venerdì 12 febbraio 2016

Nuove proposte: abolire Sanremo





Marò, che serata! Si è rivelata quasi più lunga ed estenuante di un processo per omicidio in acque internazionali.
Sanremo quest'anno sta procedendo in maniera imprevedibile, tra alti e bassi. Come la borsa di Milano in questi giorni. O la nuova stagione di X-Files. O la canzone di Elio e le Storie Tese.
La serata numero 1 era partita in sordina, senza entusiasmare né disgustare troppo. La numero 2 a sorpresa era stata una puntata parecchio valida, almeno per essere Sanremo. Con la terza si era tornati a livelli più consueti, ovvero a livelli parecchio scadenti. Ma ieri, con la quarta serata, lo schifezzometro si è impennato come forse mai successo nella mia storia di spettatore: tra Giovanni Toti che ricorda i marò e premia come miglior giovane delle Nuove proposte un atroce (non) giovane che si è presentato con una canzone che persino DJ Francesco si sarebbe vergognato a cantare, una mezz'oretta di Enrico Brignano in veste di comico e pure poeta, l'apparizione di Rocco Papaleo e persino l'ospite reggaeton, ieri sera il karma me le ha davvero fatte purgare tutte.


Se a ciò aggiungiamo una Madalina Ghenea inutile, un Gabriel Garko che ieri non mi pare abbia regalato nemmeno qualche gaffe particolarmente divertente, un Carlo Conti sempre più baudesco, paraculo e odioso a ogni puntata che passa e la mia peggiore prestazione a commentare Sanremo su Twitter da quando seguo il Festival, a causa di un mix tra stanchezza, noia e irritazione, è stata una serata davvero da incubo. Per andare peggio mancava giusto un'ospitata de Il Volo...
Meno male che a salvarla parzialmente ci hanno pensato 3 donne: Elisa, Francesca Michielin e una Virginia Raffaele sempre più fenomenale, ieri scatenata in versione Belen più Belen di Belen.


Anche se non vorrei farlo, riviviamo insieme più nel dettaglio quanto successo ieri, a partire dai (più o meno) giovani rimasti in gara per la finale delle Nuove Proposte. Mi rendo conto che è un po' come parlare della finale del Trofeo Birra Moretti, ma tant'è.
La migliore delle Nuove proposte per me era Cecile, che era quella con la canzone più potente come testo e più moderna come musica, e quindi l'hanno subito eliminata.
Ecco i giovani rimasti.

Mahmood

Imita James Blake, però avere qualcuno che imita James Blake e non - chessò? - i Pooh è già un enorme passo in avanti per la musica italiana.
(voto 6+/10)

Francesco Gabbani

Il primo tormentone estivo che odio quest'anno. E siamo solo a febbraio.
(voto 3/10)

Chiara Dello Iacovo

La mia simpatia nei suoi confronti rispetto all'altra serata è già scesa, però resta comunque molto superiore a quella nei confronti di un - tanto per dire un nome a caso - Gabbani.
(voto 6,5/10)

Ermal Meta

Un po' come il suo look a metà strada tra uno scappato da un ospedale psichiatrico e Michael Stipe, la canzone di Ermal Meta da una parte mi fa pena e dall'altra ha un qualcosa che mi piace. Quindi merita, oppure no?
Un dubbio destinato a rimanere tale per sempre, visto che probabilmente all'infuori di Sanremo il suo pezzo non lo sentirò mai più. Non di mia spontanea volontà, almeno.
(voto 6/10)

Nel momento beneficenza fanno ricantare Miele, la tipa che ieri si era vista gabbare il passaggio del turno da Gabbani, ma non ce n'era bisogno.
(voto 4/10)


Dopo l'esibizione delle Nuove proposte, inizia la semifinale dei Big.

