Adria Arjona non passa certo inosservata. Soprattutto nelle scene ad alta tensione sessuale con Alicia Vikander.


Manco faccio in tempo a ripigliarmi da Irma Vep, che mi ritrovo Adria Arjona anche in Andor, la nuova serie ambientata nell'universo di Star Wars. Uno spin-off di Rogue One di cui personalmente non sentivo alcun bisogno. La serie non mi interessa per niente, ma se tra uno sbadiglio e l'altro cercherò di proseguire nella visione lo farò esclusivamente per lei. Ora me ne andrei. Anzi, me ne Andor.

"Ma Andor vai, se lo spin-off non ce l'hai?"



Guilty Pleasure
Heartbreak High
(stagione 1, episodi 1-5)

Se state fremendo aspettando la nuova stagione di Sex Education, ecco una nuova serie che può aiutarvi a rendere più gradevole il periodo d'astinenza. Heartbreak High è un teen drama piuttosto classico, tra amori, amicizie, triangoli sentimentali, problemi con i genitori, coppie da shippare, personaggi da adorare e quant'altro, però è un teen drama australiano, cosa che lo differenzia dai soliti show adolescenziali americani e lo avvicina più a certe cose britanniche come appunto Sex Education. Altro elemento in comune con Sex Education è il ruolo centrale giocato dal sesso. Quindi prendete questo nuovo guilty pleasure e godetevelo alla grande.





8 commenti:

  1. I'm not ashamed to admit that I enjoy listening to pop music, even though it's not considered to be very cool. It's my guilty pleasure!

    RispondiElimina
  2. I'm not afraid to confess that I like listening to pop music, despite the fact that it's not regarded particularly cool. It's my sinful joy!

    RispondiElimina
  3. Non ho paura di confessare che sono rimasta decisamente indietro con tutte le serie TV e anche con parte dei tuoi post. Vedo però che i commentatori agguerriti non mancano ;)
    Di questo filotto resta sempre un dubbio: gli adolescenti italiani mi convinceranno come quelli americani e scandinavi? Sono quasi pronta a farmi travolgere da Skam questo autunno, ma è già arrivato un Prisma a farmi tentennare...

    RispondiElimina
  4. Ho cominciato Gli anelli del potere e onestamente non mi dispiace. O, meglio, non mi dispiaceva. Sono riuscita con fatica a tenere il passo con le prime tre puntate e ovviamente adesso sono due episodi indietro ç__ç Mi svelate il segreto per guardare addirittura SEI serie???

    RispondiElimina
  5. The TV series of September 2022, between elves and teleprinters, is going to be the best thing ever! I can't wait to see it! I'm really looking forward to this show! I hope it's as good as it looks!

    RispondiElimina
  6. I'm so excited for this show! It looks like it's going to be a hilarious and heartwarming series about a group of friends who are all elves, teleprinters, and micropenes. I can't wait to see how their adventures unfold!

    RispondiElimina
  7. Even though pop music isn't often thought of as being particularly cool, I'm not afraid to admit that I like listening to it. It's one of my vices!

    RispondiElimina
  8. 3d team is the best company for providing 3D architectural rendering design services in Australia. We offer the best high-class 3D architectural rendering for your dream home, office, industrial, etc. Our various services are 3D Architectural rendering, 3D Image Rendering, 3D Building Rendering, 3D House rendering, 3D Architectural Visualisation, etc.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com