Annalisa

Se non fosse gnocca, non so se la sua canzone mi piacerebbe.
Ma visto che è gnocca forte, non mi pongo il problema.
(voto 6,5/10)

Zero Assoluto

Radiofonici, orecchiabili, dimenticabili.
(voto 6-/10)

Rocco Hunt

Quest'anno non mi piaci, mi spiace guagliù.
(voto 5,5/10)

Irene Fornaciari

Ma questa è tra i Big per colpa di chi chi chi chi chichichirichì?
(voto 1/10)

Giovanni Caccamo e Deborah Iurato

Via da qui.
Se se lo dicono da soli, chi sono io per oppormi?
(voto 1/10)



Enrico Ruggeri

La sanremizzazione non si ferma mai, quest'anno prosegue su tutti i livelli e Ruggeri è arrivato a sanremizzare persino il punk. Non c'è più religione.
(voto 5,5/10)

Francesca Michielin

Ha la voce, ha la canzone, ha il talento, ha l'X Factor, ha il giusto livello di tenerezza e determinazione. Le manca solo un personal stylist e poi è perfetta.
Se non la fate vincere, siete delle persone molto cattive. #sapevatelo
(voto 7,5/10)

Elio e le Storie Tese

Canzone a tratti fighissima, a tratti un po' bah, a tratti oh yeah, a tratti 'nsomma, però finale da applausi.
A livello di entertainment poi sono sempre i migliori da vedere. Ieri in versione rifatta. E ogni riferimento a Gabriel Garko e Patty Pravo è puramente casuale.
(voto 6,5/10)

Patty Pravo

Dopo il buon uno-due Michelin + Elii si ritorna a dormire. Grazie, Patty. Con il livello di stanchezza raggiunto dopo queste 4 serate avevo proprio bisogno di un bel pisolino.
(voto 5/10)

Enrico Brignano

Il comico meno comico nella storia.
(voto zero assoluto)

Alessio Bernabei

Il suo pezzo è un incrocio tra “One Last Time” di Ariana Grande e i Coldplay. Il tutto rivolto a un pubblico di terza media. Quindi al bimbominkia che è in me non spiace nemmeno troppo.
E poi, alla luce di una serata andata avanti fino quasi alle 2 di notte, la sua “Noi siamo infinito” più che una canzone era un avvertimento.
(voto 6/10)

Il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti consegna il premio al vincitore delle Nuove supposte... ehm, Nuove proposte.
And the winner is...
Francesco Gabbani.


È uno scherzo, vero? Intendo sia che Toti sia il governatore della Regione Liguria, che Francesco Gabbani il migliore giovane dell'anno.
In più Toti non si è presentato sul palco dell'Ariston con i nastri arcobaleno, bensì con un fiocco tricolore consegnato al vincitore come “simbolo dell’Italia e degli italiani, per due ragazzi che non possono essere qui”, ovvero i due marò. Nonostante questi non abbiano niente a che fare né con Sanremo, né con la musica, né con i giovani, né con la Regione Liguria, quindi perché mai dovrebbero essere lì?

L'unica nota positiva della vittoria di Gabbani è che, se a 34 anni gli hanno dato il premio per le Nuove proposte, io che sono suo coetaneo (34 li compio tra poco) ho ancora la speranza di vincere un award come nuovo blogger. Basta solo che a darmelo non ci sia Toti.


"Una volta nella vita che vinco un premio e me lo consegna Toti...
Mi viene da piangere!"



Valerio Scanu
"M'hanno appena pestato un piede, che dolore!"

Che lagna, Valeria.
(voto 2/10)

Dear Jack

Dopo l'ultima terrificante ora horror di Sanremo, i Dear Jack mi sono parsi quasi una boccata d'ossigeno. Peccato che, con tutte le stecche che prende il loro cantante, sembrano più che altro una boccata d'ossigeno a Milano nell'ora di punta.
(voto 5,5/10)

Elisa

Tra gli ospiti musicali italiani, la più gradita. Anche perché peggio di Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Pooh me ne vengono in mente pochi.
Le canzoni che preferisco del repertorio di Elisa sono quelle in inglese dell'epoca a.S., avanti Sanremo, e nel suo medley non le ha fatte, ma dopo quanto sentito questa sera va bene lo stesso. E poi il nuovo singolo “No Hero” spacca!
(voto 7+/10)



Noemi

Noemi quest'anno ha il merito di aver portato all'Ariston i nastri arcobaleno.
Peccato non abbia portato anche una canzone valida.
(voto 5,5/10)

J Balvin

Una delle poche certezze di Sanremo è che con gli ospiti stranieri il livello musicale si alza.
Non è questo il caso. Il reggaeton di J Balvin è quanto di peggio la musica internazionale offra oggi. Rimpiango quasi gli artisti in gara.
Sanremo, nun te reggaeton più.
(voto 3/10)

Stadio

Stai a vedere che questi il Festival lo vincono.
Il fatto che non mi piacciano manco per sbaglio aumenta in maniera notevole le loro possibilità di farcela. Quindi dovrebbero solo ringraziarmi per il voto che gli rifilo.
(voto 4/10)

Arisa

A differenza di altre signorine viste questa sera, lei c'ha le tette. Peccato non abbia la canzone.
Comunque rispetto a molti altri in gara si salva eccome.
(voto 6/10)

Lorenzo Fragola

Molto serioso, pure troppo. Lo promuovo perché è quanto di più lontano ci sia dal reggaeton. E anche perché mi sembra un hobbit che va alla Prima Comunione e quindi mi fa simpatia.
(voto 6/10)

Bluvertigo

Voi tenetevi i vostri Stadio, tutti gli altri artisti fuori dal tempo e le varie altre forme di vita, io mi tengo il fattissimo Morgan e i suoi Bluvertigo, che di sicuro verranno eliminati. E pure derisi.
(voto 7/10)

Dolcenera

Ha classe, voce, look impeccabile, è persino simpatica in una maniera non ruffiana. E ovviamente non si piazzerà mai nelle prime posizioni.
(voto 6,5/10)

Clementino

Personalmente non mi spiace questo pezzo rap campano dal sapore nostalgico. Una canzone dedicata a tutti quelli che sono lontani da casa, in particolare quelli che sono scappati dall'Italia per non sentir parlare di Sanremo.
(voto 6,5/10)

L'ospitata markettara della serata vede protagonisti Rocco Papaleo e Alessandro Gassmann, arrivati a presentare il loro nuovo film Onda su onda. L'apparizione di Papaleo mi ha ricordato l'edizione del Festival da lui condotta insieme a Gianni Morandi e che forse era ancora peggio di questa. Anche se non ne sono del tutto sicuro.


Lost Frequencies

Arriva poi un super (?) ospite straniero: Lost Frequencies, dj belga che la scorsa estate ha avuto un discreto successo con il singolo “Reality”. Canzoncina carina, ma già dimenticata. È il classico one-hit wonder e spacciarlo come uno dei migliori dj nella storia dell'umanità, così come parlare della sua canzone come di uno scatenato brano dance quando in realtà è un pezzo chill-out molto tranquillo, mi sembrano cose un po' esagerate.
(voto 6/10)

Con le prime luci dell'alba, vengono consegnati anche i verdetti per quanto riguarda i Big in gara.
5 di loro rischiano l'eliminazione e soltanto 1 verrà ripescato e potrà concorrere nella finale di stasera insieme agli altri “sopravvissuti”.
Quali sono i 5 artisti che si giocano l'ultimo posto per la finale? Eccoli:

Irene Fornaciari
Bluvertigo
Neffa
Dear Jack
Zero Assoluto


I Bluvertigo purtroppo non credo che verranno mai ripescati. Il mio pronostico è che rientreranno in gara gli Zero Assoluto.
Per quanto riguarda la vittoria finale, nonostante i bookmakers indichino come favorito il duo Caccamo + Iurato together forever, il mio pronostico è che vinceranno gli Stadio, davanti a Valerio Scanu. Al terzo posto ci potrebbero essere Lorenzo Fragola, Rocco Hunt, Annalisa, gli Elii o, più difficilmente, Francesca Michielin, per cui io comunque farò un tifo spudorato.

Appuntamento allora a stasera, con l'attesissima (?) finale di Sanremo. Sperando che le cose possano andare meglio rispetto a ieri. Se non sul palco dell'Ariston, almeno su Twitter.


9 commenti:

  1. Ieri sono andato a nanna prima. :-D
    Troppo cattivo con il Vincitore dei gggiovani, che comunque non mi dispiace, e troppo buono con Barnabei, che manderei a raddrizzare banane in Africa. Tra l'altro, la canzone ricorda in modo preoccupante One Last Time, o no? Tifo per la cara Francesca, ma né Annalisa né Dolcenera mi dispiacciono - in tutti i sensi. Bravissima Elisa, e vabbe', mentre con Brignano ho cambiato canale. Chi vince?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Ah, vedi: lo avevi scritto pure tu. Non avevo letto, scorrendo!)

      Elimina
  2. Continuo a non aver ancora sentito Elio, purtroppo.
    Per il resto, mi pare il solito Sanremo, dunque una visione inutile. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dillo però che la canzone degli Stadio sui figgghi ti ha fatto piangere,Ford!
      Sopratutto adesso che sta per arrivare la femminuccia ;)


      Elimina
  3. Nella mia personale scala di gradimento totalizzano il voto "zero spaccato/10" i seguenti "artisti":
    -Dear Jack;
    -Bearnabei;
    -Fragola;
    -Caccamo e Iurato;
    -Brignano.
    Il pezzo della Michielin è davvero inascoltabile, ed è un peccato perché lei col brano giusto sarebbe anche brava. Come ampiamente dimostrato nella serata cover.
    Il verdetto della sezione giovani agghiaccianDe, ma ancora più aggiaccianDe la parentesi Marò.
    Elisa brava, rimpiango non sia in gara, magari con un pezzo in inglese ma credo che il regolamento lo vieti! ;)
    Le mie preferenze vanno a Patty Pravo, Arisa e Annalisa. Ottimi anche gli Elii, siparietto con il finto cantante da oscar.
    Pronostico vincitore: Rocco Hunt, troppo paraculo per non vincere. Un po' come i tre tenorini de Il Volo.

    RispondiElimina
  4. Non mi ritrovo al 100% nei tuoi voti, ma mi ritrovo quando dici che mi son scocciato anche a twittare. Una serata così poco interessante che boh...

    RispondiElimina
  5. Gli Stadio noiosissimi,Ruggeri una roba riciclata tagliaincolla da altre sue millemila canzoni,non è brutta ma non mi ha fatto voglia di ascoltarla tutta,il che la dice lunga XD
    Sulla vittoria del(non più giovane),non ho sentito tutte le altre...che magari erano peggio!
    La Fornaciari ha fatto una canzone che più ruffiana non si poteva,e perchè sta lì lo sappiamo tutti.
    La canzone di Noemi l'ha scritta Masini,e si vede perchè mi ha fatto piangere tutte le lacrime che avevo in corpo.
    Musicalmente non mi esalta,ma mi ha emozionato parecchio(anche perchè sono una vecchia frignona di merda,si sa)
    La canzone di Annalisa fa schifo forte,peccato perchè lei è parecchio carina e come voce manco mi spiacerebbe,ma è la solita noia sanremese amorecuorefioredolore,ebbasta!

    RispondiElimina
  6. Salvo solo la Michelin il resto è nulla....

    RispondiElimina
  7. Chiara Dello Iacovo già la amo... Quella ragazza crescerà bene!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo marcogoi82@gmail.com